Udite, udite: il 4 luglio, al Forte Belvedere, dalle 20:30 in poi, torna l’evento solidarietà “Italian Chef Charity Night”, una pioggia di stelle per il Pronto Soccorso di Careggi. È la quarta edizione dell’appuntamento che raccoglie e propone piatti “griffati” da 15 chef toscani, stellati e non. I fondi raccolti verranno messi a disposizione del Pronto Soccorso di Careggi per acquistare un macchinario salva-vita.

Chef Charity Night 2019: non perdete l’occasione di fare qualcosa di buono

Location d’eccezione, chef d’eccezione, piatti d’eccezione, per uno scopo benefico altrettanto d’eccezione (non soldi astratti che se ne vanno da qualche parte, non si da dove; no sono fondi per qualcosa di visibile e concreto che tutti potranno toccare con mano), in una notte “stellata” di luglio che si presenta, ovviamente, d’eccezione.

La rete di solidarietà degli chef toscani non si ferma. Per il quarto anno consecutivo, dopo tre appuntamenti dedicati alla ricostruzione post-sisma di Amatrice e alla lotta al femminicidio, la tradizionale serata di beneficenza verrà organizzata sulla terrazza del Forte Belvedere ( 👉 Conosci la storia del “cannone delle pastascitutte”del Forte Belvedere?).

Il programma di Italian Chef Charity Night 2019

Il 4 Luglio 2019 al Forte Belvedere di Firenze si terrà Italian Chef Charity Night 2019: evento di solidarietà che coinvolge i migliori chef toscani.

L’appuntamento fiorentino di Chef Charity Night 2019 vedrà coinvolti alcuni dei più rinomati chef fiorentini e toscani, i quali hanno risposto con grande generosità all’appello lanciato dal comitato “Italian Chef Charity Night” per fornire un segnale di continuità con le iniziative degli ultimi tre anni.

Il programma di Chef Charity Night 2019 prevede una cena a buffet aperta al pubblico, con un’offerta minima di 25 euro interamente devoluta al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Careggi per acquistare un macchinario in grado di salvare la vita di chi corre pericolo imminente di morte.

Gli chef della Chef Charity Night 2019

Saranno presenti, tra gli altri, gli stellati Marco Stabile (Ora d’Aria), Maria Probste e Cristian Santandrea (La Tenda Rossa), Filippo Saporito (La Leggenda dei Frati), Giovanni Luca Di Pirro (Castello del Nero), Daniele Zazzeri (La Pineta), insieme – in ordine rigorosamente alfabetico – a Gabriele Andreoni (Gurdulù), Sandro Baldini (Relais Le Jardin), Filippo Baroni (Mater), Andrea Campani (il Borro Tuscan Bistrot) Paolo Gori (Burde), Elisa Masoni (La Quercia di Castelletti), Andrea Perini (Al 588), Giacomo Piazzesi (Olivia), Beatrice Segoni (Konnubio), Giulia Talanti (Dek) ed Edoardo Tilli (Podere Belvedere).

Marco Stabile

Il 4 Luglio 2019 al Forte Belvedere di Firenze si terrà Italian Chef Charity Night 2019: evento di solidarietà che coinvolge i migliori chef toscani.

Lo Chef Marco Stabile

Ricordiamo che Marco Stabile ( 👉 Lo chef Marco Stabile è una nostra vecchia conoscenza, lo abbiamo intervistato nel lontano 2015), classe 1973, toscano, è una promessa mantenuta dell’alta cucina italiana. Tra le esperienze significative l’apertura de L’Osteria di Passignano della famiglia Antinori, la lunga permanenza da Arnolfo ( 👉 Scopri il ristorante Arnolfo a Casole d’Elsa, 2 stelle Michelin, guidato dallo chef Gaetano Trovato) e quella presso Il cavaliere del Castello di Gabbiano ( 👉Il Cavaliere, il ristorante country chic del Castello di Gabbiano) dell’azienda enologica Beringer Blass. Arrivato al progetto Ora d’Aria, ha finalmente avuto la possibilità  di esprimere al meglio il suo spirito curioso, cosmopolita e innovativo, forte, però, di una solida e radicata tradizione toscana.

Maria Probst e Christian Santandrea

Tradizione e modernità si incontrano anche nella cucina di Maria Probst – 1 stella Michelin al ristorante La Tenda Rossa di Cerbaia in San Casciano in Val di Pesa (Firenze) – che insieme al marito Cristian Santandrea, esalta le materie prime del patrimonio enogastronomico toscano ottenendo piatti sempre raffinati.

Filippo Saporito

Il 4 Luglio 2019 al Forte Belvedere di Firenze si terrà Italian Chef Charity Night 2019: evento di solidarietà che coinvolge i migliori chef toscani.

Mentre la filosofia di Filippo Saporito – anche lui insignito di 1 stella Michelin -, chef a La Leggenda dei Frati di Villa Bardini a Firenze, segue due linee guida ben precise: prodotti locali e scelta etica. Fondamentale la selezione delle materie prime, della carne di qualità, ma anche la sperimentazione. Nel corso degli anni, si è specializzato nella cucina vegana, dedicandole uno spazio importante.

Giovanni Luca Di Pirro

Quanto a Giovanni Luca Di Pirro – executive chef del ristorante stellato La Torre al Castello del Nero in Tavarnelle Val di Pesa (Firenze) – è assolutamente contrario all’esasperazione di tecniche ed estremismi, e convinto che innovazione significhi soprattutto rispettare il carattere delle materie prime riuscendo a mantenerle comprensibili anche nei piatti più articolati. Valorizza al massimo preparazioni di grande equilibrio e complessità. Bravo anche a reinterpretare le proposte vegetariane.

Il 4 Luglio 2019 al Forte Belvedere di Firenze si terrà Italian Chef Charity Night 2019: evento di solidarietà che coinvolge i migliori chef toscani.

Daniele e Andrea Zazzeri

Infine Daniele e Andrea Zazzeri, del celebre ristorante La Pineta, a Bibbona, figli del noto chef stellato Luciano Zazzeri, scomparso quest’anno. La cucina, punto di riferimento a livello internazionale, ha tra i propri clienti gente del calibro di Mick Jagger, Beppe Grillo, Paolo Bonolis, Diego Abatantuono e, ancora, manager, politici e intellettuali. I suoi cavalli di battaglia: il pesce bollito e gli spaghetti alle vongole.

Dove vanno i fondi di Italian Chef Charity Night 2019

I fondi raccolti durante la serata – patrocinata da Comune di Firenze, Confcommercio e Confesercenti e condotta, come sempre, da Annamaria Tossani – saranno consegnati nelle mani del direttore del Pronto Soccorso di Careggi, Stefano Grifoni.

Il 4 Luglio 2019 al Forte Belvedere di Firenze si terrà Italian Chef Charity Night 2019: evento di solidarietà che coinvolge i migliori chef toscani.

Lo Chef Filippo Saporito

Insieme ai piatti degli chef, con un’offerta di 25 euro si potranno assaggiare anche le bruschette di Johnny Bruschetta, le pizze fritte di Giovanni Santarpia e Mario Cipriano, i cantucci del forno Pane, amore e fantasia, i vini dell’azienda vinicola I Balzini, lo champagne della maison Bergere, i dolci del cioccolatiere Andrea Bianchini, i cocktail di Habitat Firenze e il gelato di Paolo Pomposi (Badiani) e Antonio Ciabattoni (Sorbettiera) (👉 Scopri le 10 gelaterie più buone di Firenze).

A tre anni dalla prima edizione della prima Chef Charity Night – spiega Il Forchettiere Marco Gemelli, organizzatore insieme a Once Eventschiediamo a Firenze di ripetere la straordinaria prova di generosità delle volte precedenti. Con l’acquisto del macchinario per il Pronto Soccorso di Careggi possiamo contribuire a evitare altre morti, e per questo vogliamo chiamare a raccolta la popolazione di Firenze perché dia una volta di più il suo contributo”.

Il 4 Luglio 2019 al Forte Belvedere di Firenze si terrà Italian Chef Charity Night 2019: evento di solidarietà che coinvolge i migliori chef toscani.

La Chef Beatrice Segoni

Gli Chef e i loro piatti

Gabriele Andreoni (Gurdulù): Sandwich Rossini | Sandro Baldini (Relais Le Jardin): Branzino in carpione, asparagi di mare saltati e caviale di melanzane | Filippo Baroni (Mater): Coda di Chianina ricostruita, datterini e salsa di erbe amare | Andrea Campani (Borro Tuscan Bistro): Cannolo con pappa al pomodoro | Giovanni Luca Di Pirro (Castello del Nero): Guancetta di maiale del Casentino marinata al mirto con salsa al peperoncino e vaniglia | Paolo Gori (Da Burde): Insalata di trippa e menta | Elisa Masoni (Le Querce di Castelletti): Tacos di ceci con mousse di baccalà affumicato e lattuga di mare |
Andrea Perini (Al 588): Fegato, pesca delle suore di Rosano, lavanda e Madeira |
Giacomo Piazzesi (Olivia): “TacOlivia di Pollo” con verdure, MayOlivia e tubetto di olio
spalmabile | Maria Probst e Cristian Santandrea (La Tenda Rossa – Cerbaia): Pan di fegato | Filippo Saporito (La Leggenda dei Frati): Terrina di fegatini | Beatrice Segoni (Konnubio): Risotto cacio e pepe di timut con gambero rosso crudo | Marco Stabile (Ora d’Aria): Astice da bere con perle di yogurt e anice | Giulia Talanti (Dek Prato): Vitello Tonnato 2.0 | Edoardo Tilli (Podere Belvedere): Sweet Mandarino | Daniele Zazzeri (La Pineta): Sgombro marinato con crema di ricotta, cipolla di Tropea e caramello all’aceto balsamico.

Vi aspettano numerosi. Accorrete.

Un ringraziamento speciale all’amico Mister Gusto Luca Managlia per i suoi bellissimi scatti.

E tu che chef sei? Scrivici del tuo estro culinario.

Clicca qui

 

Dal Febbraio 2014 in migliaia hanno cliccato qui sopra e centinaia hanno raccontato la loro storia. Vuoi conoscerne alcuni? (link)


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti