Facciamo il punto della situazione sulla green economy in Toscana: stato dell’arte, progetti e incentivi per le imprese verso l’Agenda 2030

1 / 5 – Toscana, green economy e impronta ecologica

Di cosa parliamo in questo articolo:

  • Toscana: una delle prime regioni green italiane
  • La Toscana prima della pandemia
  • Come si declina la green economy toscana
  • Green economy e agricoltura
  • Premi, incentivi e Agenda 2030
  • Aree industriali, ESCO e Distretto delle energie rinnovabili
  • Una grande opportunità da cogliere al volo

La pandemia negli ultimi 2 anni ha mischiato molto le carte, tutti abbiamo dovuto “resettarci” su nuovi, imprevisti, parametri, ma fondamentalmente niente è cambiato nel processo virtuoso che vede le imprese toscane sempre più green, se non un normale rallentamento negli investimenti dovuto alla contingenza.

La Toscana è stata una delle prime regioni italiane a indirizzarsi verso un’economia verde

La Toscana è stata infatti una delle prime regioni italiane a percepire l’esigenza di uno spostamento il più rapido possibile verso un’economia verde e sostenibile che riducesse il proprio impatto sull’ambiente e sulle nostre vite, ossia ciò che in gergo si chiama: impronta ecologica.

Rappresentazione grafica dell'indicatore Ecological Footprint o Impronta Ecologica

Dobbiamo ridurre la nostra “impronta ecologica”, altrimenti il costo delle bollette e di tutti i beni primari arriverà a essere proibitivo

È necessario rendersi conto che tutti noi consumiamo molto più di quanto il pianeta riesca a offrirci (1,7 volte tanto, in costante crescita). Al contempo non riusciamo a smaltire l’interezza dei nostri rifiuti in modo ecologico, così da creare quel circolo virtuoso che a poco a poco potrebbe salvarci. Basta prendere atto dell’incredibile caro bollette per capire cosa sta accadendo. Al di là della contingenza economica anche dovuta alla pandemia, così come a problemi geopolitici, la verità è che le risorse sulla Terra non sono infinite. Se non riusciremo a potenziare i nostri comportamenti virtuosi presto le risorse verranno a mancare sempre di più; di conseguenza, a fronte di una domanda oltremodo pressante, calerà l’offerta facendo schizzare i prezzi alle stelle.

Ma in questo caso, purtroppo, le stelle sono stalle. Moltissime aziende, infatti, si trovano in difficoltà per il sostanzioso aumento delle bollette che necessariamente si riflette sul prezzo dei prodotti, il quale innesca una forte inflazione insieme a una perdita di competitività nei confronti di altri paesi più virtuosi. La soluzione? Passare a una produzione sempre più innovativa, che consumi sempre meno, ossia spostarsi veloci sul versante della green economy. È il momento di muoversi decisi verso una vera e propria svolta green che renda ogni azienda ecofriendly, ecosostenibile, in poche parole: in armonia con l’ambiente e con quanto può offrire il pianeta.

Scopri come andava la green economy in Toscana pre-pandemia: vai a pagina 2

Informazioni sull'autore

Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany
[fbcomments url="https://www.tuscanypeople.com/innovazione-e-green-economy-toscana/" width="100%" count="on" num="3"]