Breve guida, provincia per provincia, ai luoghi più freschi della Toscana, vicino alle principali città, dove trovare rifugio dalla calura, circondati dalla bellezza

Luoghi freschi in Toscana dove proteggersi dall’afa delle grandi città

Dove rifugiarsi nelle ore più calde durante le proprie scampagnate in Toscana? Qui una piccola selezione di parchi naturali per freschi pic-nic, aree fluviali dove immergersi in acque “marmate”.

La Toscana è un territorio baciato dal sole (perché, si sa, bacia i belli), ma dopo tanto sudare è lecito voler trovare un po’ di refrigerio. Ecco che TuscanyPeople vi propone alcune mete per godersi qualche ora di fresco durante le, spesso afose, giornate estive. Nonostante i famosi campi dorati e pettinati, vi sono zone da brivido, ma di freddo! In base alla città nella quale vi trovate, qui sotto vi consigliamo alcuni dei luoghi più freschi della Toscana, per scappare dal torrido caldo dei centri storici.

Ecco le nostre proposte, gambe (e golfino) in spalla!

Il Lago di Bilancino al tramonto in Mugello

I luoghi più freschi della Toscana in provincia di Firenze

Lago di Bilancino

A circa 40 minuti d’auto da Firenze è possibile raggiungere il Mugello: zona famosa sicuramente per il circuito motociclistico, dov’è possibile trovare anche tranquillità e frescura presso il Lago di Bilancino. L’invaso artificiale è abbastanza recente: la diga è stata inaugurata nel 1999, ma è subito diventata un’attrazione per grandi e piccini che desiderino un contatto con la natura. Infatti il Lago di Bilancino offre una moltitudine di esperienze da svolgersi al fresco della frizzante aria che passa attraverso le colline del Mugello.

D’estate è una valida alternativa al mare perché, grazie alle rilassanti piccole spiagge, è possibile trascorrere la giornata tra un tuffo e un drink vista lago. Oltre a freschi bagni, la zona è attrattiva per gli appassionati di sport acquatici, come canoa, barca a vela o windsurf. L’area lacustre è anche la casa di molte specie animali, in special modo pesci e uccelli. Oltre alla pesca sportiva, praticabile in alcune zone, il territorio ospita l’Oasi WWF del Gabbianello. Qui, tra cinguettii e dolce frusciare di alberi, è possibile prenotare escursioni con guide esperte.

Parco Mediceo di Pratolino

Quando si parla di Firenze è inevitabile il collegamento con la famiglia dei Medici, la quale ha segnato la storia toscana e non solo. Se siete stanchi della folla di Piazza della Signoria, ma non volete rinunciare a instagrammabili foto di stampo culturale fiorentino, il Parco mediceo di Pratolino è quello che fa per voi.

A pochi chilometri da Firenze, si estendono questi meravigliosi giardini, meritevoli di riconoscimento UNESCO. La tenuta (oggi chiamata Villa Demidoff) fu voluta nel 1568 dal Granduca Francesco I de’ Medici, il quale desiderava offrire un soggiorno principesco alla propria sposa Bianca Cappello. L’incarico di edificare la splendida villa e i maestosi giardini fu conferito a Buontalenti, ma vi lavorarono altri artisti di livello come Giambologna, al quale si deve quella che, forse, è l’opera più popolare di tutto il complesso del Pratolino: il Colosso dell’Appennino.

👉 Leggi anche: Ville Medicee: una guida per orientarsi tra tante magnificenze architettoniche

Il Colosso dell'Appenino del Giambologna nel Parco di Villa Demidoff a Pratolino

Luoghi freschi in Toscana in provincia di Siena

Bagni San Filippo

Alle pendici del Monte Amiata sorge Bagni San Filippo, famoso borgo toscano conosciuto fin dall’antichità per le sue sorgenti termali. Secondo un’antica leggenda deve il suo nome al Santo Filippo Benizi, che decise di trascorrere nei boschi locali il suo periodo da eremita.

La località si caratterizza, infatti, per una rigogliosa natura che permette di godere di terme a cielo aperto immerse nel verde. Un piccolo gioiello, ancora poco conosciuto, è il cosiddetto Fosso Bianco: un raggruppamento di piscine naturali e cascate tra la pietra calcarea, facilmente raggiungibile dal paese tramite un sentiero. Sebbene l’acqua che sgorga sia naturalmente calda, la fitta vegetazione circostante la rende piacevole anche durante la calda stagione estiva.

Parco fluviale dell’Alta Val d’Elsa

L’acqua calda non vi convince? All’interno del parco fluviale dell’Alta Val d’Elsa troverete chiare, fresche et dolci acque dove tuffarvi, rigorosamente 3 ore dopo i pasti. Una pittoresca passeggiata tra le verdi fronde degli alberi vi porterà in pozze naturali dove immergervi in totale relax, cullati dallo scroscio delle acque. Proprio loro sono le protagoniste del parco e vi meraviglieranno cambiando colore in base alla collocazione e alla rifrazione della luce durante lo scorrere delle ore. Il sentiero è ben indicato e si snoda tra guadi, laghetti e rapide per circa 4 chilometri. L’ingresso principale del Parco si trova in località Gracciano, nel comune di Colle Val d’Elsa.

Le verdi acque termali dei Bagni San Filippo in Val d'Orcia

I luoghi più freschi della Toscana vicino a Pisa

Parco di San Rossore

A due passi dalla città di Pisa, si estende, sconfinando nella provincia di Lucca, il famosissimo Parco di San Rossore: ex tenuta presidenziale (prima ancora, del Re d’Italia), divenuta dal 1999 patrimonio della Regione Toscana. Il vastissimo territorio del parco offre attività di tutti i tipi, per di più riparate all’ombra di alberi. Tra questi, se ne trovano cinque monumentali, ovvero alberi dotati di particolare importanza data da storia, età, dimensione o altri fattori. All’interno del fitto labirinto boschivo è possibile intraprendere numerosi itinerari con destinazioni anche peculiari. Un esempio sono i sentieri del progetto LIFE NATURA che prevedono il passaggio in aree con ecosistemi “di importanza comunitaria” per sensibilizzare il pubblico verso la conservazione ambientale.

La Volterra sotterranea

Che siate o meno affascinati dal bell’Edward Cullen della saga di Twilight, Volterra ha un fascino innegabile, che assume tratti vampireschi soprattutto nel suo lato più nascosto: la parte sotterranea della città. Mentre outdoor si erge maestoso il Palazzo dei Priori, che fu il cuore pulsante della politica volterrana tra potere e diatribe, scendendo verso le viscere della Terra si aprono suggestivi cunicoli che ospitarono gli intrighi dei signori e le loro fughe nei momenti di difficoltà.

Tra i luoghi più misteriosi, consigliamo la cosiddetta Cripta del Vampiro, che ha trovato rinnovata fortuna proprio grazie ai libri di Stephanie Meyer. Il vano sotterraneo si trova nelle cantine di Palazzo Viti e fungeva da raccoglitore per le acque in epoca etrusca.

Suggestiva veduta di Volterra, borgo etrusco in provincia di Pisa

I luoghi più freschi della Toscana nei dintorni di Livorno

Cascata dell’Infernaccio

A discapito del nome, che può evocare alla mente fuoco e fiamme infernali, la Cascata dell’Infernaccio in provincia di Livorno è del tutto paradisiaca. Una vera oasi immersa nella natura, raggiungibile a piedi tramite un sentiero che prende inizio in via Corbolone. Il percorso si presenta un po’ scosceso, ed è necessario, quindi, essere ben equipaggiati per il piccolo trekking alla scoperta della graziosa cascata.

Le necropoli etrusche di Baratti e Populonia

Una giornata al Parco Archeologico di Baratti e Populonia significa trascorrere delle ore piene di attività diverse, alcune anche al riparo dalla calura estiva. Per esempio, numerose necropoli etrusche si trovano all’interno del bosco che circonda il panoramico golfo. Tra queste, una delle più famose è quella detta “Necropoli delle grotte”. Per raggiungere la destinazione, è previsto un trekking a piedi di circa 40 minuti che si svolgerà per metà all’interno del bosco. Basterà seguire le indicazioni “Via delle Cave” per arrivare alle grandi opere di architettura funeraria e, nel frattempo, godersi il magnifico scorcio sul mare offerto da alcuni tratti di sentiero.

Tomba etrusca nel Parco Archelogico di Baratti e Populonia

In provincia di Lucca, due dei luoghi più freschi di Toscana

Grotta del vento

Perché starsene in casa con il condizionatore acceso, quando c’è una grotta con vento naturale incluso che vi attende? Questo posto che produce fresco solo col nome si trova vicinissimo a Lucca, nella zona della Garfagnana. La sua visita permetterà di riprendere fiato dal calore esterno: infatti, la temperatura interna è di 10.7°C. Durante i mesi estivi, nel percorso sotterraneo, la guida aprirà un portone blindato che farà restare di ghiaccio, in tutti i sensi, i visitatori. Proprio da questa porta, infatti, arriverà un forte vento molto freddo dal quale deriva il nome della grotta. La corrente d’aria è generata dai due imbocchi, a diverse quote, che in estate fungono da freezer, raffreddando la brezza in entrata.

Orrido di Botri

La Riserva Naturale dell’Orrido di Botri tutela quest’ultimo, che di brutto non ha niente perché si tratta di una vera e propria meraviglia naturalistica nel cuore dei comuni di Bagni di Lucca e Coreglia Antelminelli. Si tratta di una zona boschiva che ospita profonde gole calcaree incastonate in altissime pareti a picco sull’acqua. Il fautore dello spettacolo è il rio Pelago, che ha eroso, nel corso dei secoli, la roccia appenninica. La visita al canyon inizia da Ponte a Gaio, sede del centro d’accoglienza turistica, e richiede un idoneo abbigliamento, specialmente per quanto concerne le calzature. È un’esperienza molto particolare, in quanto il percorso prevede il camminamento nel letto del torrente.

👉 Leggi anche: Grotta del Vento: nel ventre delle Alpi Apuane

Splendida Cascata all'Orrido di Botri in Garfagnana

I luoghi più freschi di Toscana in provincia di Grosseto

Cascate del Mulino

Le ormai famosissime Cascate del Mulino, a Saturnia, sono un’esperienza indimenticabile. Il torrente Gorello ha formato questo capolavoro naturale, creando piscine spontanee a libero accesso. Le acque curative della località termale portano diversi benefici, specialmente per il tratto respiratorio. Un posto da favola, conosciuto in tutto il mondo, che vi aspetta 24h/24 per momenti magici di relax.

Parco Regionale della Maremma

Per godere del fresco nella parte di Toscana più wild, il Parco della Maremma è il posto ideale. Grazie alle grandi aree boschive, garantisce piacevoli camminate all’ombra della macchia mediterranea. Il clima favorevole è dato anche dalla vicinanza al mare, che diventa confine del Parco stesso. Il sentiero più facile, e tra i più freschi, è l’itinerario didattico A5 – A6. Questo vi porterà a scoprire le meraviglie naturalistiche del territorio, come le specie di alberi e piante che caratterizzano la Maremma. Non solo, se il tragitto (di circa un’ora e mezza) viene svolto in rigoroso silenzio, sarà possibile apprezzare anche gli abitanti del bosco. Infatti, non è raro imbattersi in branchi di caprioli o avvistare cinghiali.

Le Cascate del Mulino a Saturnia, tra le più belle terme in Maremma

Dove trovare luoghi freschi in Toscana in provincia di Massa

Stretti di Giaredo

Gli Stretti di Giaredo si trovano nel territorio a cavallo tra Pontremoli e Zeri, e sono facilmente raggiungibili, parcheggiando l’auto in un’area di sosta poco distante. Le magnifiche gole fanno parte dellazona protetta della Valla del Gordana. Le visite guidate propongono un itinerario acquatico: indispensabile quindi saper nuotare prima di avventurarsi nel torrente. Un’esperienza unica nell’incontaminata bellezza della natura, dove il caldo non vi potrà trovare.

Cave di Marmo di Carrara

In provincia di Massa è possibile visitare i luoghi dei blocchi che hanno dato vita ai capolavori di scultura dei più grandi, come Michelangelo. L’itinerario attraverso i bacini marmiferi di Colonnata, Fantiscritti e Torano è praticabile in autonomia o tramite tour organizzati. In entrambi i casi, oltre a trovarvi a tu per tu con l’oro bianco, potrete bearvi di panorami mozzafiato su tutta la valle.

👉 Leggi anche: Massa, tra marmo, spiagge, storia, e l’amore di grandi poeti

Ponti di Vara a Fantiscritti tra i marmi rosa delle Alpi Apuane

Luoghi freschi per sfuggire dalla calura, tra Prato e Pistoia

Parco della Carigiola – Prato

Conosciuto semplicemente come “Carigiola”, viene chiamato anche il mare dei pratesi. Infatti, si tratta di una zona dov’è possibile fare un rinfrescante bagno durante le giornate più calde. All’interno del Parco, oltre ad aree attrezzate per rilassanti pic-nic, troverete spettacolari cascate. Ai piedi di quest’ultime si aprono pozze circolari con acqua tanto limpida quanto fredda. Forse vi mancherà il caldo dal quale siete scappati!

Casa delle farfalle – Pistoia

Il paese di Collodi è celebre per Pinocchio, ma noi vi proponiamo un itinerario più originale all’interno di Villa Garzoni. Essa è un esempio di architettura di prestigio di fine Settecento, e offre degli spettacolari e freschi giardini, tra giochi d’acqua e…farfalle! All’interno del Giardino Garzoni, si trova la Casa delle Farfalle, dove centinaia di colorate ali vi svolazzeranno intorno. Le specie ospitate sono tantissime e vivono tutte libere in un ambiente ricostruito nei particolari per ricordare quello tropicale. Per i più piccoli, sarà l’occasione di scoprire la biodiversità grazie anche ai molti laboratori didattici organizzati.

Villa Garzoni, a Collodi, borgo toscano del Parco di Pinocchio

Insomma, cari lettori e care lettrici, non ci sono più scuse per non visitare la splendida Toscana! Il tanto ripetuto “è troppo caldo” non regge. L’unica soluzione è partire alla scoperta del territorio che ha ancora molti tesori nascosti.

📍 PER APPROFONDIRE:

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto
Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti