Il Corteo di San Zanobi si tiene a Firenze il 26 gennaio ed è collegato all’antica leggenda riguardante il santo e quella colonna con in cima un albero in ferro e una croce che si trova in piazza Duomo, davanti al Battistero.

Il Corteo di San Zanobi di Firenze del 26 gennaio

Vi siete mai chiesti cosa ci fa e cosa rappresenta la colonna (con in cima un albero in ferro e una croce) che si trova in piena piazza San Giovanni, a Firenze? Come spesso accade quando ci si ferma ad osservare particolari di cui non si conosce nulla (pur essendo sempre sotto gli occhi di tutti) e ci si inizia a fare qualche domanda, anche in questo caso la risposta aleggia tra storia e leggenda.

Il Corteo di San Zanobi si tiene a Firenze il 26 Gennaio in onore del santo a cui è intitolata la Colonna di San Zanobi in Piazza Duomo, davanti al Battistero

La colonna di San Zanobi

Quella posizionata davanti alla porta nord del Battistero, infatti, è la colonna di San Zanobi, ex vescovo della città e patrono (insieme a sant’Antonino Pierozzi) dell’Arcidiocesi di Firenze. Non un personaggio qualsiasi, quindi: basti pensare che una statua a lui dedicata si trova sulla facciata del Duomo (sul pilastro destro del portale centrale, proprio accanto a santa Reparata) e che le sue reliquie (assieme ad un suo mosaico) sono conservate all’interno dell’edificio, in un monumento funebre (l’Arca di San Zanobi) che porta la firma di Lorenzo Ghiberti.

Ma perché erigere una colonna in onore del santo, proprio in quel punto? Perchè è lì che avvenne il miracolo legato al suo culto. Secondo la leggenda agiografica, era pieno inverno quando le sue reliquie vennero spostate dalla Basilica di San Lorenzo alla Chiesa di Santa Reparata (sul sito della quale venne poi costruito l’attuale Duomo).

Il Corteo di San Zanobi si tiene a Firenze il 26 Gennaio in onore del santo a cui è intitolata la Colonna di San Zanobi in Piazza Duomo, davanti al Battistero

La storia

Al passaggio del corteo funebre dalla piazza, le reliquie toccarono accidentalmente un olmo rinsicchito che, dopo il breve contatto, tornò ad essere verde. Inoltre, secondo la tradizione, il legno di quell’albero fu poi utilizzato per scolpire un crocifisso, oggi conservato nella Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri (in via San Gallo).

Tornando al miracolo, anche se ci sono diversi dubbi sulla sua datazione (sia del passaggio delle reliquie che della costruzione della colonna), l’episodio si fa risalire al 26 gennaio (forse del IX secolo): data in cui, ogni anno, il Corteo storico della Repubblica fiorentina e le autorità cittadine depongono dei fiori proprio davanti alla colonna e poi sfilano nel famoso Corteo di San Zanobi.

Il Corteo di San Zanobi si tiene a Firenze il 26 Gennaio in onore del santo a cui è intitolata la Colonna di San Zanobi in Piazza Duomo, davanti al Battistero

Strillino le trombe e rullino i tamburi, quindi, perché sarà così anche quest’anno. L’appuntamento è fissato per le 10.50 davanti al Palagio di Parte Guelfa (leggi la storia dei Guelfi e dei Ghibellini). Da lì il corteo si muoverà verso piazza della Signoria (passando da via Pellicceria, via Porta Rossa, Mercato Nuovo, via Por Santa Maria, via Vacchereccia) per il saluto delle autorità.

A seguire si ripartirà in direzione Duomo, passando da via Calzaiuoli, accompagnati dal Gonfalone della città di Firenze e dai Bandierai degli Uffizi. E saranno proprio loro che, dopo la deposizione della corona di fiori davanti alla Colonna di San Zanobi, si esibiranno in piazza, regalando  uno spettacolo dinamico e colorato ai presenti. La cerimonia si chiuderà alle 11.30, con il rientro del corteo nella piazzetta di Parte Guelfa.

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Sonia Muraca
Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti