Tante idee e ricette per aceti aromatici mediterranei, esotici, fruttati, floreali: consigli pratici su come auto-produrre il proprio aceto

Qualche tempo fa ho visitato un negozietto delizioso nel centro storico di Maastricht specializzato nella vendita di aceti aromatici; a parte la meraviglia di profumi che si mescolavano rendendo delicato e piacevole l’odore, tradizionalmente pungente, di una acetaia sono rimasta stupita di come questo tipo di dressing abbia successo nel centro e nel nord Europa.

In Italia, nonostante in passato ci sia stata la tradizione degli aceti aromatici, non se ne è mai diffuso l’utilizzo alimentare. L’uso terapeutico è invece più sviluppato visto che queste preparazioni venivano realizzate oltre che in casa, in tutte le farmacie. L’aceto infatti, oltre ad essere un must in cucina, ha un sacco di effetti benefici come antisettico, sfiammante, decongestionante e antipiretico. Ma senza addentrarsi nei suoi mille usi, vi vorrei suggerire qualche idea veloce per aromatizzare il vostro aceto di casa, creando così un condimento davvero originale da utilizzare su pesce, carni, verdure e insalate

Tante ricette per aceti aromatici, consigli su come produrre il proprio aceto, come conservarlo e a cosa abbinarlo

Dunque, si possono realizzare aceti aromatizzati a partire da aceti di vino sia bianchi che rossi oppure da aceti di mele, assicurandosi sempre di avere un aceto di partenza di buona qualità e tenendo presente che quello di vino ha un gusto più deciso e si accosta quindi bene a aromi forti, mentre quello di mele ha acidità inferiore e risulta pertanto più adatto all’abbinamento con aromi delicati…

Scelta la base potete decidere se realizzare un aceto con i profumi e gli aromi tipici della cucina mediterranea piuttosto che qualcosa di agrodolce a base di piccoli frutti, tipico della cucina mitteleuropea, o stupire tutti con delicati aceti floreali. Regole non ce ne sono, basta tenere presente che le macerazioni devono durare approssimativamente 2 settimane e che, dopo averlo filtrato, l’aceto deve riposare alcuni giorni. Rimarco infine che l’utilizzo di un aceto naturale di buona qualità e senza difetti come ingrediente di partenza è fondamentale.

Tante ricette per aceti aromatici, consigli su come produrre il proprio aceto, come conservarlo e a cosa abbinarlo

Ecco alcune ricette per aceti aromatici veramente gustosi:

Aceto Mediterraneo: 1 litro di aceto di vino bianco, 6 foglie di menta, 10 di basilico, 6 rametti di erba cipollina, 3 di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio e 5 grani di pepe bianco, un cucchiaino di sale grosso. Immergete nell’aceto a temperatura ambiente tutti gli ingredienti, tappate e lasciate riposare per 8-12 ore. Filtrate quindi l’aceto è consumate dopo altre 24 ore.

Aceto esotico: 1 litro di di aceto di vino rosso, 3 frutti di anice stellato, 10 foglie di menta piperita. Lasciare macerare menta e anice con l’aceto per circa 3 settimane, in un contenitore chiuso, ermeticamente e conservato al buio. Filtrare e consumare dopo almeno una settimana.

Aceto fruttato dolce: ½ litro di aceto di vino bianco, 350 gr. di lamponi. Lasciare macerare i frutti nell’aceto per 14 giorni, filtrare quindi il liquido e conservare in luogo buoi e fresco. Consumare a partire da due giorni dopo il filtraggio.

Aceto fruttato aspro: 1 melograno grande e ben maturo, ½ litro aceto di mele. Lasciare i chicchi del melograno in infusione per 2 settimane in un contenitore chiuso ermeticamente. Si può consumare da 24 ore dopo averlo filtrato.

Tante ricette per aceti aromatici, consigli su come produrre il proprio aceto, come conservarlo e a cosa abbinarlo

Aceto alla rosa: 15 petali di rosa canina in ½ litro di aceto di mele. Lasciare in infusione per 3 settimane esponendo alla luce del sole durante il giorno. Dopo averlo filtrato e lasciato riposare alcuni giorni, si ottiene un aceto molto delicato adatto anche alle macedonie di frutta.

Gli aceti aromatizzati possono essere conservati a lungo purchè nelle condizioni di luminosità e temperatura adeguate a qualsiasi alimento e, ricordate, non c’è miglior aceto che quello ideato sulla base dei vostri gusti personali e dei blend che siete capaci di creare solo voi in cucina!

 

12833 Visite Totali 1 Visite Giornaliere

Comments

comments

About The Author

Alessandra Caméra
Bio Blogger & Ambassador of Tuscany
Google+

Agronoma di professione e coltivatrice diretta per passione, mi occupo da sempre di agricoltura biologica e sostenibilità ambientale. Da anni inseguo il sogno di uno “stile di vita fiorentino” che sia davvero green, a sostegno di tutte quelle piccole attività locali, agricole e non, che si muovono sempre più verso una reale sostenibilità per l'ambiente in cui viviamo e per il cibo che mangiamo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.