Siena, Piazza del Campo, il Palio: un triangolo composto da elementi strettamente legati tra loro, che sono diventati argomento di conversazione con un amico, che ho trovato per caso proprio all’ombra della Torre del Mangia, dopo molti anni dal nostro ultimo incontro.

Un inaspettato rendez-vous in Piazza del Campo

Con Salvatore, siciliano di Gela, abbiamo condiviso l’esperienza del servizio militare e dopo tanti anni ritrovarlo in Piazza del Campo è stata veramente una sorpresa per me, toscano che frequento Siena da tempo, la visito almeno una volta l’anno ed ho avuto la fortuna di vedere due volte il Palio.

Per lui era la prima volta a Siena e dunque mi ha fatto piacere parlare sia della Piazza, con la sua particolare forma a conchiglia, che del Palio, la corsa che tutto il mondo ci invidia e del suo stretto legame con la città e con la popolazione. Questa è in breve la storia raccontata al mio amico.

Piazza del Campo a Siena è uno dei luoghi più famosi della Toscana, sede della corsa di cavalli più conosciuta al mondo: il Palio di Siena

Le origini di Piazza del Campo a Siena

Piazza del Campo (mappa) che, come il Palazzo Pubblico, non appartiene a nessuna delle contrade senesi, in origine era un terreno che serviva per far defluire le acque piovane, più in basso rispetto al nucleo della città. Un documento datato 1169 è il primo nel quale si nota il nome “Campus Sancti Pauli“, che comprendeva però anche l’area dell’attuale Mercato; la suddivisione in due aree si ritrova poi in un altro documento del 1193, nel quale si parla di un “Campus Fori“, che aveva le funzioni di spazio commerciale dove si vendeva grano, pollame e altro bestiame.

Questa zona, corrispondente all’attuale Piazza del Campo, venne usata dalla popolazione come zona di mercato e fiere fino al 1270, in quanto ubicato in una zona che permetteva l’incontro tra chi abitava nella “Sena Vetus“, che rappresentava il nucleo della città dei tempi romani, e gli abitanti dei due sobborghi denominati San Martino e Camollia, che si trovavano lungo la via Francigena.

Piazza del Campo a Siena è uno dei luoghi più famosi della Toscana, sede della corsa di cavalli più conosciuta al mondo: il Palio di Siena

Inizia il Governo dei Nove

Successivamente, durante il periodo conosciuto come “Governo dei Nove“, i senesi iniziarono ad elaborare un progetto che desse alla città una sede di governo “neutra”, ed ebbe inizio la costruzione del Palazzo Comunale, nel quale trovarono poi posto la residenza del Podestà oltre a tutti gli uffici pubblici che sino a quel momento erano distribuiti in vari edifici cittadini.

Insieme a questa costruzione inizia la sistemazione di Piazza del Campo, con ristrutturazione degli edifici che vi si affacciavano, la costruzione della Torre del Mangia (1325 al 1344) e la pavimentazione della piazza stessa, prima a mattoni nella conca interna, e poi a selciato nella parte esterna. In quel periodo venne scavata anche la vasca con la fontana, con i lavori che si conclusero nel 1346.

Il governo senese stabilì che le facciate dei palazzi affacciati sulla Piazza dovessero avere uno stile uniforme; fu così che la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, venne demolita in quanto troppo sporgente dal perimetro della piazza. Nel Quattrocento la Fonte Gaia venne decorata ad opera di Jacopo della Quercia, e successivamente, nel XIX secolo, fu spostata nell’attuale sistemazione.

Piazza del Campo a Siena è uno dei luoghi più famosi della Toscana, sede della corsa di cavalli più conosciuta al mondo: il Palio di Siena

Piazza del Campo oggi

Quando si guarda oggi Piazza del Campo, sia dal basso che nelle riprese aeree, non si può non ammirarne la bellezza, con la sua tipica forma a conchiglia con i suoi nove spicchi ben delineati dalle strisce bianche della pavimentazione. Il Palazzo Comunale è naturalmente il suo fulcro, ma non mancano altri palazzi e monumenti, così come i varchi che le volte, e la disposizione delle abitazioni su più livelli contribuiscono a mascherare nella geometria della piazza stessa.

I monumenti di Piazza del Campo

Il Palazzo Comunale, che la Repubblica di Siena fece costruire dal 1298 al 1310, utilizzando come base i mattoni, ha anche elementi in marmo di colore bianco e ogni finestra ha come ornamento un’ogiva, mentre i merli della parte alta sono di tipo guelfo. Subito accanto si trova la Torre del Mangia, con una altezza di 102 metri, che la posiziona tra le più alte italiane, dietro solamente al Torrazzo di Cremona. La torre fu costruita con i suoi angoli in perfetta corrispondenza con i 4 punti cardinali.

Piazza del Campo a Siena è uno dei luoghi più famosi della Toscana, sede della corsa di cavalli più conosciuta al mondo: il Palio di Siena

Pregevole è anche la Cappella di Piazza, un tabernacolo realizzato in marmo che si trova proprio ai piedi della torre e la sua costruzione avvenne nel 1352 come segno di riconoscenza della popolazione alla Madonna per aver fatto cessare la peste nera che aveva colpito Siena 4 anni prima. Nel 1386 venne inaugurata anche la prima fonte cittadina ad uso pubblico, la “Fonte Gaia“, che in seguito fu decorata con statue e rilievi eseguiti da Jacopo della Quercia, in un mix di tradizione di stile gotico, ed innovazione dell’epoca rinascimentale.

I palazzi di Piazza del Campo

Sulla piazza si trovano vari palazzi ad iniziare da Palazzo Chigi-Zondadari, di origine antica e ristrutturato nel corso del 1700 con un progetto dell’architetto Antonio Valeri. Nelle vicinanze si trova Palazzo Sansedoni, realizzato in laterizio, unendo più palazzi nel corso della prima metà del XIII secolo, e poi ampliato nel secolo successivo.

La Loggia della Mercanzia venne realizzata nel 1763, e la sua facciata posteriore si trova tra due vicoli, quello di San Pietro e quello di San Paolo. Proseguendo verso sinistra si trova un gruppo di edifici noto come Case De Metz, anche queste costruite in laterizio. Palazzo d’Elci è l’ultimo che si trova sulla piazza, e precedentemente era appartenuto ai Cerretani Bandinelli Paparoni, facilmente riconoscibile per la merlatura di tipo guelfo, che lo fa somigliare al Palazzo Comunale.

Piazza del Campo a Siena è uno dei luoghi più famosi della Toscana, sede della corsa di cavalli più conosciuta al mondo: il Palio di Siena

Il Palio di Siana

Il Governo della città di Siena ebbe la sua sede in questo palazzo per tutto il 1200, e successivamente subì due ristrutturazioni, nel XVII e nel XVIII secolo. Il Palio di Siena, che oggi si corre in due date, il 2 Luglio, dedicato alla Madonna di Provenzano ed il 16 agosto, dedicato alla Madonna dell’Assunta, in origine si correva solo a luglio.

La seconda corsa veniva organizzata solo su volere della contrada che aveva vinto il Palio della Madonna di Provenzano. Delle 17 contrade senesi, solo 10 corrono il Palio: le restanti 7 corrono l’edizione successiva insieme ad altre 3 contrade che vengono sorteggiate.

 

Riproduzione Riservata © Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti

About The Author

Redazione TuscanyPeople
Tuscany Blogger
Google+