Una riflessione su questi tempi calamitosi che stiamo attraversando a causa del Coronavirus e un invito a trasformare questa disgrazia in un’opportunità per fare del bene e ritrovare semplicità, amore per il prossimo e principi etici di solidarietà.

Coronavirus: una grande occasione per tutti di essere migliori

In questi tempi calamitosi che riguardano l’intero pianeta, noi, come redazione di TuscanyPeople, abbiamo notato un importante aumento del traffico sui nostri articoli. In sostanza, ai già tanti lettori che abbiamo, se ne sono aggiunti altri. Nel cordoglio per la sofferenza generale, ci fa piacere.

Ma non lo diciamo per un asfittico vantaggio aziendale, in un tale momento non avrebbe neppure senso, lo diciamo perché nel male cogliamo un’occasione di fare del bene, di portare un po’ di serenità, di positività, in mezzo al timore e allo sconcerto dilaganti.

Concetto di Solidarietà e Protezione

Un’occasione per fare del bene

Non siamo certo qui a dirvi che non esiste nessun pericolo, che il Coronavirus non fa paura, che c’è troppo allarmismo, non abbiamo nessuna competenza né legittimità in merito, né possiamo prevedere quando il problema finirà, tuttavia crediamo che questa possa essere una bella opportunità per staccare un po’ dalla frenetica corsa (verso cosa?) che ci vede quotidianamente tutti coinvolti, una bella opportunità per prendersi un qualche tempo per guardarsi dentro, per guardarsi intorno, per stare di più coi nostri cari, coi nostri amici, per considerare di più la gente che ci circonda, non solo presenze ma persone come noi. Una bella opportunità per riflettere, per leggere, per approfondire. Una bella opportunità per sentire di essere qualcosa oltre ciò che in condizioni normali sentiamo d’essere.

Mettiamo subito le cose in chiaro: questo non è un articolo moralistico, neanche vagamente. Qualcuno disse: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”. Nessuno la scagliò. Ma da quando questo qualcuno se n’è andato, di pietre ne sono state scagliate tante. Troppe. Evidentemente da chi si sentiva superiore, migliore di altri. Noi no.

L’amore per la nostra Toscana

Noi di TuscanyPeople non ci sentiamo migliori di nessuno, facciamo soltanto il nostro lavoro, ogni giorno, con tutto l’amore possibile per la nostra terra. Tuttavia c’è un’abissale differenza tra il moralismo, che rifuggiamo, e la morale o l’etica. Il primo, teso a uniformarsi ai banali, non di rado ottusi, principî del pensiero comune, si sostanzia in prediche, spesso astratte e preconcette, in cui il dito puntato contro serve più che altro a sgravarsi delle proprie responsabilità.

La morale, al contrario, concerne il comportamento dell’uomo nella scelta e attuazione responsabile del bene e del male, e tende quindi a formare un insieme di norme e valori che ne regolano il comportamento in relazione agli altri, ossia a loro beneficio, a cui l’etica aggiunge un’ulteriore speculazione filosofica. Questa, in brevissimo, la nostra precisazione, su cui non ci dilungheremo oltre.

5 principi etici del lavoro: onestà

Un’opportunità di miglioramento

Tempi di Coronavirus come occasione, opportunità di miglioramento, dicevamo. Sì, lo crediamo fermamente. Quando, se non soprattutto nei momenti duri, l’Uomo riflette sul proprio senso, su quello della vita in genere, sulle grandi domande che lo hanno sempre accompagnato lungo il cammino? È in particolar modo nelle difficoltà che l’Uomo cerca delle risposte, anche attraverso le parole (perlopiù scritte) di altri uomini che hanno passato esperienze significative. Per questo, quando le cose non vanno bene, fuori o dentro di noi, si legge di più e siamo più disposti ad ascoltare. È statisticamente provato.

Per chi, invece, non ha tutta ‘sta voglia di andare in profondità, ma neppure ha la possibilità di distrarsi con tante cose con cui prima si distraeva, la lettura di svago è comunque un ottimo toccasana. Il bellissimo Decameron di Boccaccio, il grande certaldese, ne è uno degli esempi più famosi. Il Decameron, o Decamerone – dal greco δέκα, “dieci”, e ήμερών “giorno”, letteralmente “di dieci giorni” -, è una raccolta di cento novelle scritta da Boccaccio nel XIV secolo, probabilmente tra il 1349 e il 1351 o il 1353. Il libro racconta di un gruppo di giovani, sette donne e tre uomini, che per sfuggire alla peste nera che sta imperversando a Firenze rimangono per dieci giorni fuori dalla città, e a turno si raccontano delle novelle (una al giorno, ciascuno, per dieci giorni) di taglio spesso umoristico e con frequenti richiami all’erotismo bucolico dell’epoca. La consonanza col momento che viviamo è abbastanza chiara, no?

"Maraviglioso Boccaccio" il nuovo film dei fratelli Taviani, uscirà nelle sale il 26/2/15 ed è ispirato al Decamerone di Boccaccio

Migliorare il mondo circostante

Come si vede, leggere, approfondendo o svagandosi, è un validissimo aiuto a chiunque per migliorarsi, migliorare la propria vita e di conseguenza migliorare il mondo circostante. Non neutralizza il Coronavirus, ma se non altro lo rende utile a qualcosa. Ecco perché crediamo, non avendo per il momento notizie da altri indicatori, che i nostri lettori siano aumentati ancora di più proprio in questo determinato frangente, perché su TuscanyPeople si trovano articoli di ogni genere che spaziano dal tuscan lifestyle all’arte, dall’enogastronomia alla storia, dalla cultura a tutta la bellezza della nostra regione, dall’artigianato all’etica.

Etica, sì, parolina magica con una pregnanza assoluta. Perché senza etica, senza verità, trasparenza, onestà, senza libertà, senza il senso del dovere, senza il senso della giustizia e il rispetto degli altri, non c’è futuro per nessuno.

👉 Leggi anche: Io resto a casa: uno per tutti, tutti per uno

Noi di TuscanyPeople abbiamo sempre proposto un mondo green, ecosostenibile, biologico, biodinamico, naturale. Noi di TuscanyPeople siamo per gli alimenti a km 0, per il recupero dei grani antichi, del vecchio orto casalingo e dei materiali non inquinanti. Noi di TuscanyPeople siamo per la bellezza, l’armonia, per l’eccellenza della nostra terra e di chi la abita sacrificandosi ogni giorno per renderla ancora più eccellente. Perché senza di lei, senza la nostra terra, non ci saremmo neppure noi.

Cartello We Need a Change in manifestazione

Cosa c’entra tutto questo col Coronavirus? A ciascuno, nella propria coscienza, la risposta.

 

📍PER APPROFONDIRE:

👉 Brunello Cucinelli: l’etica e l’armonia del mondo alla base di una grande impresa

👉 5 principi etici alla base del nostro lavoro quotidiano

👉 Cos’è la bellezza?

 

Appartieni anche tu alle “Tuscany People“, ovvero quelle persone che hanno contribuito a creare una Toscana migliore? Contattaci, siamo tutt’orecchi.

Sei un eroico imprenditore toscano?

Teniamoci in contatto

 


Foto3© U.Montiroli – “Meraviglioso Boccaccio” regia F.lli Taviani                       Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti