Alessandro è il giovane titolare di AF Alessandro Fratini: 2 saloni di hair styling a Cortona e a La Fratta. Erede di una tradizione familiare lunga 99 anni, Alessandro mi racconta della sue esperienza all’estero, dei suoi calcoli matematici prima di tagliare i capelli e del suo sogno di aprire un franchising.

 

In Rugapiana, il nome popolare di via Nazionale a Cortona, si trova AF Alessandro Fratini, salone di parrucchieri da 99 anni. Ho fatto due chiacchiere con Alessandro, il più giovane della famiglia, che con il suo innovativo tocco british è riuscito a mantenere viva questa lunga tradizione familiare.

Ciao Alessandro, possiamo dire che sei nato parrucchiere?

Eh sì! Sono la quarta generazione, il prossimo anno il salone di Cortona farà 100 anni: faremo una grandissima festa! Sono cresciuto in bottega, con mio padre e mio nonno ed ho avuto la fortuna di avere genitori che mi hanno introdotto a questa meravigliosa professione

A 14 anni sono andato da Pino Capasso a Firenze e poi a 18 anni mi sono traferito a Londra, dove ho frequentato i migliori corsi di Vidal Sassoon, uno dei migliori parrucchieri al mondo. Per 4 anni ho lavorato con lui e in seguito ho passato 6 anni da Mahogani, con cui ho lavorato per il London Fashion Week.

Dopo 12 anni in Inghilterra ho deciso di tornare in Italia, a Cortona. Attualmente ho 2 saloni AF Alessandro Fratini (uno a Cortona e l’altro a Foiano della Chiana), sto aprendo un terzo e un’Italian SPA. Infine, lavoro con un’azienda che si chiama Alfaparf, per cui ho curato le collezioni per l’Italia dal 2013 al 2015.

Alessandro Fratini parrucchiere - Cortona Arezzo

Come crei un taglio?

Mi piace tantissimo prendere ispirazioni dal quotidiano. Creare un taglio è come modellare una scultura: è arte. Molte persone credono che sia un lavoro semplice, ma si sbagliano di grosso. Prima il parrucchiere lo faceva chi non sapeva cosa fare, oggi non è così e io sono orgogliosissimo di essere un parrucchiere.

 

Quali sono i tagli che preferisci?

Non ne ho uno specifico. Ogni persona, ogni personalità ha il suo taglio e quando lavoro cerco di individuare l’acconciatura che valorizza al massimo chi ho davanti. Capita spesso che arrivino in negozio persone che vogliono il taglio di una star, ma che non è proprio la loro acconciatura ottimale…In quei casi la miglior cosa è dire la verità e far capire con tatto, che non sono un mago e non si trasformerà in Kim Basinger solo perchè vuole diventare bionda (…ride). Scherzi a parte, tento di trovare sempre qualcosa che si adatti al meglio al viso del cliente.

 

Quali sono gli strumenti che ti piace utilizzare di più?

Per come lavoro io, uso soltanto le forbici. Le forbici da sfoltire, il rasoio secondo me non funziona bene, neanche per i tagli maschili. Possiamo dire che le forbici sono la mia terza mano!

AF Alessandro Fratini parrucchiere - Cortona Arezzo

 

Tra i viaggi che hai fatto, so che sono stati importanti quelli in Malesia.

Sì, è stato bellissimo! Lì, con Alfaparf, ho fatto degli shows da 4000 persone… è stata un’esperienza incredibile. Inoltre le persone a cui ho avuto il piacere di fare da insegnante avevano davvero voglia di imparare, erano pieni di curiosità e desiderosi di fare: sono stati giorni davvero stimolanti.

 

Cosa ti sei portato dietro dalla tua esperienza inglese?

Sicuramente la professionalità, che purtroppo, spesso, nel nostro bel paese manca e, parlando più tecnicamente, la precisione nel taglio. Il mio sogno è infatti quello di aprire un’accademia qua in Italia per insegnare le basi tecniche che si utilizzano in Inghilterra: si tratta di matematica pura, il taglio viene creato guardando le linee della testa, le ritrose, la forma del cranio, ecc… sono calcoli precisi!

Cortona

 

Quali sono le tendenze per il 2015 per le acconciature ed i tagli di capelli?

Per il capello corto ritorna il taglio arrotondato stile funghetto, ma con una rasatura che lo alleggerisce molto. Per il taglio medio, troviamo dei dislivelli importanti con parti lunghe accanto a parti molto più corte. Infine, il capello lungo non avrà scalature, sarà tutto pari con frange in primo piano, colorate con toni forti. Quello che ho tentato di creare nella mia collezione è una donna indipendente, molto forte, un po’ scontrosa, combattiva che non ha più bisogno di un uomo per andare avanti.

 

Da esperto parrucchiere quale sei, daresti due consigli ai lettori di Tuscany People?

Mai farsi taglio e colore da soli. Fidarsi del parrucchiere e lasciargli spazio per esprimere la sua professionalità, esperienza e creatività…ne rimarrete stupiti!

 

 

Informazioni sull'autore

Marta Pintus
Blogger & Ambassador of Tuscany, SEO, Web Editor

Commenti

Commenti