Il cibo per gli italiani è qualcosa di sacro, una passione che unisce tutta la penisola, isole comprese. Nelle nostre cucine di casa generazioni di donne hanno sfamato schiere di pargoli, fissando le regole di una delle più importanti culture enogastronomiche del mondo. Oggi però sempre più spesso gli italiani escono a mangiare fuori casa. Ma cosa cercano gli italiani al ristorante?

Cibo, amore mio. Cosa cercano gli italiani al ristorante?

Che grande passione il cibo per gli italiani. Eppure non siamo un popolo di grassi, di obesi, comunque non più di tanti altri, in genere meno di tanti altri. Lo sa bene chi vive negli Stati Uniti o in Germania, ad esempio.

Per noi il cibo non è tanto il quanto, ma il come e il perché: ricerchiamo, testiamo, sperimentiamo. Il nostro concetto di stare a tavola va anche al di là di una passione, si fa quasi culto: il ristorante diventa un tempio sacro e lo chef di turno un sacerdote che ogni volta ci propone una nuova religione da esplorare, da gustare. Non si scherza sul cibo da noi, tra commensali si ride, ma sulla qualità di ciò che mangiamo siamo molto seri. Perché qui in Italia, tutti, più o meno, diventano esperti fin da bambini.

Cosa cercano gli italiani al ristorante? Quali sono le motivazioni che ci spingono ad andare a mangiare fuori? Quali criteri seguiamo?

Il cibo, insieme alla lingua, alla geografia, alla moda, e a una certa predisposizione ai piaceri della vita che ci accomuna più o meno tutti, da nord a sud, è una delle poche cose che unisce gli italiani culturalmente e storicamente molto eterogenei. Quando parliamo di cibo, sì, finalmente diventiamo un popolo all’ombra dell’unica bandiera dell’eccellenza enogastronomica. Non sarà granché ma è pur sempre meglio di nulla.

Perché andiamo a mangiare fuori?

Tuttavia un conto è la cucina di casa, un conto è la cucina fuori casa. Gli italiani amano andare al ristorante? Sì, moltissimo. Cosa cercano gli italiani al ristorante? Ricerche che ci derivano da varie fonti, tra cui Doxa e Groupon, ci rendono un quadro vario e interessante sotto molti aspetti.

Intanto sono una ventina di milioni gli italiani che vanno al ristorante mossi dalla curiosità di sperimentare. Come dire: 1 su 3. Mica pochi. Primo dato su cui riflettere. Altri dati su cui riflettere: gli italiani escono a mangiare in media 5/6 volte al mese, preferibilmente il venerdì e il sabato sera (82%), o in alternativa la domenica e il mercoledì (30% vs 24%), giorno scelto soprattutto dalla fascia giovane del campione (18-34), che preferisce uscire a metà settimana per spezzare la routine.

Cosa cercano gli italiani al ristorante? Quali sono le motivazioni che ci spingono ad andare a mangiare fuori? Quali criteri seguiamo?

Ma, cosa cercano gli italiani al ristorante? Quali sono i piatti più ricercati? In genere si resta fedeli alla tradizione: i piatti più gettonati per una cena fuori casa sono la pizza (77%), seguita dalla cucina mediterranea (65%) e dal cibo tradizionale offerto dalle trattorie (55%). La cucina etnica è l’opzione del 33%, ed è preferita soprattutto nelle regioni del Nord Italia (Piemonte, Liguria e Lombardia). Al Sud ci si dirige preferibilmente verso le hamburgherie, i locali di street food e da aperitivo.

La spesa media si aggira intorno ai 21€: per una pizza si spendono 16€, per la cucina mediterranea almeno 30€, per la trattoria circa 20€,  infine per il cibo etnico intorno ai 23€.

Cosa cercano gli italiani al ristorante?

Quindi gli italiani escono a pranzo e/o cena circa 6 volte al mese. Un trend in crescita che tra l’altro vede un misero 16% dichiarare di farlo una sola volta al mese. Ma perché si va a mangiare fuori casa? Al di là del cibo, cosa cercano gli italiani al ristorante?

Più di 1 italiano su 2  lo fa per ritagliarsi un momento di benessere personale, in cui stare bene con se stessi e staccare la spina, uno spazio di relax capace di portare conforto anche nelle giornate più dure e lasciare così un bel ricordo. Un 30% lo fa come momento di socialità e relazione, per godere della compagnia degli amici. Per il 26%, invece, la motivazione principale è il menù, ossia il mangiare fuori concepito come momento di pura sperimentazione in cui lasciare libero sfogo alla propria curiosità nell’assaggiare piatti e sapori innovativi.

Cosa cercano gli italiani al ristorante? Quali sono le motivazioni che ci spingono ad andare a mangiare fuori? Quali criteri seguiamo?

Il mangiare fuori casa non è quindi soltanto una questione di cibo diverso: il 91% degli italiani dichiara che in futuro si continuerà a farlo per il piacere della compagnia e che il diffondersi dei servizi di consegne a domicilio non stravolgerà l’abitudine.

L’atmosfera di un ristorante è inoltre un fattore basilare nella scelta: solo 1 italiano su 10 si sente meglio a casa propria preferendo un’atmosfera informale e familiare alla possibilità di spezzare la routine cambiando ambiente. 6 volte su 10 un’uscita fuori a pranzo e/o cena avviene in compagnia di amici.

Come si sceglie un ristorante?

Il principale criterio per scegliere un ristorante resta la qualità del cibo (77%). Altri fattori sono il prezzo (73%) la pulizia del locale (62%), la posizione (56%), lo staff (53%) l’atmosfera che si respira (53%), infine il consiglio di amici e parenti (51%). Quest’ultimo criterio è particolarmente importante per gli utenti under 35. Man mano che passano gli anni si tende invece a privilegiare l’atmosfera del locale e la cortesia dello staff.

Cosa cercano gli italiani al ristorante? Quali sono le motivazioni che ci spingono ad andare a mangiare fuori? Quali criteri seguiamo?

Un altro dei fattori chiave da tenere presente quando parliamo di cosa cercano gli italiani al ristorante è rappresentato dagli ingredienti. Se da un lato si tende sempre di più a preferire piatti con ingredienti di alta qualità, dall’altro emerge la necessità di fare attenzione ad allergeni e intolleranze alimentari: al primo posto (48%) c’è l’opzione verso alimenti stagionali/freschi, seguito (39%)  da quella per alimenti a km zero, e subito dopo (31%) da quella per alimenti biologici/DOP.

Al quarto posto viene l’attenzione a menù che rispondano alle necessità di clienti con intolleranze e allergie (21%), tra cui piatti per celiaci o alimenti senza lattosio, un fattore, questo, che diventa ancora più importante per le nuove generazioni nella fascia compresa tra i 18 e i 34 anni (millennial).

Dal mangiare tanto al mangiare bene

“Il focus si è spostato dal «mangiare tanto» al «mangiare bene» – afferma Nicola Cattarossi, Managing Director Groupon Southern Europe – “e sta crescendo una maggiore consapevolezza nel nostro paese rispetto al cibo di qualità. A conferma di questo trend, i menù dei ristoranti partner di Groupon si stanno evolvendo per andare incontro ai bisogni e desideri di una clientela sempre più varia ed esigente: si tratta di veri e propri “menù parlanti”, capaci di guidare la scelta del cliente dando voce alle tipologie di piatti offerti e alle diverse necessità personali.

Cosa cercano gli italiani al ristorante? Quali sono le motivazioni che ci spingono ad andare a mangiare fuori? Quali criteri seguiamo?

L’importanza del web

Il passaparola di amici e parenti è il motivo principale (66%) che spinge i consumatori a provare un nuovo ristorante. Il 58%, si affida alle recensioni online sui portali dedicati, mentre solo il 39% sceglie il ristorante girando fisicamente per la città. Anche il consiglio dei web influencer è tenuto in gran conto: ben il 52% degli intervistati segue uno o più food blogger con costanza, soprattutto nel caso di clienti di età compresa tra i 35 e i 44 anni.

Il 69% dichiara di condividere con gli altri l’esperienza fatta al ristorante tramite il passaparola o i social media. Il 68% si fida delle recensioni, il 91% ritiene sia importante controllarle. In 6 casi su 10 prevale lo spirito critico in attesa di farsi una propria idea.

È assolutamente necessario per un ristoratore attrarre recensioni positive sul web. Come più volte ribadito da Almir Ambeskovic, Regional Manager di The Fork: “Prima un’osteria in un via con poco passaggio, o magari senza un’insegna evidente, aveva poche chance di restare aperta a lungo. Oggi, invece, grazie alle app è il cliente stesso che si mette in cerca del locale, e non è più solo il locale a doversi sbracciare per attrarre clienti”.

Cosa cercano gli italiani al ristorante? Quali sono le motivazioni che ci spingono ad andare a mangiare fuori? Quali criteri seguiamo?

Ultimo dato per capire cosa cercano gli italiani al ristorante: il WiFi. Pare che per 1 milione di italiani la presenza del WiFi sia uno degli elementi più importanti da considerare nella scelta del locale in cui andare a mangiare.

Un luogo dove coltivare ricordi

Chiudiamo col pensiero di Marilena Colussi: “Il ristorante del futuro sarà un luogo dove non solo si mangia, ma si degusta, si conoscono persone, luoghi e prodotti e si imparano cose. Dovrà diventare un luogo sempre più esperienziale, che non guadagnerà solo sul menu.” 

Ti è piaciuto il nostro articolo su cosa cercano gli italiani al ristorante? E tu, perché vai a mangiare fuori? Scrivici le tue ragioni, le tue esperienze. E ti risponderemo.

Sei un ristoratore toscano in cerca di visibilità?

Raccontaci la tua Storia

 

Dal Febbraio 2014 in migliaia hanno cliccato qui sopra e centinaia hanno raccontato la loro storia. Vuoi conoscerne alcuni? (link)

Cosa cercano gli italiani al ristorante? Quali sono le motivazioni che ci spingono ad andare a mangiare fuori? Quali criteri seguiamo?

V Supper Club: “eccellenza da applausi a scena aperta” – Photo By David Glauso

 

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti