La mostra “Picasso e la modernità spagnola” è il nuovo grande evento di Palazzo Strozzi: dal 20/09 al 25/01 una curatissima rassegna riporta a Firenze l’arte moderna con l’opera di Picasso, l’artista che, forse più di tutti e in maniera più graffiante, ha lasciato il segno sul ‘900.

Mostra di Picasso a Firenze: 90 capolavori di arte moderna

Dal 20 Settembre 2014 a Palazzo Strozzi, Firenze, sarà presente un’accurata e ampia selezione di opere di Picasso e altri artisti spagnoli. Curata da Eugenio Carmona, la mostra è il frutto della collaborazione tra Fondazione Palazzo Strozzi, il Museo Naciònal Centro de Arte Reina Sofía de Madrid, la Soprintendenza PSAE e il Polo Museale della città di Firenze.

Picasso a Firenze: dal 20 settembre a Palazzo Strozzi la mostra "Picasso e la modernità spagnola"

 

L’evento, di assoluto rilievo, porta ad interrogarsi su tutti gli aspetti che fanno di Picasso un mito della modernità artistica spagnola e mondiale. Tra le opere esposte, circa 90, troviamo capolavori del calibro di Testa di donna, Ritratto di Dora Maar, Il pittore e la modella, Testa di cavallo.
La mostra di Picasso a Firenze è un percorso da non perdere, che ci accompagna anche tra le opere di altri grandi artisti spagnoli moderni, ma il protagonista assoluto è lui: Picasso, il suo mito.

Picasso: icona della modernità

Artista iconico per definizione (non a caso Guernica è uno dei simboli del ‘900), era già leggenda ancora in vita. Fin da bambino, dimostrò un talento assoluto: la biografia narra che non avrebbe potuto partecipare ad un concorso per piccoli artisti per la capacità tecnica degna di un pittore maturo, che un giorno il padre, professore di disegno, notando la perfezione nell’esecuzione di un esercizio proposto al giovane Pablo, gli consegnò tavolozza e pennelli, affermando che l’allievo ne avrebbe fatto un uso migliore del maestro. A soli 14 anni era in grado di proporre la sua prima mostra personale e aveva competenze tecnico artistiche perfettamente sviluppate.

Picasso a Firenze: dal 20 settembre a Palazzo Strozzi la mostra "Picasso e la modernità spagnola"
Da qui parte la sua crescita e la sua ricerca verso nuovi orizzonti di modernità: come lui stesso ebbe a dire (non senza una buona dose di immodestia nel paragone, caratteristica del suo spirito scapigliato e guascone): “a dodici anni dipingevo come Raffaello, ma ci ho messo tutta una vita per imparare a dipingere come un bambino“.
In effetti, in conseguenza di un viaggio in Italia nel 1917, Raffaello, l’arte classica italiana, il Rinascimento in particolare, portarono l’irrequieto Picasso al famoso ritorno al classico, ad un ripensamento dopo la folle e meravigliosa corsa alla sperimentazione del cubismo. Un legame forte, dunque, quello di Picasso con l’Italia, sul quale l’evento a Palazzo Strozzi può essere occasione di riflessione.

Il percorso della mostra di Picasso a Firenze

Il percorso si articola in nove sezioni e novanta opere di Picasso ma anche di Blanchard, Juan Gris, Palazuelo, Mirò, Dalì, Gonzales, evidenziando i rapporti tra gli artisti ed i grandi temi della modernità nell’arte spagnola. 

Dal 10 marzo al 23 luglio 2017 a Palazzo Strozzi di Firenze si terrà la mostra Rinascimento elettronico del masetro di videoarte Bill Viola

Le sezioni della mostra

Riferimenti, che pone l’attenzione sull’analisi del processo di creazione e al destino di Picasso come mito.

Variazioni, che ci guida attraverso una carrellata di opere esemplificative di tutti i suoi momenti artistici.

Idea e forma, dove troviamo le opere di María Blanchard, Juan Gris e Pablo Palazuelo.

Lirismo.

Segno e superficie, dove viene messo in rilievo il rapporto tra il Picasso pittore cubista e la scultura.

Realtà e sopra‐realtà, una riflessione sul surrealismo.

Verso Guernica, suddivisa nelle due sezioni “Il Mostro” e “La Tragedia” con i disegni preparatori, le incisioni e i dipinti che hanno portato alla realizzazione di uno dei capolavori assoluti del ‘900, per la prima volta esposti così numerosi fuori dalla Spagna.
Natura e cultura, dove la ricerca dell’identità culturale viene presentata come peculiarità dell’arte spagnola.

Verso un’altra modernità, dove si analizzano i modi in cui gli artisti spagnoli guidarono la ricerca verso orizzonti nuovi “a partire da” ma anche “oltre” Picasso.

Mostra di Picasso a Firenze, Palazzo Strozzi dal 20/9/14 al 15/1/15: "Picasso e la modernità spagnola" 90 capolavori di arte moderna spagnola

Picasso a Firenze: un evento imperdibile

La mostra di Picasso a Firenze è un’occasione unica per la Toscana di ricordare un mito e la sua influenza sull’arte spagnola, un uomo per il quale la vita e l’arte sono indissolubilmente legate in una riflessione profonda e trascinante, un artista eclettico e dalla personalità eccezionale, in cui la considerazione estetica, morale, erotica della creazione artistica e dell’esistenza attraversarono e attraversano ancora l’arte moderna in modo dirompente. Picasso amò la vita perché amava l’arte e viceversa. Tutta la sua produzione, compresa quella in mostra a Palazzo Strozzi, ne è una chiara testimonianza.

Il Ritratto di Dora Maar (foto sopra), esposto dal 20 settembre a Firenze, ad esempio, è una delle tante ammissioni del suo amore per le donne: ebbe una sequela quasi infinita di donne, muse, amanti, alcune delle quali soffrirono molto a causa dell’amore per il ribelle ed egocentrico Pablo.
Tra le sue muse, appunto, la fotografa Dora Maar, amica, ispiratrice ed amante. Fu lei a documentare la creazione di Guernica. 

Mostra di Picasso a Firenze, Palazzo Strozzi dal 20/9/14 al 15/1/15: "Picasso e la modernità spagnola" 90 capolavori di arte moderna spagnolaPer dare un’idea di quanto fosse frenetica la vita amorosa di Picasso, basti dire che l’artista la conobbe e cominciò ad amarla mentre era ancora legato a Marie-Thérèse Walter, a sua volta conosciuta quando la giovane aveva diciassette anni e Picasso era sposato con Ol’ga Chochlova.

La mostra “Picasso e la modernità spagnola”, uno degli eventi più importanti di quest’anno in Toscana, sarà a Palazzo Strozzi, a Firenze, dal 20 Settembre 2014 al 25 Gennaio 2015.

Scopri altre mostre di Palazzo Strozzi.

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti