Nella costruzione di una strategia di lead generation, che permetta di generare delle liste di possibili clienti interessati ai nostri prodotti e servizi, risulta basilare il concetto di lead magnet. Senza questo strumento fare acquisizione di nuovi lead diventa molto difficile, se non impossibile.

Ma cos’è un lead magnet? Come si crea? Quali sono le principali categorie e gli errori da evitare?
In questo articolo svilupperemo il tema in modo il più possibile approfondito, così da mettere in grado qualunque imprenditore o imprenditrice di creare lead magnet adatti ad attirare la propria tipologia di lead.

Yna calamita che attrae dei piccoli birilli, che rappresentano i potenziali clienti

Cos’è un lead magnet?

Il lead magnet (una calamita di lead, ossia di utenti interessati al nostro brand) è un incentivo gratuito, in genere un contenuto (PDF, audio, video, eccetera), offerto a coloro che visitano il nostro sito, in cambio dei loro dati. In altre parole il lead magnet è una proposta di scambio equo, senza denaro; noi offriamo un contenuto interessante di qualsiasi genere, loro ci dicono chi sono e perché si sono avvicinati ai nostri prodotti/servizi.

Il contenuto che offriamo, se originale e di qualità, può portare a ottenere una quantità impensabile di dati da parte di persone realmente interessate alla nostra offerta, ossia targettizzate, che attraverso un successivo contatto e un’adeguata attività di lead nurturing, potranno diventare clienti a tutti gli effetti, fidelizzandosi nel tempo.

Per cui, nel processo di lead generation il lead magnet rappresenta il primo vero contatto tra noi e il nostro potenziale pubblico, attraverso cui non solo possiamo fare conoscenza, ma al contempo mostrarci come generosi esperti di settore.

Il funnel di vendita con trasformazione da leads a customers

Strumenti efficaci e gli errori da non commettere

Abbiamo detto che un lead magnet davvero efficace deve essere originale e di qualità. Ai nostri utenti dobbiamo regalare qualcosa di speciale, di unico, perché è facile rendersi conto se un contenuto è un riadattamento di altri testi già presenti sul web. Nel caso, si scatenerebbe subito un’opinione negativa sul dono che si sta offrendo loro e, di conseguenza, sulla nostra attività. Quindi, attenzione, perché da un vantaggio si potrebbe, al contrario, creare uno svantaggio.

Occorre inoltre una precedente analisi del target che vogliamo raggiungere; è necessario infatti capire cosa effettivamente richiedono i nostri utenti e quali sono le loro reali necessità, risolvendo così un problema comune e avvertito come urgente.

Ad esempio, se vendiamo prodotti per la pulizia della casa, potremmo, sulla base della nostra esperienza e delle comuni domande che ci vengono rivolte, realizzare una guida sui prodotti da usare, sulle azioni da fare e sugli errori da evitare quando si detergono superfici delicate. Al contempo, tuttavia, è bene astenersi dal fornire risposte a troppi problemi, così da scongiurare l’ipotesi che l’utente si stanchi nel leggere una gran quantità di informazioni differenti, diminuendo l’interesse nei nostri confronti.

Un altro consiglio importante è quello di usare sempre il tono di voce più adatto. L’ideale è creare contenuti semplici, chiari, puntuali, concreti. Mai utilizzare concetti complessi o vocaboli troppo tecnici per trasmettere le nostre conoscenze di settore; l’utente deve sentirsi a suo agio con noi, deve percepirci come amici esperti, competenti, ma privi di atteggiamenti di superiorità.

Rappresentazione grafica di un engaging content

15 Esempi concreti di lead magnet

Quelli che riportiamo sotto sono degli esempi concreti di lead magnet che possono essere usati, mutatis mutandis, in qualsiasi ramo dell’imprenditoria. Sta poi a ognuno di noi scegliere quello che ritiene più adatto per la propria attività/obiettivo:

1. Corso email
Creare un corso via email su un particolare argomento. Nulla di più facile per ottenere un indirizzo email. All’interno dei messaggi dovrà esserci il corso (contenuto gratis) più il “business” (il prodotto a pagamento).

2. Corso video
Concetto identico a quello sopra, solo tramite video.

3. Report informativo/eBook
Molti utenti amano scaricare PDF per avere il contenuto che li interessa sempre a portata di mano.

4. Mappe mentali
Sono simili ai report ma ancora più immediate. Una mappa mentale per portare a termine un compito specifico che richiede una serie di azioni (hanno efficacia maggiore se le azioni da compiere sono tante e di valore simile) può essere l’ideale in certi casi.

5. Capitolo di un corso a pagamento
Si vuol vendere un corso o un libro? Perché non renderne scaricabile gratuitamente una parte, come le prime 20-30 pagine, in modo da offrire un assaggio al visitatore? Può risultare un lead magnet molto efficace.

6. Risultato di un Quiz
Si può creare un quiz in modo da rendere partecipe il visitatore, ma poi si deve rendere disponibile il risultato solo a chi si iscrive alla nostra mailing list.

7. “Swipe file”
I swipe file sono dei template da compilare per raggiungere un risultato personalizzato. Esempio: un template per scrivere una lettera d’amore.

8. Software (periodo di prova)
È il classico periodo gratuito di prova sull’utilizzo di un software.

9. Webinar
Si può, a intervalli regolari, lanciare un webinar gratuito a cui è possibile iscriversi solo attraverso l’inserimento dei propri dati nell’apposito modulo.

10. Template/Plugin
Si può rendere disponibile un nostro template, o un plugin, come lead magnet, per poi proporre i nostri prodotti migliori.

11. Campioni gratuiti/Gadget
Nel caso di vendita di un prodotto fisico, si può mettere a disposizione un gadget/campione a chi si iscrive al nostro sito entrando nella mailing list.

12. Gruppo Facebook privato
Si può creare un gruppo FB su un argomento specifico nel quale dispensiamo consigli professionali. Saranno però ammessi solo gli iscritti alla nostra mailing list.

13. Biglietti gratuiti per un evento
Si possono offrire biglietti gratuiti per un evento “civetta” per poi promuovere altro.

14. Catalogo prodotti
Sono tantissime le aziende che rendono disponibile il loro catalogo come lead magnet, e funziona benissimo, ma solo per chi ha un buon range di prodotti.

15. Sconti/spedizione gratuita
Nella vendita di prodotti può risultare molto efficace utilizzare come lead magnet la semplice offerta di un coupon per ottenere uno sconto, o la spedizione gratis.

Una scrivania moderna, un desktop Mac e la preparazione di un Webinar

Come attirare gli utenti sulle CTA

Creato il lead magnet adatto, dobbiamo portare il pubblico verso la nostra offerta. Dobbiamo quindi fare in modo che sia notato. La soluzione più immediata è creare pop-up e banner attraverso la virtuosa combinazione di copywriting persuasivo e web design.

Un esempio: in uno spazio minimo si scrive una headline, ossia il titolo di un articolo, di un post di blog o social media o di un annuncio pubblicitario. Si fanno capire i benefit e s’invita a procedere.

Si può anche usare una frase che renda il rifiuto più difficile:

Sì, voglio aumentare il mio traffico (bottone grande, attraente).
No, non voglio aumentare il mio traffico (link piccolo e poco accattivante).

L’invito deve quindi essere gestito attraverso una Call To Action, un invito all’azione volto a provocare una risposta immediata, tramite l’uso, solitamente di un verbo imperativo, come:

CONFERMA, INVIA, COMPLETA IL FORM

👉 Leggi anche: Lead Generation: il primo step del funnel di vendita che porta nuovi clienti

Immagine vettoriale di un lead magnet per l'online marketing

La squeeze (o la landing) page

Chiaramente, nella realizzazione di un lead magnet, non dobbiamo mai dimenticarci della squeeze/landing page, la pagina di atterraggio, il cui scopo è convertire il visitatore anonimo in una nostra nuova conoscenza, grazie ai dati che ci lascerà.

Si tratta, quindi, a sua volta, di una pagina che – attraverso scritte accattivanti, descrizioni semplici ed efficaci dell’azienda, statistiche, numeri, “dicono di noi”, eccetera – cercherà di persuadere le persone a lasciare le proprie referenze.

Esempio di landing page

Caro amico imprenditore, cara amica imprenditrice di TuscanyPeople, ti è risultato utile il nostro articolo sui lead magnet? Vorresti saperne di più? Scrivici, qui, su Facebook, su Instagram, saremo felicissimi di risponderti.

PER APPROFONDIRE:

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Riproduzione Riservata © Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Scrittore & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti