Completamente immersa tra le colline, Castellina in Chianti è una delle principali mete per il turismo enogastronomico in Toscana. Già percorrendo la strada per raggiungere il borgo toscano sarete circondati da una bellezza che toglie il fiato e quando, dopo aver svoltato l’ultima curva, vi troverete davanti questo paese incantato del Chianti senese, capirete di essere arrivati in uno dei luoghi più belli del mondo.

Castellina in Chianti: una storia che parte da lontano

Il borgo toscano di Castellina in Chianti (mappa) nasce in epoca etrusca e, nonostante le numerose guerre e terremoti che si sono succeduti da allora fino ai giorni nostri, molti sono i reperti archeologici che è possibile visitare semplicemente passeggiando nel Chianti senese. Tra quelli di maggior rilievo nella zona si annoverano: il Tumolo etrusco di Montecalvario e la Necropoli etrusca di Poggino di Fonteruotoli.

Castellina in Chianti è un bellissimo borgo toscano tra le dolci colline del Chianti Senese, meta ideale per un weekend tra storia e enogastronomia.

Il primo è situato alle porte della città ed è un monumento funerario con un diametro di ben 50 metri risalente al VII secolo a.C.. La seconda, invece, completamente visitabile nella vicina Fonterutoli, è una necropoli di grandi dimensioni utilizzata tra il VII e il V secolo a.C..

Museo Archeologico del Chianti Senese

Altri reperti, invece, sono conservati all’interno del Museo Archeologico del Chianti Senese. Una visita a questo museo vi coinvolgerà tanto da trasportarvi letteralmente in un’altra epoca. Oltre a visitare le sale con i numerosissimi reperti recuperati in tutta la zona del Chianti Senese, il Museo Archeologico ha la sede all’interno di un meraviglioso luogo di interesse storico.

E’ stato realizzato, infatti, nel 2006 all’interno di una Rocca di Castellina in Chianti risalente al 1400. Questa fortificazione, oltre ad essere uno splendido esempio delle costruzioni di età medievale, pervenuto in ottime condizioni fino ai giorni nostri, rappresenta anche il baluardo dell’infinita lotta tra Firenze e Siena.

Castellina in Chianti è un bellissimo borgo toscano tra le dolci colline del Chianti Senese, meta ideale per un weekend tra storia e enogastronomia.

Castellina in Chianti e il Medioevo

Castellina in Chianti fu una delle principali città della Toscana in epoca medievale, come testimoniato dallo splendido borgo perfettamente intatto. Aggirarsi per le stradine acciottolate e tortuose è una piacevole e continua scoperta.

Nel primissimo Medioevo il borgo toscano prese il nome di Saligolpe, o Salivolpe, e fu dato in dono come ricco feudo da parte di Matilda di Toscana alla famiglia Guidi nell’XI secolo. Circa 100 anni più tardi entrò a far parte della Lega del Chianti, insieme alle vicine Radda e Gaiole. Più avanti, come abbiamo già accennato, divenne una roccaforte fiorentina e, vista la posizione strategica, ha svolto un ruolo di avamposto per difendersi dalla bellicosa Siena. Nel 1300 nacquero le prime fortificazioni, distrutte dalla sanguinosa guerra e poi ricostruite nel 1401 nella versione attualmente visibile.

Castellina in Chianti è un bellissimo borgo toscano tra le dolci colline del Chianti Senese, meta ideale per un weekend tra storia e enogastronomia.

Passeggiando per Castellina in Chianti

Il centro storico di Castellina in Chianti è decisamente imperdibile e rappresenta uno dei tanti esempi di architettura Tuscany style da vedere almeno una volta nella vita. Pittoresco e ancora con la forma quadrilatera originaria, è ricco di torri ma soprattutto si caratterizza per la Rocca, dalla cui cima è possibile incantarsi a rimirare l’immensa campagna del Chianti Senese e i vicini borghi.

Ma quella che probabilmente vi sorprenderà più di tutto è la via sotterranea che oggi è nota come Via delle Volte, attualmente ricca di botteghe e ristorantini gradevoli soprattutto in estate, quando si può approfittare del fresco dato dalle spesse mura di pietra. Al di sopra, invece, si trova Via Ferrucci, ma non perdetevi una visita agli splendidi Palazzo Ugolini e Palazzo Bianciardi e la Chiesa di San Piero in località Cedda.

Castellina in Chianti è un bellissimo borgo toscano tra le dolci colline del Chianti Senese, meta ideale per un weekend tra storia e enogastronomia.

Castellina in Chianti: food & wine

Il Made in Tuscany è famoso in tutto il mondo anche, o forse soprattutto, per la squisitezza dei suoi prodotti locali che vanno dal cibo genuino e prelibato al vino Chianti Classico, un rosso corposo, intenso, persistente. Anche per questo è nato l’Ecomuseo del Chianti che raccoglie tutto ciò che le terre senesi hanno da offrire: dall’architettura allo slow food, passando ovviamente per uno dei vini più famosi del mondo.

Cosa fare a Castellina in Chianti

Dopo aver goduto delle bellezze architettoniche e dei paesaggi mozzafiato, la cosa migliore da fare è quella di recarvi alla Tenuta Casanova affiliata alla Sant’Agnese Farm: una beauty farm immersa nel verde nella quale rilassarsi e godere, oltre ai meravigliosi trattamenti benessere, di cooking class professionali e di wine tasting tour.

Castellina in Chianti è un bellissimo borgo toscano tra le dolci colline del Chianti Senese, meta ideale per un weekend tra storia e enogastronomia.

Ristoranti a Castellina in Chianti

Se desiderate mangiare nel centro storico di Castellina in Chianti o appena fuori porta, vi consigliamo: l’Albergaccio di Castellina, la Taverna Squarcialupi e la Rosticceria Re Gallo, quest’ultima da scegliere se avete intenzione di consumare un pasto veloce e di proseguire il vostro giro.

Se invece preferite stare in aperta campagna, approfittate dell’imperdibile La Bottega, dal 1708 sita in località Volpaia o della Tavola di Guido alla Locanda Le Piazze Relais. Quest’ultima vi offrirà un’esperienza sensoriale completa, accontentandovi sotto tutti i punti di vista. Al ristorante di lusso, infatti, si aggiungono i confort di un country hotel di charme immerso nella campagna della Toscana.

Scopri i borghi del Chianti, la loro storia, le loro tradizioni e i migliori ristoranti sul magazine del Chianti di TuscanyPeople.

La storia del vino in Toscana ha origine nel VII sec a.C. ed ogni popolazione toscana ha reso la vitis vinifera centro della propria cultura

Riproduzione Riservata © Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti