Il profumo un’invenzione francese? Sbagliato! Il profumo è italiano ed è stato inventato proprio in Toscana, nel suo capoluogo. Vi presentiamo oggi le 4 profumerie storiche di Firenze.

Profumerie storiche di Firenze

A differenza di quello che si pensa e che ci hanno fatto credere i nostri “cugini d’oltralpe” francesi, il profumo, non è stato inventato in Francia, ma bensì in Italia e più precisamente a Firenze. Fu Caterina de’ Medici a portare la profumeria in Francia: dopo il matrimonio con Enrico II, Caterina si trasferì alla corte francese dove portò con sé il proprio profumiere, Renato (o Réné) il Fiorentino. Fino alla fine del XVIII secolo Firenze è stata il polo di produzione di profumi più importante d’Europa.

 

Profumerie storiche di Firenze

Farmaceutica di Santa Maria Novella

Viaggio tra le profumerie storiche di Firenze, tra essenze e tradizioni: Officina Farmaceutica S. Maria Novella, Dr Vranjes, Wally 1925 e Lorenzo VilloresiVia: www.smnovella.it

La più antica “farmacia/profumeria” in Italia e nel mondo, è l’ Officina Profumo – Farmaceutica di Santa Maria Novella, che si trova ancora nelle antiche sedi vicino all’omonima stazione ferroviaria di Firenze.

Documenti storici ritrovati, parlano di una ricevuta del 1221 a opera dei frati domenicani che arrivati a Firenze costruirono il loro convento alle porte della città, iniziando a studiare e sperimentare le proprietà delle erbe officinali coltivate negli orti adiacenti al convento. Le preparazioni così ottenute (medicamenti, balsami e pomate), destinate all’inizio solo alla piccola infermeria del convento, erano fatte con ricette tenute gelosamente segrete e passate a voce da una generazione all’altra, solo tramite l’Abate, l’unico a conoscenza dell’ingrediente segreto che tramandava a un suo successore scelto che prendesse il suo posto dopo la sua morte.

Solo nel 1612, Fra Angiolo Marchissi aprì al pubblico la farmacia, iniziando così ufficialmente l’attività commerciale e vendendo direttamente i loro prodotti alla popolazione. I prodotti divennero ben presto così famosi, che i monaci vennero nominati fornitori ufficiali della famiglia più importante e potente di Firenze, i Medici. La loro più grande cliente e estimatrice fu Caterina de Medici, incoronata Regina di Francia, a cui venne dedicato anche un’essenza profumata chiamata “Acqua della Regina”.

Nel 1866, dopo la confisca dei beni della Chiesa da parte dello Stato, la direzione dell’azienda passò per la prima volta nelle mani di un laico, Cesare Augusto Stefani, nipote dell’ultimo frate domenicano direttore dell’Officina.

Dal 1991 Eugenio Alphandery entra in Santa Maria Novella e ne diviene il titolare. E’ grazie a lui che  tutti i locali dell’Officina sono stati restaurati e riportati all’antico splendore; nell’azienda si continua tuttora a trattare i prodotti secondo le ricette dei frati domenicani (con l’ ausilio di macchinari più moderni) seguendo le antiche tradizioni che hanno permesso a questa attività di rimanere sempre aperta ininterrottamente da ben 400 anni.

Wally 1925

Viaggio tra le profumerie storiche di Firenze, tra essenze e tradizioni: Officina Farmaceutica S. Maria Novella, Dr Vranjes, Wally 1925 e Lorenzo Villoresi

La storia di Wally 1925 inizia per l’appunto proprio nel 1925, quando in pieno centro a Prato, nasce l’Industria Chimica Pratese Colori e Affini (oggi L.C.P.L.A. srl) per volere del signor Niccola Niccolai. Il prodotto di punta, grazie al quale il sig. Niccolai ottenne successo e si fece notare nelle principali esposizioni era il colorante “Rondine”. Ogni giorno le merci venivano caricate sui carri per essere trasportate alla stazione ferroviaria di Prato e distribuite in tutta Italia.

Con il prosperare degli affari, nello stesso anno l’azienda rileva il marchio “Wally” dalla Sig.ra Pia vedova Storti, titolare di una prestigiosa officina-profumeria in Viale Volta a Firenze, dove viene trasferita la sede dell’impresa. Purtroppo durante il secondo conflitto mondiale, la vicinanza alla stazione di Prato fu fatale per l’edificio, che venne raso completamente al suolo, a causa delle bombe.

Si dovette aspettare la liberazione per trovare un nuovo stabilimento. Dal 1973 l’azienda si è trasferita a Montemurlo. Gli attuali titolari, Stefano e Rolando Romano, proseguono l’attività cercando di mantenere viva e promuovere la tradizione profumiera toscana. La linea “Wally 1925” lega le antiche tradizioni e la qualità dei prodotti artigianali alle moderne tecniche di lavorazione.

Le essenze impiegate nei loro prodotti rievocano sensazioni e odori propri della terra toscana come la nuova fragranza per ambienti Mea Culpa (appena presentata) che rappresenta un viaggio fra “sacro e profano” attraverso tutti  i 5 sensi, o ancora la collezione di profumi Vero Toscano e la collezione Profumeria Toscana secondo la più antica tradizione.

 

Dr Vranjes Firenze

Viaggio tra le profumerie storiche di Firenze, tra essenze e tradizioni: Officina Farmaceutica S. Maria Novella, Dr Vranjes, Wally 1925 e Lorenzo Villoresi

Tra le profumerie storiche di Firenze troviamo l’Antica Officina del Farmacista Dr. Vranjes Firenze, la cui fondazione si deve alla realizzazione del sogno di un bambino, che scoprì la passione per i profumi, quando si perdeva nella stanza delle meraviglie del nonno viaggiatore e rimaneva affascinato dagli odori e dalle sensazioni olfattive che le essenze esotiche provenienti da viaggi in terre lontane gli evocavano.

Dal 1983 il Dottor Paolo Vranjes lavora insieme al suo team dove continua a ricreare prodotti esclusivi, risultato di un perfetto connubio fra moderno e tradizione.

Nella boutique  Dr. Vranjes Firenze  si possono trovare prodotti eccellenti, che spaziano dalle fragranze per ambiente ai cosmetici, dai profumi alle candele ed accessori per la casa, dalla biancheria ai profumi per auto. Segno distintivo dei prodotti Dr. Vranjes Firenze è il loro design unico e ricercato che ha nelle architetture tipicamente fiorentine, la sua ispirazione, diventando il simbolo del brand nel mondo.

Fiore all’occhiello dell’azienda  è la Linea Fragranze Ambiente Dr. Vranjes Firenze, creata per arredare ogni ambiente secondi i principi dell’Aromaterapia e sviluppando il concetto di “arredo olfattivo”, ovvero l’arte di trovare un profumo diverso per ogni luogo della casa, dopo un accurato studio degli spazi e del design.

I più importanti  profumatori d’ambiente sono sicuramente il Rosso Nobile, che porta in casa le note del vino, Terra, che evoca le passeggiate nei boschi, Arancio e Uva Rossa per coloro a cui piace l’unione fra la dolcezza dell’acino e l’asprezza dell’agrume e infine Melograno, perfetto per l’inverno con le sue note fruttate e vagamente legnose.

 

Lorenzo Villoresi Firenze

Viaggio tra le profumerie storiche di Firenze, tra essenze e tradizioni: Officina Farmaceutica S. Maria Novella, Dr Vranjes, Wally 1925 e Lorenzo Villoresi

Lorenzo Villoresi inizia ad appassionarsi al mondo delle spezie e delle essenze fin dal suo primo viaggio in Medio Oriente nel 1981. In quegli anni soggiorna all’estero per lunghi periodi, approfondendo lo studio del mondo delle materie aromatiche e delle essenze.

L’attività imprenditoriale vera e propria inizia solo nel 1990 anno in cui è stata fondata la sua “casa” nell’antico palazzo di famiglia nel centro di Firenze. Lorenzo Villoresi ha tracciato una strada del tutto nuova nel settore della profumeria artistica.

La produzione di Lorenzo Villoresi Firenze nasce dalla creazione di due diverse collezioni: la prima nella profumeria vera e propria e l’altra specializzata nella linea casa, entrambe nate da una ricercatezza e dallo studio dell’unione degli elementi impiegati per la creazione del prodotto finale. Cristallo, alabastro di Volterra, marmo di Carrara, legno d’olivo sono solo alcune della materie impiegate nei prodotti made in Tuscany, che vengono uniti alle spezie e alle essenze d’Oriente.

I profumi di Lorenzo Villoresi sono creazioni che nascono dalla cura e dalla realizzazione di fragranze personali, attività tuttora praticata con successo crescente dal fondatore, e che riescono a evocare sensazioni e suggestioni diverse di paese lontani solo con il loro odore.

Nella perfetta tradizione di Villoresi l’ultima sua creazione è Kamasurabhi, nato dal connubio tra Fiori indiani delicati, note seducenti di legni esotici, cuio, ambra e muschio, oppure la famosa Acqua di Colonia realizzata prevalentemente con oli essenziali naturali.

Sono veramente contenta di aver compiuto questo piccolo viaggio tra le 4 profumerie storiche di Firenze, eccellenze artigianali uniche nel loro genere e simbolo di come la Toscana, ancora una volta, sia una terra fatta di bellezza e armonia tra uomo e natura.

Profumi, essenze, arte antica e moderna, si fondono insieme per inebriare i nostri sensi e infonderci gioia. Perché le fragranze sono gioie che migliorano il mondo. E tu, che gioia sai dare? Scrivici e ti contatteremo.

Produci magiche alchimie?

Clicca qui

 

 

Scopri come diventare “Ambasciatore di TuscanyPeople” ed essere premiato.

Riproduzione Riservata © Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti