Dove andare al mare in Toscana seguendo le Vele di Legambiente e Touring Club

In hotel o in camping, in villaggi o in case di villeggiatura, una delle mete più ambite per le vacanze estive, anche in tempi di Covid, è sempre la Toscana. 500 km di litorale di sabbia, di scogli, di multicolori acque cristalline, spesso vincitrici di Bandiere Blu, oltre alle frastagliate meraviglie delle isole dell’Arcipelago Toscano, fanno di questo territorio un vero e proprio paradiso per chi desidera un mare bello, pulito, attrezzatissimo per l’accoglienza di ogni genere.

Dalla Riviera apuana fino all’ultimo paese della Maremma, da Gorgona a Giannutri, la nostra costa è un unico, incessante, alternarsi di bellezza naturale, arte, storia, cultura, eccellenza di proposte enogastronomiche, divertimento, oltre a infinite possibilità di sport di ogni tipo, dalla vela all’escursionismo alla mountain bike, fino ai generi più estremi.

Ma davanti a una tale varietà, come decidere dove andare al mare in Toscana?

La Costa d'Argento è uno dei più bei tratti della costa toscana: da Capalbio a Talamone è una meta perfetta per vacanze in Toscana d'estate

Dove andare al mare in Toscana secondo Legambiente e Touring Club

Esistono criteri abbastanza oggettivi per scegliere dove andare al mare in Toscana: le vele assegnate da Legambiente e Touring Club.

Rispondiamo subito: tenendo sempre ben presente che la perfetta oggettività non esiste, dato che risente comunque del giudizio umano, è possibile in ogni modo usufruire delle valutazioni di Legambiente e Touring Club riguardo al mare più bello e pulito d’Italia. Ogni anno Legambiente e Touring Club assegnano da 1 a 5 vele ai comprensori balneari, marini e lacustri, più belli e sostenibili d’Italia. Vengono premiate con con 5 Vele le località che hanno puntato sulla qualità ambientale, sulla buona gestione del territorio e su servizi d’eccellenza.

E udite! udite! Cosa scopriamo in anteprima!? Nel 2021 la Toscana domina la classifica coi litorali selvaggi della Maremma grossetana, scalzando dal primo posto le splendide spiagge sarde di Baronia, di Posada e della Gallura costiera, il comprensorio di Baunei, il litorale di Chia a sud, l’Area marina protetta della Penisola del Sinis e il litorale della Planargia, nonostante che la Sardegna rimanga in tutti i casi la regione più premiata, con ben 6 comprensori a 5 Vele su 18 presenti in classifica. Insomma, incredibile dictu, la Maremma Grossetana ha superato i quasi insuperabili comprensori sardi.

La Maremma Grossetana vista dall'alto

Cosa sono le 5 vele Legambiente e TCI, e come vengono assegnate?

Ogni anno Legambiente e Touring Club valutano i comprensori turistici in base a diversi parametri, divisi in due principali categorie: qualità ambientale e qualità dei servizi ricettivi. Gli indicatori e la loro attribuzione tengono conto di requisiti definiti in ambito europeo col contributo della rete delle ecolabel secondo i criteri del progetto Life “VISIT”.

Partendo quindi dal mare, e dalle valutazioni espresse dai Circoli locali di Legambiente e dall’equipaggio della Goletta Verde che, ad esempio, certifica la qualità delle acque, i due istituti allargano il raggio e integrano questi dati con la valutazione dell’offerta del territorio. Si tiene conto della capacità di tutelare l’ambiente, ma anche le tradizioni, l’artigianato e la gastronomia, la qualità delle strutture ricettive, la mobilità dolce e l’offerta culturale.

La spiaggia della Feniglia nella Maremma toscana

La Maremma toscana ottiene 5 Vele Legambiente e Touring Club

Al vertice della classifica del Mare più bello 2021, la Maremma toscana si aggiudica le 5 Vele di Legambiente e Touring Club. Lungo questo tratto di costa, borghi e comuni si sono impegnati a tutelare il territorio e a valorizzare le aree naturalistiche.

Quindi, alla domanda “Dove andare al mare in Toscana“, non possiamo che rispondere: “In Maremma“. E allora vediamolo questo tratto di costa premiato sopra ogni altro in Italia.

Hai prenotato le vacanze in Maremma toscana? Vademecum delle 10 cose da fare in vacanza in Maremma per poter dire di averla visitata davvero.

Dove andare al mare in Toscana vicino a Follonica

Al centro dell’omonimo golfo, Follonica è famosa per le località balneari attrezzate e le sue acque cristalline. Grazie a queste caratteristiche, da oltre 20 anni, la cittadina marinara toscana detiene la Bandiera Blu. Nel decidere dove andare al mare nei dintorni di Follonica, un must assoluto è la spiaggia di Cala Violina, considerata tra le più belle d’Italia. Una lunga passeggiata ombreggiata, attraverso il bosco, vi porterà in questo angolo di paradiso. Attenzione però: a causa delle disposizioni anti-covid lo spazio è contingentato e a numero chiuso, per cui è necessario prenotare con largo anticipo.

Altre due spiagge vicino Follonica da visitare sono la Carbonifera e la spiaggia di Torre Mozza. La prima, immersa nel Parco Costiero della Sterpaia, ex Riva Verde, con dune di sabbia fine, una pineta secolare e rigogliosa e un basso fondale, è perfetta per famiglie con bambini; la seconda, sovrastata dalla torre saracena da cui eredita il nome, è circondata da mare cristallino e vista sulle isole d’Elba e di Montecristo.

👉 Leggi anche: Le 10 spiagge più belle della Maremma toscana

Il Parco della Sterpaia, tra Piombino e Follonica, con i suoi 8 km di spiaggia è una delle località di mare più conosciute della Maremma

Scarlino: la spiaggia della tartaruga Caretta Caretta

Scarlino ha una costa lunga 11 km. Nel versante Nord-Ovest troviamo la spiaggia del Puntone, di cui un piccolo tratto è diventato, nel 2014, la “spiaggia delle tartarughe Caretta Caretta”. È stato un evento eccezionale perché la Caretta Caretta è una specie protetta e perché mai questa specie aveva nidificato sulle coste della Toscana.

Nel versante a sud del Porto di Scarlino, troviamo, in sequenza: la piccola ed esclusiva spiaggia di Cala Felice; la spiaggia libera di Cala Martina, che si può raggiungere solo a piedi o in bicicletta (vi sbarcò Garibaldi in fuga dalle guardie pontificie); la già citata Cala Violina.

Cala Violina è una bellissima cala sulla costa della Maremma a sud di Follonica

Punta Ala, località marina d’élite

Il nostro itinerario lungo la costa per decidere dove andare al mare in Toscana, procede verso sud. Qui troviamo la rinomata località turistica d’élite di Punta Ala, caratterizzata dalla presenza di un attrezzatissimo porto. Il territorio, piccola penisola circondata dal mare, è in gran parte ricoperto da una fitta macchia mediterranea. Il moderno abitato è dominato dalla mole del Castello di Balbo, noto anche come Forte di Punta Ala, sulla cima del promontorio di Capo Troia.

Sull’altura di Punta Hidalgo, che la domina, si innalza Torre Hidalgo, nota anche come Torre del Barbiere, fortificazione della seconda metà del Cinquecento inclusa nel sistema difensivo del Principato di Piombino.

Punta Ala è una località di mare in Toscana in provincia di Grosseto

Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia è un delizioso antico borgo di pescatori nel cui pittoresco porto-canale ogni sera attraccano i pescherecci. Sul centro storico, molto ben tenuto, domina la Rocca (o Castello) risalente al XV secolo, oggi di proprietà privata. Piacevolissimo passeggiare nelle strade e nei vicoli, densi di negozi e proposte gastronomiche di qualità.

A est del paese c’era un tempo il lago Prile al cui posto, oggi, si estende la Riserva Naturale della Diaccia Botrona, considerata la più significativa area umida d’Italia.
Le spiagge di Castiglione della Pescaia, caratterizzate da fine sabbia chiara e circondate da pinete, sono molto apprezzate dagli amanti degli sport velici.

👉 Leggi anche: Visitare Castiglione della Pescaia, perla della Maremma toscana

Castiglione della Pescaia in una giornata di sole e isole dell'Arcipelago toscano

Dove andare al mare in Toscana a sud di Castiglione della Pescaia

Procedendo sempre verso sud alla scoperta delle migliori località dove andare al mare in Toscana, troviamo un altro bellissimo tratto di costa, ideale per chi è alla ricerca di una sana vita di mare, arricchita da arte, storia e cultura.

Il borgo di Talamone

Talamone, ad esempio, a sud dei Monti dell’Uccellina, è un borgo medioevale che si affaccia sul bellissimo Golfo dell’Argentario. Il piccolo porto è dominato dalla grande rocca aldobrandesca, del tardo Duecento. Il centro è ottimamente conservato e caratterizzato da strette strade tra antiche case in pietra. La baia è famosa per gli sport velici.

I tomboli della Laguna di Orbetello

La zona lagunare di Orbetello è delimitata, verso il mare, da due strisce di sabbia dette “tomboli”: il Tombolo della Feniglia e quello della Giannella. Il borgo di Orbetello è collegato al cuore del Monte Argentario da una diga artificiale costruita nel 1841.

Antico mulino spagnolo nella Laguna di Orbetello

L’Argentario e i suoi borghi: Porto Santo Stefano e Porto Ercole

Il Monte Argentario è in realtà una penisola che si sporge, splendida, sul mare, davanti alle isole del Giglio e di Giannutri. Se non fosse collegata al continente dai due sopracitati tomboli, l’Argentario sarebbe una vera e propria isola, la seconda dell’Arcipelago Toscano.

Le due località principali del Monte Argentario sono Porto Santo Stefano e Porto Ercole. Nel primo è da visitare la bella Fortezza Spagnola, oltre all’esteso lungo mare fino a Piazza dei Rioni, il “salotto” del paese. Il secondo è noto come il borgo in cui, nel 1610, morì Caravaggio. Il suo antico nucleo abitativo è splendidamente raccolto dentro le mura ai piedi della Rocca che lo sovrasta. Dalle imponenti fortezze spagnole del XVI secolo – Forte Filippo, Stella e Santa Caterina – è possibile ammirare un paesaggio mozzafiato, davvero unico al mondo.

Forte Stella è uno dei forti di Porto Ercole, borgo toscano tra i più belli d'Italia

Promontorio di Ansedonia: Capalbio e l’antica città di Cosa

Sempre viaggiando in direzione sud, alla ricerca delle migliori spiagge dove andare al mare in Toscana, troviamo il promontorio di Ansedonia. Qui un tempo sorgeva l’antica città romana di Cosa, ma forse la maggiore attrazione di questo tratto di mare è all’interno, Capalbio. Il borgo toscano è da decenni meta di un turismo elitario, attratto dall’affascinante atmosfera che si respira tra le stradine del borgo e dalle belle spiagge di Chiarone, Macchiatonda e Torba. Anche Giacomo Puccini amava rifugiarsi in queste terre, soprattutto per le battute di caccia.

Capalbio ha saputo conservare sostanzialmente intatto il suo antico impianto medievale. Seguendo le mura si può percorrere integralmente l’antico cammino di ronda, da cui godere di un suggestivo panorama sulla campagna circostante. La Porta Senese mostra ancora le ante originali del Quattrocento in legno massiccio.

👉 Leggi anche: Paesi e spiagge della costa maremmana, da Follonica a Capalbio

L'antica città di Cosa, sorge nel sud della Maremma, ad Ansedonia. Consiglio: visitate gli scavi archeologici, offrono panorami mozzafiato

Dove andare al mare in Toscana: le 7 isole dell’Arcipelago toscano

Di fronte al tratto di costa toscana che va da Livorno al Lazio, sorgono le isole dell’Arcipelago toscano: Gorgona, Capraia, Elba, Pianosa, Montecristo, Giglio, Giannutri. Dal 1989 le isole sono costituite nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, il primo grande parco marino italiano, il più esteso tra quelli europei, con una superficie di 568 km2.

Togliendo Gorgona, Pianosa, Montecristo e Giannutri, che per varie ragioni sono soggette a molte restrizioni e non sono adatte al turismo se non in casi speciali, Capraia, Isola d’Elba e Giglio, sono tra i luoghi più belli dove andare al mare in Toscana.

Cala Maestra è una cala dell'Isola di Montecristo nell'Arcipelago toscano

Le coste di Capraia, la terza isola dell’Arcipelago

A Nord-Ovest dell’isola d’Elba, l’Isola di Capraia è la terza per grandezza dell’Arcipelago toscano. Di origine vulcanica, è uno straordinario spettacolo di scultura dovuta alla lava e all’erosione degli agenti atmosferici, che forma coste scoscese con rocce dai colori vivaci.

La costa sud di Capraia è indimenticabile: Cala Rossa, antico cono vulcanico, crollato da un lato, incanta per l’intensità dei colori e dei contrasti; da Punta dello Zenobito, con la maestosa torre posizionata in cima, si gode un panorama unico.

L'isola di Capraia fa parte dell'Arcipelago toscano

Le 126 bellissime spiagge dell’Isola d’Elba

L’Isola d’Elba è la più grande dell’Arcipelago Toscano, la terza isola italiana, dopo la Sicilia e la Sardegna. Intensamente abitata da Etruschi e Romani, di cui conserva ancora importanti vestigia, il suo capoluogo, Portoferraio, venne fortificato da Cosimo I, Granduca di Toscana, tanto da farne un gioiello di urbanistica militare.
Anche Napoleone Bonaparte, durante i 10 mesi del suo esilio, lasciò all’Elba impronte importanti, come due residenze, oggi divenute Musei Nazionali e visitate ogni anno da migliaia di turisti.

L’Isola d’Elba offre una varietà di paesaggi stupefacente: meravigliose scogliere a picco sul mare e ben 126 spiagge. Sulla costa sud e quella nord-occidentale, le spiagge elbane sono dorate, come: Biodola, Procchio, Lacona, Cavoli, Fetovaia; a ovest di Portoferraio, le spiagge sono piccole e di ghiaia candida: Le Ghiaie, Capo Bianco, Sansone; le spiagge dell’est, infine sono scure e ferrose, come: Terranera e Topinetti.

Nell’interno dell’isola si alternano vallate rigogliose ai rilievi del Monte Capanne (la vetta più alta dell’isola coi suoi circa 1020 metri), a borghi dal sapore medievale dominanti sulle colline, come Capoliveri, Rio nell’Elba o Marciana, a incantevoli paesi di pescatori come Marciana Marina o Porto Azzurro.

Percorsi Napoleonici sull'Isola d'Elba, 4 sentieri per scoprire la maggiore delle perle dell'Arcipelago Toscano, sulle orme di Napoleone

Isola del Giglio: ripide scogliere e mare cristallino

Molto bella anche l’Isola del Giglio, la seconda per estensione dell’Arcipelago Toscano. Prevalentemente montuosa, mostra ripide scogliere che piombano a picco sul mare, soprattutto nel versante occidentale. Le spiagge principali della costa est sono: l’Arenella, quelle delle Cannelle e delle Caldane; a Nord-Ovest si trova Campese, la più grande spiagge del Giglio.

Nell’interno dell’isola, da visitare sono Giglio Porto e Giglio Castello. Giglio Porto è un pittoresco porticciolo adagiato su un’insenatura racchiusa da due moli e dal retrostante anfiteatro collinare terrazzato a vigneti. Da qui una strada stretta e tortuosa sale a Giglio Castello, antico paese che ha conservato il suo aspetto originario. Cinto da alte mura medievali munite di torri, il borgo fortificato è formato da un dedalo di vicoli sormontati da archi, sottopassaggi, ripide scalinate scavate nella roccia e vecchie case addossate le une alle altre, dominate dalla Rocca.

👉 Leggi anche: In barca a vela per le 7 meraviglie dell’Arcipelago Toscano

Isola del Giglio con vista su Giglio Porto e Giannutri

Dove andare al mare in Toscana oltre alla Maremma grossetana

Nella nostra guida per decidere dove andare al mare in Toscana, non possiamo escludere la costa più a nord: Alta Maremma e Riviera apuana.

La Via dei Cavalleggeri sul Promontorio di Piombino

Ad esempio, nei dintorni di Piombino sono deliziosi i golfi riparati che si incontrano lungo la Via dei Cavalleggeri, il percorso utilizzato dai Granduchi di Toscana per la sorveglianza del Promontorio di Piombino. Il percorso porta a Buca delle Fate, a Spiaggia Lunga, al Fosso alle Canne e a Cala Moresca, fino al Parco di Punta Falcone in cui ha sede l’Osservatorio astronomico cittadino.

Il Golfo di Baratti e Populonia

Proseguendo verso nord, come non citare il Golfo di Baratti, oggi parte del Parco Archeologico di Baratti e Populonia, antica e importante città etrusca (l’unica direttamente sul mare) dove si lavorava il ferro, tanto che ancora oggi il colore della sabbia presenta una peculiare caratteristica nera-argentea che brilla sotto i raggi del sole. Bellissima la celebre spiaggia di Baratti, delizioso il piccolo porticciolo turistico.

Il Golfo di Baratti è una delle spiagge più belle della dell'Alta Maremma: una fresca pineta, acque limpide e i resti etruschi di Populonia

Castiglioncello: la perla del Tirreno

Andando ancora più su, troviamo Castiglioncello, la “perla del Tirreno”, ritratta nei quadri dei Macchiaioli, storicamente frequentata da personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, e divenuta nel tempo un centro culturale molto vivace.

La Versilia e le sue rinomate località balneari

Mentre per gli amanti della vita notturna, ma anche degli eventi culturali e degli spettacoli, la zona della Versilia è oro puro. Viareggio, celebre per il suo Carnevale, ma anche per la sue ville liberty e i caffè, come il Caffè Margherita, rimasto quasi intatto dal tempo in cui lo frequentava Giacomo Puccini; Lido di Camaiore; Marina di Pietrasanta, città delle gallerie d’arte; e, non ultima, la raffinata, elegante, Forte dei Marmi che, col suo turismo luxury, dagli anni ’60 rappresenta una vera icona di stile.

👉 Leggi anche: Da Marina di Carrara a Livorno: viaggio sulla costa settentrionale della Toscana

Un tour enogastronomico in Toscana alla scoperta dei 10 migliori ristoranti in Versilia: da Viareggio a Camaiore degustando piatti eccellenti

Insomma, se la Sardegna, la Sicilia, la Puglia, la Campania, per citare le prime regioni italiane bagnate dal mare che vengono in mente, hanno spiagge, litorali e meraviglie storico-artistiche da capogiro, la Toscana non è certo da meno. Anzi, relativamente a uno specifico territorio è addirittura la prima regione italiana, e questo vorrà pur dire qualcosa, no?

Ora tocca a te, cara TuscanyPeople-iana, caro TuscanyPeople-iano, a decidere dove andare al mare in Toscana questa estate. Ovviamente, faccelo sapere! Scrivici, postaci, leggici, commentaci qui sotto, su Facebook e su Instagram. Ti aspettiamo.

📍 PER APPROFONDIRE:

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto
Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti