Il Parco di Rimigliano è un bellissimo parco costiero nel Comune di San Vincenzo, in quella parte di costa toscana detta “degli Etruschi”

Parco di Rimigliano, bellissimo parco costiero toscano

Il Parco Naturale di Rimigliano, istituito nel 1973, è un’area protetta nel territorio del Comune di San Vincenzo, in provincia di Livorno. Il parco, che include anche circa 6 km di costa, offre alcuni dei panorami più mozzafiato di tutta la regione: dune di sabbia, macchia mediterranea, boschi di pini e querce e, all’orizzonte, il suggestivo profilo di parte dell’Arcipelago Toscano.

Il clima è ottimale durante l’intero arco dell’anno, l’ambiente è protetto dai monti e mitigato dai venti marini, circostanza che, probabilmente, favorì l’insediamento del popolo etrusco, primo abitatore di quest’area, e di cui, passeggiando all’interno, si possono ancora ammirare numerose tracce. Chi invece ama le escursioni può raggiungere Piombino a piedi percorrendo la Via della Principessa, l’antica Via dei Cavalleggeri ribattezzata in onore di Elisa Bonaparte Baciocchi in occasione del suo passaggio da queste parti.

Pillae marinae sulla spiaggia di Rimigliano, parco costiero a San Vincenzo

Breve storia del Parco Naturale di Rimigliano

L’attuale perimetrazione del parco costiero toscano risale ai primi dell’Ottocento, durante la dominazione francese. Quando infatti Napoleone assegnò alla sorella Marianna Bonaparte, detta Elisa, il Principato di Piombino, per permettere alla principessa un degno arrivo nel suo possedimento, nell’arco di soli due anni, dal 1804 al 1805, fu costruita la strada litoranea da San Vincenzo a Piombino, da allora denominata “della Principessa“. La nuova strada separò nettamente la parte costiera del possedimento di Rimigliano, interamente a bosco, da quella interna parzialmente seminativa e occupata in parte dal grande lago di Rimigliano.

Prima che questa strada fosse associata al nome della Principessa, era conosciuta come Via dei Cavalleggeri, un’antica direttrice che da Livorno giungeva fino a Piombino sviluppandosi per circa 200 km, voluta nel XVI secolo dal Granduca di Toscana, Cosimo I de’ Medici, a beneficio dei soldati addetti alla vigilanza costiera. Un cammino ricco di natura e storia che oggi è possibile percorrere a piedi, in bici o a cavallo, tra folti boschi, bellissimi scorci, e visioni di panorami marini lungo le tracce dell’antica civiltà etrusca.

Segnali sul Percorso del Ginepro nel Parco di Rimigliano

Ex parco della Val di Cornia, adesso è gestito direttamente dal Comune di San Vincenzo

Fino al 27 febbraio del 2020 il Parco di Rimigliano faceva parte dei Parchi della Val di Cornia, società fondata nel 1993 dai comuni di San Vincenzo, Campiglia Marittima, Piombino, Sassetta e Suvereto, che gestisce anche altri 5 parchi, tra cui il Parco archeologico di Baratti e Populonia e il Parco costiero della Sterpaia. Ma con la delibera del Consiglio Comunale del 18 febbraio 2020 si è decisa la gestione diretta del parco da parte del Comune di San Vincenzo.

Il primo provvedimento istitutivo del parco risale al 1973. In seguito, nel 1997, il Comune di San Vincenzo ha deliberato l’inclusione del parco fra le ANPIL: Aree naturali protette di interesse locale.

La doppia circostanza dell’assoluta inedificabilità dell’area, insieme al fatto che il territorio del parco fosse quasi interamente di proprietari privati – i conti Della Gherardesca -, ha permesso di mantenere questi 6 km di costa sabbiosa, oltre ai 200 metri di bosco retrostante, in un perfetto stato naturale. Sebbene la proprietà fosse privata, la particolare conformazione del parco lo rendeva impossibile da recintare, per questo, a partire dalla fine degli anni Sessanta, l’uso pubblico del parco si è andato pacificamente consolidando. Negli ultimi anni, poi, il comune ha acquistato anche la proprietà formale di quasi tutta l’area; fanno eccezione la villa dei Cavalleggeri e alcuni terreni circostanti.

👉 Leggi anche: Costa degli Etruschi: la Grande Storia a guardia di un paradiso naturale

Bosco di Rimigliano, parco costiero della Toscana a San Vincenzo

Rimigliano: una delle più belle spiagge toscane

Bandiera blu da oltre dieci anni, l’area del parco che valorizza e preserva l’habitat della duna mediterranea, comprende 120 ettari di verde che corrono lungo 11 km di costa, da San Vincenzo al Golfo di Baratti. Spiagge bianche e morbide si trasformano in una bassa macchia di arbusti ricoperta da una foresta di lecci e grandi pini a ombrello.

Nel Parco Naturale di Rimigliano si trovano servizi igienici, docce gratuite, comodi sentieri per raggiungere le spiagge anche col passeggino, un bar, una spiaggia verde con appositi servizi per i disabili, e una pista ciclabile che lo collega al centro abitato. L’accesso a questo parco costiero toscano è totalmente gratuito mentre sono a pagamento molti dei parcheggi limitrofi. Rimigliano è collegato a San Vincenzo e alle strutture ricettive limitrofe anche da un servizio di bus/navetta.

Si accede al Parco seguendo, a piedi, i vialetti che attraversano la lecceta. Due Punti Azzurri garantiscono ai visitatori servizi di ristoro e assistenza balneare. Al centro di Rimigliano si snoda la strada provinciale della Principessa; la SP 23 che collega San Vincenzo a Piombino e consente di raggiungere le diverse porte verso il mare. Gli ingressi sono esclusivamente pedonali e contraddistinti da una numerazione crescente che segue la direzione San Vincenzo-Piombino. Altri accessi intermedi sono caratterizzati da interruzioni nella staccionata in legno che delimita il confine tra il Parco e la strada asfaltata.

Macchia mediterranea e spiaggia del Parco di Rimigliano

I 10 ingressi del Parco di Rimigliano sulla strada della Principessa

Eccetto la Dog Beach, in corrispondenza dell’ingresso n° 1, non esistono stabilimenti balneari, ma si può godere di una spiaggia libera, curata e dotata di assistenza alla balneazione.
In corrispondenza degli accessi numero 2, 3 e 4 ci sono servizi pubblici con bagni e doccia. Per i picnic le aree attrezzate si trovano dislocate in vari punti del tratto compreso tra l’accesso 1 e il. 4. All’accesso 4 si trova il Lago Verde, punto ristoro con servizi igienici, docce, bar, aperitivi, centro nevralgico del Parco di Rimigliano in cui poter godere anche di ottima musica durante l’intera stagione estiva.

Sempre all’ingresso n°4 inizia un Percorso Fitness, adatto a tutte le età, costituito da 18 stazioni, ognuna delle quali propone esercizi che allenano differenti parti del corpo, con diversi gradi di difficoltà. Il circuito, lungo 1 km, richiede un’ora e mezza circa per essere completato.

In corrispondenza dell’accesso n. 8 si trova il complesso di Podere Tuscania, bar-ristorante, servizi igienici pubblici e docce. L’accesso n. 10 conduce invece al locale “Al Tramonto” bar-gelateria, pizzeria, servizi igienici pubblici, docce.

La spiaggia del Parco Naturale di Rimigliano tra San Vincenzo e Piombino

La fauna di Rimigliano

La presenza di animali nel Parco di Rimigliano non è stata favorita dall’intensa frequentazione umana, soprattutto durante i mesi estivi. Di recente ha iniziato a diradarsi anche nel periodo invernale a causa della ripulitura del bosco che ha privato circa metà del parco di ripari idonei alla fauna, rendendolo inoltre permeabile ai rumori e ai movimenti provenienti dalla strada.
Purtuttavia si possono saltuariamente avvistare varie specie di mammiferi – dal cinghiale, al coniglio selvatico, alla faina, all’istrice, alla volpe – e di uccelli.

Nel 2018 il parco è stato scelto dalla tartaruga Caretta Caretta per depositare le sue uova; il 28 luglio 2018 infatti San Vincenzo ha visto la nascita di 58 piccole tartarughine che hanno raggiunto il mare e preso il largo.

👉 Leggi anche: Costa livornese, da Quercianella a Piombino: bellezza incontaminata e grande Storia

Tartaruga Caretta Caretta appena nata sulla spiaggia di Rimigliano in Toscana

Con quest’ultima notizia di naturale bellezza e speranza, ci rimettiamo ai vostri sapienti commenti. Scriveteci qui sotto, su Facebook, su Instagram, non mancate, voi rappresentate l’altra faccia positiva di TuscanyPeople.

PER APPROFONDIRE:

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto
Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti