Il Duomo di Lucca o cattedrale di San Martino è il principale luogo di culto per la città di Lucca. Imponente e suggestiva, non si trova al centro della città, ma è immersa all’interno della cinta muraria.

La storia del Duomo di Lucca

Il Duomo di Lucca, di grande impatto visivo, è molto conosciuto essendo la basilica più antica di tutta la Toscana. Le fondamenta della struttura del Duomo di Lucca risalgono al VI secolo, quando venne fondato da San Frediano, un eremita fatto vescovo a furor di popolo. La cattedrale di San Martino non è situata al centro della città, ma in un parte più tranquilla, proprio a ridosso delle mura di Lucca.

Il Duomo di Lucca è la più antica basilica della Toscana. Struttura di pregio architettonico, racchiude opere d'arte e un misterioso labirinto.

Nel 1070 fu completamente riedificato e trasformato a cinque navate da papa Alessandro II e Matilde di Canossa. Tre secoli dopo, vennero effettuate delle altre trasformazioni, le navate furono ridotte a tre e la chiesa trasformata a croce latina, per questo della precedente ristrutturazione non è rimasto quasi niente se non la stupenda facciata in stile romanico ricca di complesse decorazioni.

La facciata del Duomo di Lucca

La facciata lascia davvero senza fiato, è realizzata con marmi dai colori diversi, dove il bianco e il rosa si mescolano con il verde, dando vita a brillanti giochi cromatici. La facciata è ricca di colonnine, intarsi, loggette e decorazioni a rilievo. Nell’ultima galleria superiore, predominano le famose colonne annodate, molto probabilmente realizzate dai maestri Comacini. Fu proprio nel XII secolo che la facciata fu completata con un grande portico a tre arcate che si apre sulla piazza e che un tempo era occupato dai banchi dei cambiavalute per pellegrini, perché Lucca era una delle tappe della via Francigena.

Il Duomo di Lucca è la più antica basilica della Toscana. Struttura di pregio architettonico, racchiude opere d'arte e un misterioso labirinto

La facciata fu realizzata da Guidetto da Como. Di questo abbiamo la certezza, perché c’è una figura scolpita nella prima loggia, con una pergamena in mano dove c’è scritto il nome dell’architetto. Sul lato destro c’è anche la statua a cavallo di San Martino nell’atto di dividere il suo prezioso mantello con un povero. La facciata del Duomo di Lucca è molto famosa per delle sue insolite caratteristiche predominanti, che l’hanno sempre circondata di mistero e che saltano all’occhio appena si sbuca a piazza San Martino.

I misteri della facciata del Duomo di Lucca

La prima è la forte asimmetria, l’arcata di destra è, infatti, molto più stretta di quella di sinistra. Non si conosce il vero motivo di questa asimmetria ed è anche una cosa molto strana per un edificio cristiano, perché le basiliche dovevano sfiorare la perfezione per ottenere quella sacralità che serviva per glorificare Dio. Inoltre, all’epoca, tutto ciò che risultava storto era opera del demonio. Varie sono le ipotesi fatte su questa asimmetria, molto probabilmente è dovuta al fatto che nella costruzione si dovette tener conto della preesistente torre campanaria.

Il Duomo di Lucca è la più antica basilica della Toscana. Struttura di pregio architettonico, racchiude opere d'arte e un misterioso labirinto

Il portico del Duomo di Lucca non è da meno della facciata e stupisce per la ricchezza di decorazioni dove sono rappresentate, tra le altre, l’Ascensione e la Deposizione di Cristo. All’interno del portico, molto interessanti sono anche i rilievi che rappresentano i mesi dell’anno con i relativi segni zodiacali ed il leggendario labirinto, un’opera artistica che molti attribuiscono ai Templari.

Il labirinto del Duomo di Lucca

Il labirinto si trova nell’entrata laterale, sotto l’arcata più stretta della facciata ed è uno dei simboli più misteriosi del Duomo di Lucca. E’ inciso nel mezzo del pilastro aderente al campanile, con al centro una figura consumata dal tempo, mentre una serie di parole in latino circondano il labirinto: “Questo è il labirinto costruito da Dedalo cretese dal quale nessuno che vi entrò poté uscire eccetto Teseo aiutato dal filo di Arianna“.

Il Duomo di Lucca è la più antica basilica della Toscana. Struttura di pregio architettonico, racchiude opere d'arte e un misterioso labirinto

Molte ipotesi sono state fatte su questo misterioso labirinto, forse simbolicamente esso rappresenta la strada che i pellegrini dovevano percorrere per raggiungere la salvezza della propria anima. Il mistero che avvolge la sua figura così enigmatica, ha fatto sì che esso diventasse molto famoso.

Molteplici sono i dubbi irrisolti: non sappiamo perché sia stato collocato sotto l’arcata più piccola vicino all’entrata e il messaggio scritto in latino sicuramente è allegorico, ma ancora oggi non se ne conosce il significato. Il mistero di questo labirinto si infittisce, anche perché è molto simile ad altri due labirinti, quello di Alatri in provincia di Frosinone e quello della Cattedrale di Chartres in Francia.

L’interno del Duomo di Lucca

Appena si aprono le porte del Duomo di Lucca ci si immerge in uno scenario da togliere il fiato tanto è lo spazio e l’evidente verticalismo. La pianta a croce latina a tre navate, le atmosfere gotiche arricchite da elementi romanici, i meravigliosi giochi di luce delle vetrate istoriate, lasciano a bocca aperta per la loro bellezza e singolarità. Immediatamente, si nota la differenza di altezza tra la navata centrale e le altre due navate, un’ altra cosa molto singolare e propria di questa cattedrale.

Il Duomo di Lucca è la più antica basilica della Toscana. Struttura di pregio architettonico, racchiude opere d'arte e un misterioso labirinto

Le opere d’arte

Il Duomo di Lucca è ricchissimo di opere d’arte, nella Sagrestia laterale si possono ammirare, tra le altre, l’Ultima Cena del Tintoretto e il monumento funebre ad Ilaria del Carretto realizzato da Jacopo della Quercia. Chi visita il Duomo di Lucca non può non restare abbagliato dal dipinto della Madonna in trono col bambino del Ghirlandaio, un vero e proprio capolavoro.

Altro pezzo di raro pregio, presente all’interno del Duomo di Lucca, è l’organo a Canne Mascioni, molto ambito per le marce nuziali dei matrimoni celebrati nella cattedrale.
Non si può completare la visita al Duomo di Lucca senza ammirare il famoso Volto Santo, il simbolo di Lucca. Tantissimi sono i miracoli a lui attribuiti, esso rappresenterebbe il vero volto di Gesù ed è custodito all’interno di un piccolo tempietto ottagonale.

Cattedrale di San Martino dal satellite

Ami anche tu, come noi, le Storie e le curiosità sulla Toscana? Scrivici e ti risponderemo subito. Artista in cerca di fama ?

Raccontaci la tua Storia

 


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Silvia Baldassini
Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti