5 cose da sapere su Livorno: storia e curiosità da conoscere prima di perdersi nella bellezza marina della città labronica, il più importante porto della Toscana dall’epoca dei Medici.

Alla scoperta Livorno, la città del vento e del mare

Chiunque abbia messo piede in Toscana e goduto della sua natura incontaminata, certamente ricorderà ognuno dei posti visitati. E non si può dire di conoscere la nostra se non si è mai visitata la più grande città portuale della costa toscana: Livorno. Storie e curiosità livornesi: dai 4 Mori alla Terrazza Mascagni, le 4 cose da sapere per scoprire la città labronica.

I 4 Mori livornesi

5 cose da sapere per visitare Livorno, il più grande porto della Toscana: da La Venezia ai 4 Mori, storie e curiosità sulla città labronica

In molti si saranno chiesti perché il simbolo di Livorno sono i 4 Mori. La storia dei 4 Mori risale al periodo mediceo, all’epoca in cui Firenze estese il suo dominio sulla costa.

La statua venne eretta in onore di Ferdinando I de’ Medici e rappresenta lui più 4 figure in bronzo di pirati-mori incatenati al piedistallo talmente realistici che sembrano muoversi. L’opera, che si trova in Piazza Micheli, venne commissionata dal Granduca Ferdinando in persona a Pietro Tacca, lo stesso autore della statua del Porcellino di Firenze, e fu portata a compimento solo dopo la sua morte, nel 1609.

Vuole la leggenda che esista un punto della piazza da cui si riescono a vedere “contemporaneamente” i nasi di tutti e 4 i Mori. Noi questo punto non l’abbiamo trovato, se ci riuscite vi preghiamo in ginocchio di mandare testimonianza a info@tuscanypeople.com oppure pubblicarla su Instagram con l’hashtag #tuscanypeople : ve ne saremo grati per sempre.

La Torre della Meloria

5 cose da sapere per visitare Livorno, il più grande porto della Toscana: da La Venezia ai 4 Mori, storie e curiosità sulla città labronica

Foto Andrea Dani

La Torre della Meloria si trova a 3 miglia dalla costa livornese. Oltre ad essere molto affascinante è una struttura famosa a seguito della battaglia tra pisani e genovesi, dove Pisa perse la sua indipendenza com Repubblica marinara: la cosiddetta “Battaglia della Meloria” del 1284. La torre venne completamente distrutta nel 1284 dalle 88 flotte genovesi comandate da Umberto Doria e dalle 100 galere pisane capeggiate da Morosini.

È proprio da questa battaglia che è nato uno dei detti pisani più famosi (ci scusiamo in anticipi per la volgarità): “t’avessi ‘n culo ti caeri alla Meloria” (traduzione: “se ti avessi nel posteriore ti andrei ad espellere alla Meloria”)  Nel 1598 Ferdinando I ordinò la ricostruzione dell’attuale Torre della Meloria: 4 pilastri sostenuti da imponenti archi. Serviva per segnalare ai naviganti la pericolosità delle secche di Meloria ed evitare disastri per i bastimenti.

👉 Leggi anche: Il Granduca Ferdinando I e la città di Livorno

La Fortezza Vecchia e la Fortezza Nu0va

5 cose da sapere per visitare Livorno, il più grande porto della Toscana: da La Venezia ai 4 Mori, storie e curiosità sulla città labronica

Tanto per restare in tema, quella che viene chiamata Fortezza Vecchia fa parte di una struttura inizialmente eretta dai pisani per rafforzare il Porto Pisano che in seguito alla sconfitta di Pisa e del passaggio di Pisa e Livorno sotto dominio fiorentino, i Medici ingrandirono rendendola la Fortezza principale del nuovo Porto Mediceo.

Oltre alla Fortezza Vecchia a Livorno troviamo anche la Fortezza Nuova. Eretta nel Cinquecento su progetto di Bernardo Buontalenti, in collaborazione con  Claudio Cogonaro e Alessandro Pieroni, nel corso del Seicento venne in parte smantellata, riducendola al solo Bastione di San Francesco, per fare spazio a nuove aree abitative della città: il Quartiere La Venezia.

Quartiere La Venezia

5 cose da sapere per visitare Livorno, il più grande porto della Toscana: da La Venezia ai 4 Mori, storie e curiosità sulla città labronica

Il Quartiere La Venezia di Livorno deve il suo nome proprio al fatto di essere attraversato dal canale dei Navicelli e da un fossato su cui si affacciano i palazzi, proprio come nell’omonima città di Venezia; in passato i canali erano un’esigenza per il trasporto merci, mentre oggi è un’attrattiva turistica con barche da diporto e ristoranti tipici sulle sponde.

Senza dubbio questo quartiere è uno dei più belli e affascinanti di Livorno, ideale per una passeggiata romantica tra i canali o per scoprire la Livorno più autentica con locali di musica dal vivo e ristorantini nascosti dove gustare la tipica cucina livornese.

👉 Leggi anche: 5 Piatti tipici livornesi, dal cacciucco al ponce

La Terrazza Mascagni

5 cose da sapere per visitare Livorno, il più grande porto della Toscana: da La Venezia ai 4 Mori, storie e curiosità sulla città labronica

Uno dei più spettacolari panorami della Toscana si gode senza dubbio dalla Terrazza Mascagni!

Una piazza dalle linee sinuose, affacciata sul Mar Tirreno,  completamente piastrellata di grandi mattonelle quadrate bianche e nere. La costruzione della Terrazza Mascagni ha inizio negli Anni Venti, a cui risale il nucleo originario, mentre il gazebo è di età fascista. Sarà però solo nel dopoguerra che la Terrazza Mascagni assumerà la forma definitiva.

👉Leggi anche: Acquario di Livorno: il profondo blu emerge in superficie

 

Riproduzione Riservata © Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti