2 / 3 – Da Sevi, a Firenze, i capisaldi della tradizione culinaria peruviana, ma non solo

Iniziamo coi ceviches e i crudi

Un giovane chef ci presenta ottimamente, con la sua simpatica pronuncia peruviana, il Ceviche misto, piatto a base di pescato del giorno, con tonno, totano, leche de tigre al rocato, aji limo, coriandolo, cancha, choclo, purea di patate dolce e cipolla marinata. Un piatto fresco, dal sapore deciso.

Ma il Ceviche qui si può anche avere nelle declinazioni Nikkei, che accostano lo stile peruviano a quello giapponese. È il caso del “Tiradito” (tonno, leche de tigre, soia, sesamo, coriandolo, cancha, chiclo e avocado) o dei “Nigiri chiferos” (sashimi di salmone flambé con riso, soia, sesamo, oyster sauce, polvere di alga nori, gel di lime e togarashi), fino ai “Sevi Gyoza”, ravioli alla piastra ripieni di gamberi e ricotta, salsa aji de mariscos e togarashi.

Per approfondire: I migliori ristoranti di pesce in provincia di Livorno: il mare che guizza nel piatto

Tiraditos del ristorante peruviano a Firenze Sevi

Tra i cocktail regna il pisco

L’attenzione alla contemporaneità nei piatti si ritrova chiaramente anche nelle bevande, dalle birre locali (da provare la Cuzqueña) fino ai cocktail dove regna il pisco, il distillato peruviano più conosciuto nella mixology internazionale.

Si parte dal classico per rivisitare ogni cosa

Tra mille chiacchiere e apprezzamenti, lo chef ci racconta che “Si parte dal classico per rivisitare ogni cosa”, ed ecco che per l’appunto arriva il momento del Taquitos amazzonico, una cialda di platano, tonno marinato, avocado, maio nikkei e salsa peperoncino. Delizioso.

Taquitos del ristorante peruviano a Firenze Sevi

La tradizione andina integrata con una visione contemporanea

Si può dire che ciò che in fondo differenzia questo ristorante peruviano a Firenze dai numerosi locali di cucina andina – frutto anche della presenza in città di una importante comunità peruviana – è la scelta d’integrare le pietanze della tradizione andina con una visione contemporanea, con tocchi e dettagli che la avvicinano al gourmet. Basti pensare ai tacos ripieni di punta di petto e avocado (anche nella versione amazzonica, col platano al posto della tortilla di mais), o alle Mis conchitas, capasante al burro di aji limo e leche de tigre, che ci vengono servite in questo momento.

Scopri a pagina 3 com’è proseguita la nostra ottima esperienza da Sevi

Informazioni sull'autore

Tommaso Baldassini Editore
Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany
[fbcomments url="https://www.tuscanypeople.com/a-firenze-sevi-di-francys-salazar-propone-unottima-cucina-peruviana/" width="100%" count="on" num="3"]