Prezzi più bassi, pacchetti ad hoc e un’offerta di ulteriori 40 gare l’anno per avvicinare i giovani al mondo del golf: ecco la strategia del Golf Club Pavoniere per il 2015, raccontata dal presidente del circolo Michele Chisena

Golf Club Le Pavoniere, le novità 2015

C’è un obiettivo, sopra ogni altro, che guiderà le scelte del Golf Club Pavoniere di Prato: rendere il gioco sempre più popolare, senza però abbassare gli standard qualitativi che hanno fatto del circolo disegnato da Arnold Palmer uno dei punti di riferimento del golf toscano. In altre parole, far vivere il Golf Club con una quota iniziale di entrata alla portata di tutti perché anche in Italia come all’estero il golf diventi uno sport sempre meno elitario. A indicare la rotta è Michele Chisena (il terzo da sinistra, nella foto in basso), presidente de “Le Pavoniere Golf & Country Club SSD”, la nuova società che da gennaio gestisce l’impianto pratese.

Il Golf Club Pavoniere, 18 buche, uno dei campi da golf più della Toscana, disegnato da Arnold Palmer, si trova in provincia di Prato a pochi km da Firenze

Presidente, cosa dobbiamo aspettarci dal Golf Club Pavoniere, quest’anno?

Abbiamo previsto una serie di importanti cambiamenti, i cui effetti sono in parte già visibili. Abbiamo cercato di dare una svolta al circolo, passando da un’impostazione di stampo tradizionale a una più attuale, orientata a garantire alti standard nel servizio e al contempo vocata al coinvolgimento di un numero sempre maggiore di persone. Il primo tassello, specie in questo periodo, non poteva essere altro che una politica di prezzi competitivi.

Nel dettaglio, da quest’anno i bambini fino ai 12 anni avranno accesso gratuito e i ragazzi fino ai 21 anni potranno utilizzare la struttura con una quota di 150 euro, quelli dai 22 ai 26 anni 200 euro e per tutti gli altri la quota annuale è di 480 euro. Sono previsti inoltre due nuovi modi per avvicinarsi al golf. Prova gratis e pacchetti di prova a prezzi bassissimi per chi vuole provare un mese con un maestro oppure il pacchetto gioco base che con 480 euro permette l’accesso al club e al campo pratica per tutto il 2015“.

Il Golf Club Pavoniere, 18 buche, uno dei campi da golf più della Toscana, disegnato da Arnold Palmer, si trova in provincia di Prato a pochi km da Firenze

E’ già stato stilato un calendario gare del Golf Club Pavoniere?

Il calendario sarà definito a brevissimo, perché stiamo cercando di ampliarlo notevolmente rispetto al passato. In totale avremo 40 gare in più rispetto agli anni scorsi, sia di carattere tradizionale che innovativo: è il caso, in tutti i giovedì d’estate, delle 9 buche da giocarsi in un pomeriggio. L’ideale, crediamo, per chi ha poco tempo ma non vuole rinunciare al golf. Inoltre allestiremo durante l’anno una decina di Pro-Am per dare la possibilità ai giovani e agli amatori di andare in campo insieme ai maestri. Siamo convinti che sia una sorta di simbiosi utile per la formazione delle giovani leve. Inoltre, abbiamo già iniziato le gare: grazie al tempo clemente di queste settimane, siamo stati aperti anche a gennaio, mentre finora il nostro calendario iniziava a marzo“.

Quando si potranno vedere i risultati di questi progetti?

Beh, un primo positivo riscontro c’è già, in termini sia di aumento di nostri soci che sul fronte della partecipazione di giocatori appartenenti ad altri circoli. Alle Pavoniere abbiamo deciso di ridurre sensibilmente il green fee, e questo è il risultato. Abbiamo anche adottato la formula giocatore completa che non prevede più alcun tipo di quota a fondo perduto e che con duemila euro consente l’iscrizione con green fee illimitati durante l’anno“.

Il golf italiano nasce a Firenze dove oggi sorge il Golf Club Ugolino Impruneta: il circolo festeggia con un torneo: il "Race to Celebrate".

Ha già una stima di quali effetti avranno le novità per il 2015 del Golf Club Pavoniere?

Con le condizioni che abbiamo creato, crediamo che i prossimi mesi porteranno un +30% di affluenza, sia da golfisti italiani che stranieri, in massima parte provenienti dal nord Europa. Anche per loro abbiamo pensato a un’azione mirata: il nostro scopo è invogliarli a venire a giocare a Prato attraverso la creazione di pacchetti ad hoc che prevedono, oltre al gioco del golf, l’organizzazione logistica di una trasferta in Toscana“.

Insomma, l’idea è di restare nella top 5 dei circoli golfistici toscani…

Assolutamente, il Golf Club Pavoniere resta tra i migliori circoli toscani perché non abbiamo perso di vista la qualità del nostro percorso. Quando si è trattato di far quadrare i conti abbiamo preferito ottimizzare i costi soltanto sul fronte amministrativo, senza ridurre di una sola unità il personale addetto alla manutenzione del percorso. Anche in tempi di crisi, in questo settore non abbiamo licenziato nessuno. Certo, ora c’è un maggior carico di lavoro sulle spalle dei consiglieri, ma la qualità resta un fattore fondamentale per essere attrattivi rispetto ai giocatori, e vogliamo mantenere questa peculiarità“.

Il Golf Club Pavoniere, 18 buche, uno dei campi da golf più della Toscana, disegnato da Arnold Palmer, si trova in provincia di Prato a pochi km da Firenze

Il Golf Club Pavoniere ha un campo da golf di 18 buche, uno dei più belli in Italia ed è uno dei tre campi in Italia disegnati dal grande campione americano Arnold Palmer; ha 97 ettari di terreno, 600 mq di club house e 800 mq di edifici con segreteria, ristorante, palestra, sauna e servizi vari ed una piscina esterna di 250 mq

Per info:
Golf Club Le Pavoniere
Via Traversa del Crocifisso
59100 Prato
tel. 0574/620855
email. [email protected]
www.golfclublepavoniere.com

 

Informazioni sull'autore

Giornalista Professionista & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti