Il programma nel dettaglio: sabato 11 maggio

Alle 10:00, nei locali della società Filarmonica di San Gusmè, si terrà la conferenza sulla ricostruzione storica e architettonica dell’antico Castello di San Gusmè e del contesto medievale, a cura di Fosco Vivi, alla luce degli ultimi studi condotti insieme a Mauro Lusini. L’evento apre col saluto dell’amministrazione comunale di Castelnuovo Berardenga e di Giovanna Giannassi, presidente della pro loco di San Gusmè.

Seguirà la presentazione dei disegni ad acquerello realizzati dal maestro Massimo Tosi (Tosi Millenaria) con l’ipotesi ricostruttiva del castello e la vista a volo d’uccello degli insediamenti quattrocenteschi della Berardenga. Inaugurazione dei pannelli/totem realizzati con i disegni di Massimo Tosi ed esposti sulla terrazza della Porta principale di ingresso a San Gusmè.

Alle 13:00, pranzo conviviale tra le mura del castello. (Prenotazione entro l’8 maggio al numero whatsapp 347 8553348).

Alle 15:00, visite guidate gratuite alla scoperta dell’antico castello e delle sue mura con momenti scenici attoriali, e sosta alla Chiesa della Compagnia dove si trova l’opera di Pietro Sorri. Le visite si svolgeranno a turnazione con più guide disponibili. (Prenotazione entro il 9 maggio al numero whatsapp 3391882489).

Info: [email protected]

Il borgo fortificato di San Gusmè tra le vigne del Chianti Classico

Il programma nel dettaglio: domenica 12 maggio

Alle 9:00, “Passeggiata dei 3 Castelli”, escursione di 5 chilometri, organizzata dal GEB, con ritrovo alle 9:00 a Castelnuovo, piazza Marconi, e arrivo ad Orgiale alle 11:00 (info e prenotazioni whatsapp al numero 3355214332 [email protected]) .

Alle 11:00, a Orgiale per tutti (sia chi arriva dall’escursione, sia per chi raggiunge in modo autonomo la frazione), incontro per raccontare la nascita, la storia e gli aneddoti di Orgiale e Valcortese, luoghi che rappresentavano il centro del potere dei Berardenghi e che sono stati strategici punti di difesa della Repubblica senese.

Alle 13:00, pranzo rustico, organizzato dall’Aps Filarmonico D. di Castelnuovo (Info e prenotazioni per whatsapp al numero 3355214332 [email protected]).

Per approfondire: Castelnuovo Berardenga: borgo toscano senza tempo

7 borghi del Chianti da visitare durante una vacanza in Toscana: scorci, piazze, castelli e viuzze per conoscere il vero Chianti Classico

Castelnuovo Berardenga, terra di grandi strutture ricettive e ristoranti d’eccellenza

Per chi decidesse di farsi un bel weekend, magari da venerdì a domenica sera, vi consigliamo alcune strutture dove dormire e dove mangiare vicino a Castelnuovo Berardenga.

Dove dormire

Borgo San Felice Relais and Chateaux: un resort di grande charme, un intero borgo per voi, tra cui una piazza, una cappella, una pieve, vicoli sinuosi, una panetteria, un frantoio… e ancora, un’antica cantina, una Spa, una piscina, un ristorante stellato…
Borgo Scopeto Wine & Country Relais: un’oasi incantata racchiusa in un borgo medievale, con 2 piscine, ottimo ristorante e spa.
Hotel Le Fontanelle: una dimora che stupisce col suo stile autentico e ricercato.
Castel Monastero: un monastero del benessere immerso nella natura, che offre un soggiorno rilassante e rigenerante: ottimi Spa e ristoranti.
Dievole Wine Resort: un ristorante, Novecento, bellissimi giardini, 2 piscine panoramiche, un’enoteca, una sala degustazione e un “percorso vita” all’interno del Natural Path.

Il cartello d''ingresso di Borgo San Felice, relais d'alto livello nel Chianti Classico, vicino a Siena

Dove mangiare

Il Poggio Rosso: 1a stella Michelin, ristorante di Borgo San Felice, dove il colombiano Juan Quintero, enfant prodige della scuderia del pluristellato Enrico Bartolini, si concede qualche spunto di cucina sudamericana all’interno di piatti creativi con frequenti riferimenti regionali di grande raffinatezza e gusto contemporaneo.
L’Asinello: 1a stella Michelin, dalla Toscana parte la cucina dello chef, nella scelta di diversi prodotti e nell’amore per sapori intensi, per poi muoversi verso proposte più creative.
La Bottega del 30: la cucina di Hélène, in sala, a consigliare gli ospiti, e di Nadia Mongiat, si situa nel solco di una certa continuità improntata alla toscanità e alla semplicità.
Il Visibilio: nell’hotel The Club House, questo piccolo ristorante gourmet sperimenta la felice collaborazione tra l’impronta toscana dello chef Canella e la consulenza del cuoco bistellato Iannotti del Krèsios di Telese Terme: in un unico menu degustazione alla cieca, un lunghissimo percorso gastronomico di piatti a sorpresa in cui si alternano ingredienti di terra e di mare, con ampio utilizzo di verdure.
Il Convito di Curina: cucina toscana, nonché ampia scelta di vini regionali e champagne di piccoli produttori, in ambiente rustico-signorile, con bella terrazza panoramica.

Ingresso de La Bottega del 30 a Castelnuovo Berardenga

Caro lettore, cara lettrice, se questo articolo ti è piaciuto potresti anche lasciarci un commento qui sotto, su FB, su IG, oppure condividerlo tramite il pulsante WhatsApp. Ma solo se ti va. Grazie di essere stato con noi.


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Logo Tp per facebook
Blogger & Ambassador of Tuscany
[fbcomments url="https://www.tuscanypeople.com/11-e-12-maggio-2024-castelnuovo-berardenga-della-storia-e-dell-arte/" width="100%" count="on" num="3"]