Questa storia falla tua, togli Roma e metti Firenze e rendila un po’ più made in Tuscany. Come ho conquistato un amante del pesce, allergico alle relazioni stabili, organizzando una serata tra amici e portando in tavola i Calamari ripieni di scarola, una ricetta trovata sul web.

Ricetta semplice e gustosa: Calamari ripieni di scarola

Emanuele mi è sempre piaciuto, ma lui non voleva saperne di avere legami stabili. Passava da una relazione ad un’altra, senza impegnarsi mai con nessuna. Ma io sono una tipa testarda e, in un modo o nell’altro, ottengo sempre ciò che voglio. Mia nonna mi ha sempre detto che gli uomini si prendono per la gola: così, ho deciso di mettere in pratica questo luogo comune e di stupirlo ″con effetti speciali″.

Ma andiamo con ordine. Mi presento, io sono Sara e questa è la storia di come ho conquistato l’amore della mia vita con …un piatto di calamari ripieni di scarola!

Vi racconto la ricetta dei Calamari ripieni di scarola e di come,con questo piatto di pesce, ho conquistato l'amore della mia vita con una lezione di cucina

Un amore lungo una vita

Io ed Emanuele ci conosciamo sin da bambini, abbiamo fatto tutte le scuole insieme e io ne sono sempre stata innamorata. Ma lui era il ″bello della scuola″ (in ogni grado di istruzione….), quindi, sfruttando appieno la cosa, saltellava, per così dire, di fiore in fiore.

All’Università abbiamo scelto la stessa facoltà e ci siamo trasferiti entrambi. Dalla nostra piccola città ad una metropoli con i fiocchi: Roma. Qui, io ho cominciato a vivere con Monica in un appartamento vicino l’Università. Lui, da solo, in un monolocale di proprietà della famiglia e non sapeva (e non sa) cucinare.
A quel punto mi sono detta: o ora o mai più!
Gli amici che frequentavamo (e frequentiamo) sono gli stessi, così ho cominciato a far circolare la voce che sono un’ottima cuoca, sopratutto di piatti di pesce. Ad Emanuele il pesce piace da matti….

Vi racconto la ricetta dei Calamari ripieni di scarola e di come,con questo piatto di pesce, ho conquistato l'amore della mia vita con una lezione di cucina

Una cena a base di pesce per farlo innamorare

Ho deciso di organizzare una cena e di invitare tutti i nostri amici. Emanuele ha accettato con entusiasmo: capirai, a casa sua mangiava solo scatolette e cibi precotti! Ora, dovevo scegliere il piatto che lo avrebbe conquistato. Sono ricorsa ad internet, gironzolando su vari siti di ricette e, dopo un attento studio, ho deciso: la portata principale sarebbe stata Calamari ripieni di scarola.

Per prima cosa ho acquistato gli ingredienti: una scarola, olive nere snocciolate (60 gr), provola (100 gr), aglio, sale, alici (250 gr), calamari freschi (1,2 kg), olio extravergine d’oliva di Reggello, terra di gradi olii EVO molto profumati.
La cosa più difficile è stata pulire i calamari (che fatica….), separando corpo e teste.

Vi racconto la ricetta dei Calamari ripieni di scarola e di come,con questo piatto di pesce, ho conquistato l'amore della mia vita con una lezione di cucina

Preparazione dei Calamari ripieni di scarola

Fatto questo, il resto è stata una passeggiata. Anche piuttosto divertente, direi. Ho lavato il ceppo di scarola e ne ho tagliato le foglie grossolanamente. Ho fatto soffriggere nell’olio un po’ di aglio, i filetti di alici e le olive denocciolate.

Ho aggiunto la scarola e fatto cuocere per circa una ventina di minuti, facendola appassire bene. Quando si è cotta, l’ho trasferita in una terrina per farla raffreddare e l’ho mescolata insieme al soffritto di alici e olive, aggiungendo, in ultimo, i dadini di provola. Quindi, ho iniziato a riempire i calamari.

Una volta farciti, ho chiuso ogni singolo calamaro con uno stuzzicadenti. Ho fatto cuocere i calamari in un’ampia padella con dell’olio per circa 20 minuti e, cotti, li ho trasferiti su di un piatto da portata, usando il fondo della padella per cuocere (per circa 10 minuti) le teste che avevo separato.

Ho deciso, però, di personalizzare la ricetta, così, quando ho riscaldato il tutto per servire in tavola, ho fatto saltare, insieme al resto, una manciata di capperi, uvetta sultanina e una spolverata di pan grattato, tutti prodotti assolutamente Biologici.

Vi racconto la ricetta dei Calamari ripieni di scarola e di come,con questo piatto di pesce, ho conquistato l'amore della mia vita con una lezione di cucina

Inutile dire che quando gli ospiti sono entrati, sono stati accolti da un profumino delizioso, ho servito il piatto con del vino bianco, un Meriggio 2013 IGT Toscano Bianco prodotto con uve Sauvignon.

Ebbene, tutti hanno trovato i miei calamari ripieni squisiti. Ed Emanuele? Alla fine della cena, mi ha chiesto se mi andava di dargli qualche lezione di cucina, ogni tanto, così, senza impegno…E tra una lezione e l’altra, 3 mesi fa siamo andati a vivere insieme. E, a casa nostra, una volta a settimana, a cena, ci sono i miei Calamari ripieni di scarola!

 

📍PER APPROFONDIRE:

👉 Insalata del mare d’inverno

👉 Vino toscano e piatti di pesce: i migliori abbinamenti

👉 Pescheria San Pietro, pesce fresco in città

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti