La Valdelsa, la bella valle del fiume Elsa – che nasce dal fianco occidentale della Montagnola Senese fra Siena e Radicondoli -,  confina a ovest con la Val di Cecina, nel Volterrano, a est col Chianti, a sud con la Val di Merse, a nord col Valdarno. Scopriamo insieme uno dei suoi centri più importanti, Casole d’Elsa, e lo facciamo con il suo primo cittadino: il Sindaco di Casole, Piero Pili.

Casole d’Elsa, uno dei borghi più importanti della Valdelsa

Il Comune di Casole d’Elsa nella Valdelsa, gode di un’economia molte forte. Attualmente stanno nascendo oltre 22 aziende agricole, altamente specializzate, con un piano di miglioramento che porterà a sviluppare produzioni di pregio.

Prodotti tipici di Casole d’Elsa

Vino

Il più importante tipo di produzione della zona è il vino. La DOC Terre di Casole è nata nel 2007 e ha una base, logicamente, di sangiovese, oltre ad altri vitigni tipici della zona come il canaiolo, il colorino, eccetera.

Casole d'Elsa è uno dei borghi toscani più belli della Valdelsa, territorio tra Firenze e Siena, al confine con la zona del Chianti e della Val di Merse.

Ci sono una ventina di produttori importanti, tra cui Paolo Caciorgnia, enologo anche di Sting, di Bocelli, e la Cantina Rustici a Monteguidi. Mentre le Tenute Piccini, grande gruppo vitivinicolo toscano, hanno comprato uno stabilimento da queste parti che funzionerà da centro nodale di tutte le loro attività.

Olio EVO, miele, castagne e zafferano

Altre produzioni degne di nota sono l’olio, il miele  – Menchetti, Le soiane, la Fattoria Didattica La Montagnola –  le castagne. Ci sono poi allevatori di bestiame che offrono una qualità della carne eccellente, come l’Agricola Bellaria s.s. bio di natura, in cui non solo si può comprare la carne ma anche partecipare alla lavorazione. L’azienda di Massimiliano Burchianti e di sua moglie Sabrina, è tra l’altro la prima che fin dai primi del novecento ha messo in opera la vendita diretta dei propri prodotti.

Solo all’inizio, ma dal futuro che si annuncia radioso, è la produzione di zafferano. 4 piccole aziende hanno iniziato il difficile percorso di gloria tra cui l’azienda da Daniela Mariani a Monteguidi. Infine è d’obbligo segnalare l’importanza della produzione biologica nel territorio di Casole, ormai per il 70% convertito a questa sana tecnica agronomica.

Casole d'Elsa è uno dei borghi toscani più belli della Valdelsa, territorio tra Firenze e Siena, al confine con la zona del Chianti e della Val di Merse.

La struttura industriale

Casole d’Elsa ha anche una struttura industriale di primo livello raccolta in un’area di altissima qualità nella quale l’azienda più importante è la Pramac che produce gruppi elettrogeni e macchine per la movimentazione fornendo lavoro a 450 persone. In un comune di meno di 4.000 abitanti ci sono più di 1.000 addetti all’industria. 5 aziende sono veri e propri gioielli della Provincia di Siena.
Come comune, Casole – ma affiancato da privati tramite lo school bonus – ha investito in modo deciso sulle scuole, tutte a norma sismica. Ogni aula, ad esempio, è dotata di lavagne multimediali.

I ristoranti di Casole d’Elsa

I ristoranti, una ventina, sono un altro degli aspetti salienti di Casole d’Elsa. Il Caffè Casolani, ad esempio, durante l’estate propone molti concerti di Jazz legati alle varie serate alimentari. Ricordiamo il Ristorante Pizzeria il Porrina, Alla Pieve (Pievescola), Osteria del Borgo di Mensano, il ristorante di lusso, Tosca (interno al Castello di Casole), la Locanda del Molino, la Pizzeria Ristorante Il Merlo, L’Orto di Casole dell’Hotel Terre di Casole.

Casole d'Elsa è uno dei borghi toscani più belli della Valdelsa, territorio tra Firenze e Siena, al confine con la zona del Chianti e della Val di Merse.

Il Palio di Casole

Il Palio di Casole (ne abbiamo parlato in questo articolo) viene corso in un’area di circa 5 ettari, all’ingresso del centro storico, su una pista in terra battuta molto impegnativa. Inizialmente, dal 1700 fino alla fine degli anni ’60 del secolo scorso, si trattava d’un palio tra fattorie. Successivamente, a causa della crisi della mezzadria e di quella economica, il paese passò da 5500 abitanti a 2500 trasformandosi nel comune più vecchio della Provincia di Siena, per ritornare poi, in circa 25 anni, a quasi 4000 abitanti con la palma del più giovane della stessa provincia. Negli anni bui il Palio non si correva più. Ma nel ’76 risorse, e adesso 6 contrade si contendono il titolo di migliore: Rivellino, Pievalle, Il Merlo, Cavallano, Monteguidi e Casole Campagna.

“Le contrade rappresentano un altro aspetto notevole del nostro territorio. Tutte hanno una loro sede e svolgono attività sociali importanti anche in rappresentanza dei molti giovani che partecipano alla vita delle contrade stesse, di cui il palio, che si corre la seconda domenica di luglio, è uno dei due eventi principali.”

Il Palio di Casole d'Elsa 2018 si terrà nel borgo toscano della Val d'Elsa dal 6 all'8 luglio; partecipano anche i fantini del Palio di Siena

Gli eventi di Casole d’Elsa

Per quanto riguarda gli eventi, si parte già a maggio, con replica in autunno, con “Casole fiorita”, un’iniziativa che promuove il mondo delle api e dei fiori. Altri eventi importanti sono la Festa dell’Arte a Mensano,  nel mese di giugno, la Sagra del Fungo a Pievescola, nei due fine settimana iniziali di settembre, e la Fiera dell’Alberaia, a Molino d’Elsa, che riprende l’antica tradizione della fiera del bestiame proponendo prodotti agroalimentari del territorio con esposizione di macchine e attrezzature agricole. Interessantissimi anche eventi privati come l’Estate Casolese, promossa dalla Proloco, che durante la bella stagione promuove decine di concerti di musica classica.

Un evento particolarmente suggestivo è il Presepe Vivente che viene rappresentato ogni 2 anni con la regia dell’Associazione Casole Eventi e che occupa circa un terzo del paese. Qualcosa di straordinario  che davvero vale la pena vivere.

Casole d'Elsa è uno dei borghi toscani più belli della Valdelsa, territorio tra Firenze e Siena, al confine con la zona del Chianti e della Val di Merse.

Trekking in Valdelsa

Il visitatore di Casole d’Elsa e della Valdelsa può percorrere tutta una serie di sentieri trekking opportunamente segnalati, andare in bicicletta seguendo Terra di Casole Bike Hub, esplorare intorno, Colle Val d’Elsa, ad esempio, dove tra l’altro si trova uno dei ristoranti migliori (due stelle Michelin) dell’intera Toscana: Arnolfo.

Da Casole alla Colonna di Montarrenti, nella zona della Selva, c’è da oltre 40 anni la comunità arancione più importante d’Europa – i seguaci di Bhagwan Shree Rajneesh, più noto come Osho – che ospita tutti gli anni migliaia di persone.
La villa di Cotorniano, coi suoi 160 splendidi ettari di terreno, è stata invece comprata da Rick Rubin – produttore statunitense tra i cui artisti è annoverato anche Jovanotti – che la convertirà in una scuola di musica internazionale.

Casole d'Elsa è uno dei borghi toscani più belli della Valdelsa, territorio tra Firenze e Siena, al confine con la zona del Chianti e della Val di Merse.

Accanto si trova uno dei musei all’aperto più belli della Toscana: la Selva di Sogno di Manfredo Deva, più di 200 opere realizzate soprattutto con pietre di ogni colore e forma, raccolte in molti diversi paesi e tenute insieme con la sola forza di gravità. Sempre nel La Selva, in un locale messo a disposizione del Comune che vi compartecipa, sarà allestito un museo con le opere dell’artista giapponese Meera Hashimoto – anche lei legata alla spiritualità di Osho – che ospiterà giovani artisti da tutto il mondo.

Qui da Casole d’Elsa è tutto. Non ti resta che fare un salto da queste parti e constatare di persona la veridicità delle nostre parole. E magari, dopo, raccontare la storia inedita che hai vissuto. Perché no? Scrivici.

Hai un’attività in Valdelsa e vuoi ottenere maggiore visibilità?

Clicca qui

 

Dal Febbraio 2014 in migliaia hanno cliccato qui sopra e centinaia hanno raccontato la loro storia. Vuoi conoscerne alcuni? (link)


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti