4 / 4 – Vinci e Montaione

6. Vinci

Alle pendici del Montalbano, Vinci è il sesto dei borghi da visitare vicino a Firenze selezionato per voi, centro medievale ben conservato e celebre per essere il paese natale di Leonardo. Ancora oggi la vita del borgo ruota tutta attorno alla figura del genio rinascimentale, trasformandosi in una sorta di museo diffuso a lui dedicato.

Così la prima tappa dovrà per forza essere al Museo Leonardiano, centro di approfondimento sugli studi tecnici e scientifici di Leonardo, ospitato dalla Palazzina Uzielli e dal Castello dei Conti Guidi. All’interno del museo, le macchine e i modelli sono accompagnati dagli schizzi e dalle annotazioni manoscritte dell’artista, oltre che affiancati da animazioni digitali e da applicazioni interattive.

A pochi metri dal museo si trova la Biblioteca Leonardiana, un altro punto di riferimento per approfondire l’opera di Leonardo.

La Chiesa di Santa Croce, edificata nel XIII sec. e ristrutturata in stile neo-rinascimentale, conserva il fonte battesimale presso cui – si dice – Leonardo sia stato battezzato. Non lontano dalla chiesa, ecco Piazza dei Guidi, uno spazio urbano e moderno progettato da Mimmo Paladino che, ispirandosi ai lavori scientifici e artistici di Leonardo, ha creato un reticolo di geometrie con scomposizioni e ricomposizioni di piani in lastre di cardoso.

Per approfondire: Leonardo da Vinci: 15 curiosità per saperne di più

Il borgo di Vinci in Toscana, il paese natale di Leonardo

7. Montaione

Montaione, anch’esso facente parte del club dei “Borghi più belli d’Italia”, è un incantevole paese medioevale, noto sin dal Duecento per l’arte della lavorazione del vetro che da qui si diffuse in tutta la Valdelsa.

Il caratteristico centro storico è ben conservato e raccolto dentro un impianto urbanistico attraversato da tre strade parallele che si incontrano laddove un tempo si aprivano le porte del paese. Purtroppo ben poco rimane dell’antica cinta muraria, ma in compenso è notevole il Palazzo Pretorio (XIV sec.) coi suoi stemmi, oggi sede della Biblioteca Comunale e del Museo di Storia Naturale.

Meritevole anche una visita alla Chiesa di San Regolo che, eretta nel Duecento e ricostruita nel 1635, conserva una pregevole Madonna con Bambino attribuita alla scuola di Cimabue.

Montaione è inoltre meta ideale per gli amanti della campagna, tanto che la sua principale risorsa è ormai il turismo “verde”, cresciuto grazie al recupero di casolari rurali e di piccoli borghi abbandonati negli anni Sessanta, oggi trasformati in strutture ricettive di grande fascino.

Montaione è un piccolo borgo toscano nella campagna Empolese Valdelsa, vicino ai famosi borghi toscani di San Gimignano e Certaldo

Cari amici e care amiche di TP, questi per noi sono i 7 borghi da visitare vicino a Firenze da non perdere assolutamente. E voi che ne dite? Siete d’accordo? Sì? No? Forse? Scriveteci qui sotto, su Facebook, su Instagram, il confronto con i nostri lettori e le nostre lettrici è per noi fonte vitale.

Informazioni sull'autore

Tommaso Baldassini Editore
Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany
[fbcomments url="https://www.tuscanypeople.com/7-borghi-da-visitare-vicino-a-firenze/" width="100%" count="on" num="3"]