Sabato 11 marzo al Teatro Puccini si sono tenute le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell’enogastronomia regionale. Olio evo, birre artigianali, formaggi, salumi, dolci e altre eccellenze del territorio sono state premiate in una speciale serata dove TuscanyPeople era presente sia come main sponsor che tra i banchi della giuria.

Tuscany Food Awards, la notte degli Oscar dei prodotti made in Tuscany

Dopo il grande successo della prima edizione in Sardegna, i Food Awards sono sbarcati in Toscana, per assegnare gli Oscar dell’enogastronomia regionale ai migliori produttori del territorio.

35 realtà regionali, dalla costa all’entroterra hanno sottoposto i loro prodotti al giudizio della giuria, tra cui ero presente anche io, Tommaso Baldassini, in veste di fondatore e direttore di TuscanyPeople.

Le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell'enogastronomia toscana si sono svolte l'11 marzo al Teatro Puccini. Ecco i vincitori

La votazioni

La giuria era composta da giornalisti di settore, addetti ai lavori, rappresentati delle associazioni, ristoratori, ecc… I 35 produttori per essere giudicati sono stati suddivisi in categorie: vino, formaggi, pasta, birra, salumi, olio, dolci, tartufi e pane.

Per poter individuare i vincitori, in veste di giudici, abbiamo degustato rigorosamente alla cieca per garantire l’imparzialità, i vari prodotti in gara. Tre erano i parametri che venivano considerati e a cui veniva assegnato un voto: profumo, sapore, prodotto nel complesso.

La scelta non è stata affatto semplice. Non c’è che dire, in Toscana si trovano davvero dei prodotti eccellenti, ma d’altra parte eravamo ai Tuscany Food Awards e dunque, dei vincitori dovevano essere eletti.

Le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell'enogastronomia toscana si sono svolte l'11 marzo al Teatro Puccini. Ecco i vincitori

Tuscany Food Awards

Sabato 11 marzo, al Teatro Puccini di Firenze, nel circuito del Fuori di Taste, si sono tenute le premiazioni dei Tuscany Food Awards. Seduti in platea insieme agli altri giurati, ho assistito alla consegna degli Oscar dell’enogastronomia toscana presentati da Donato Ala, giornalista e ideatore dei Food Awards.

Dopo aver ringraziato Regione Toscana e Coldiretti, che hanno patrocinato la kermesse e i media partner che hanno diffuso l’evento: TuscanyPeople, Italia7 e Radio Toscana, Donato Ala ha raccontato quanto sia importante la valorizzazione delle specificità dei singoli territori e che i Food Awards siano nati proprio con l’obiettivo di individuare, gratificare e premiare le eccellenze enogastronomiche del territorio, nonché il lavoro di chi contribuisce allo sviluppo e alla conoscenza dei singoli prodotti.

Le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell'enogastronomia toscana si sono svolte l'11 marzo al Teatro Puccini. Ecco i vincitori

I vincitori

Ma veniamo ai vincitori del primo Tuscany Food Awards.

Vino

Per la categoria Vino, il vincitore è Azienda Agricola Pasquini; hanno ricevuto una menzione speciale: Cantina Sociale del Chianti, Troncon Mauro, Podere Montale e Fattoria Castelvecchio, a cui sono particolarmente affezionato. La Fattoria Castelvecchio si trova in località San Pancrazio nel Comune di San Casciano Val di Pesa a 20 km da Firenze. nella zona di produzione sia del Chianti Colli Fiorentini Docg che del Chianti Classico Docg (Denominazione di origine controllata e garantita).

Le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell'enogastronomia toscana si sono svolte l'11 marzo al Teatro Puccini. Ecco i vincitori©Fattoria Castelvecchio

Formaggi

L’Oscar dei Tuscany Food Awards per la categoria Formaggi vanno all’Agrocasearia Paola Loi, mentre una menzione speciale è andata a: Caseificio sociale di Manciano, Fattoria il Palagiaccio, La Maremmana e Società agricola Piu. Una nostra menzione speciale va senza dubbio alla Fattoria il Palagiaccio, un’azienda storica del Mugello, nata oltre mille anni fa. La loro filosofia è semplice. La qualità non è un lusso: “Crediamo fortemente che la ricerca della qualità sia un obiettivo da perseguire per condurre un sano stile di vita (…) Trasparenza, filiera cortissima e costante monitoraggio sono la garanzia di un prodotto del territorio, vero ed estremamente sicuro“.

Le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell'enogastronomia toscana si sono svolte l'11 marzo al Teatro Puccini. Ecco i vincitori©Fattoria Il Palagiaccio

Pasta

Vincitore assoluto per la categoria pasta è il Pastificio Martelli (di cui vi abbiamo raccontato la storia in questo articolo). Una menzione speciale è andata a la Società agricola Tosco d’Oro.

Birra Artigianale

Si è aggiudicato l’Oscar Tuscany Food Awards per la categoria Birra la Birra San Gerolamo, mentre una menzione d’onore è andata a la Gilda dei Nani Birrai, il Cane Nero e la Luppolaia.

La Gilda dei Nani Birrai è una giovane azienda di Pisa, nata nel 2013, caratterizzata dal forte legame con il territorio e le antiche tradizioni della città. Per la grafica sono stati scelti dei personaggi provenienti dal mondo del fantasy, i nani, che incontrano una delle più antiche tradizioni pisane: il Gioco del Ponte.

Le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell'enogastronomia toscana si sono svolte l'11 marzo al Teatro Puccini. Ecco i vincitori©La Gilda dei Nani Birrai

Le 8 birre de La Gilda dei Nani Birrai hanno ricevuto vari riconoscimenti nazionali e internazionali, tra cui: il Luppolo d’Oro (categoria Belgian Gold Ale) nel 2015, 4 stelle nei The Beer Awards di Londra nel 2016 e l’Etichetta d’oro per il Packaging Beer Awards nel 2016.

Salumi

Vincitori per la categoria Salumi è l’Azienda Savigni; una menzione speciale è andata a: l’Antica Macelleria Falorni, Patrone, la Salumeria Ranieri, Il Poggiolino (di cui abbiamo parlato in questo articolo) e Terra di Siena.

La Salumeria Ranieri è una piccola, ma duttile realtà artigianale maremmana, con sede a Follonica. Oltre a salumi di prima qualità, l’azienda produce formaggi, tra cui il fiore all’occhiello è il pecorino toscano DOP.

Terre di Siena produce salumi tipici toscani dal 1800, quando Lorenzo Nidiaci aprì il primo negozio nel centro storico di Poggibonsi. La tradizione famigliare della lavorazione della carne è arrivata fino ai giorni nostri: è infatti il pronipote Filippo Gambassi a gestire oggi la storica attività di famiglia.

Olio Evo

Difficile trovare un olio Evo cattivo in Toscana, ma qui si parla di vere eccellenze. Vincitore del Tuscany Food Awards per la categoria Olio evo è l’Azienda Agricola Torre Bianca. Una menzione speciale è andata a: Alberto Montigiani, Azienda Agricola Verde Olivo, Frantoio Giancarlo Giannini, Fattoria di Maiano, Podere San Jacopo, Fattoria Le Sorgenti, Fattoria Santella e Barcarelli.

Le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell'enogastronomia toscana si sono svolte l'11 marzo al Teatro Puccini. Ecco i vincitori

Gabriele Ferrari è il titolare dell’Azienda Le Sorgenti: è viticoltore e olivologo, mentre la moglie Elisabetta amministra l’azienda e si occupa di giardinaggio e agricoltura. Hanno scelto lo scoiattolo come simbolo della loro attività, perché, come recita una poesia di Nazim Hikmet: “ La vita non è uno scherzo: prendila sul serio, come lo scoiattolo, ad esempio senza aspettarti nulla dal di fuori o nell’al di là. Non avrai altro da fare che vivere.

Dolci

L’Oscar per la categoria Dolci è andato a Il Gusto Giusto gelato artigianale a km zero on the road. A Il Fiorino è andata invece una menzione speciale. Azienda blasonata da molti riconoscimenti, Il Gusto Giusto incarna senza dubbio lo spirito dei Tuscany Food Awards: legame con il territorio, assoluta qualità, intreccio di tradizione, tecnologia e nuovi saperi; un’azienda che al 100% rappresenta il made in Tuscany nel mondo.

Tartufi

I tartufi dell’Azienda Agricola San Luigi, si sono aggiudicati l’Oscar per la categoria Tartufi. Una menzione speciale è andata invece ai tartufi di Stefania Calugi, che ha trasformato la lunga tradizione di famiglia, nata agli inizi del ‘900, nella base di un marchio dinamico e moderno. Grazie alle capacità imprenditoriali di Stefania, l’azienda è riuscita a crescere esponenzialmente, mantenendo salda l’eccellenza delle materie prime.

Le premiazioni dei Tuscany Food Awards, gli Oscar dell'enogastronomia toscana si sono svolte l'11 marzo al Teatro Puccini. Ecco i vincitori

Pane

Infine la categoria Pane, in assoluto la base essenziale della cucina toscana e non solo. Vince il primo premio dei Tuscany Food Awards il Consorzio di promozione e tutela del Pane del Mugello. Al Pane di Montegemoli, un tipico pane casalingo che venne sfornato per la prima volta nel 1986, nel cuore dell’incantevole borgo medievale nella Val di Cecina da cui prende il nome, è andata la menzione d’onore.

Per info info@tuscanyfoodawards.com – Cell. 335 649 0093 www.tuscanyfoodawards.com

Riproduzione Riservata © Copyright TuscanyPeople

 

Commenti

Commenti

About The Author

Tommaso Baldassini
Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany
Google+

Sfido tutti i giorni me stesso e credo profondamente in quello che faccio. La mia squadra e' la famiglia che mi stimola e mi supporta in ogni mio progetto. Il Marketing è per me una scuola di vita e di pensiero: creare e sviluppare nuove idee sono le parole che mi appartengono.