Estate 2013, a San Galgano, Siena, nell’atmosfera magica dell’Abbazia vengo rapita dalla soave musica del quartetto di archi “Methamorphosis”, intervenuto all’interno del programma di eventi San Galgano Estate Musicale.

San Galgano, l’abbazia incantata nella campagna toscana

E’ luglio e approfittando della giornata libera ho deciso di concedermi una giornata diversa in un luogo non troppo lontano da Firenze, che mi ha sempre affascinato: San Galgano. Arrivata nel Comune di Chiusdino, a poco più di 60 Km da Firenze, mi rendo conto che, con le poche macchine in circolazione, ho impiegato meno di un’ora per arrivare da queste parti, eppure sembra di essere in un altro mondo. L’aria del mare poco lontano pervade l’atmosfera e, rallentando sulla strada assolata, apro i finestrini per annusare i profumi portati dal vento.

Nel periodo estivo nell'Abbazia di San Galgano, comunne di Chiusdino, si tiene la rassegna di eventi San Galgano Estate Musicale

 Siamo nella zona della Val di Merse, angolo di Toscana in cui la natura domina incontrastata: il verde del bosco rigoglioso cattura lo sguardo in ogni direzione. Lungo la strada, a confermare che la presenza dell’uomo non è del tutto sconosciuta, ho incontrato piccoli borghi rimasti come congelati dal tempo, mentre la campagna è disseminata, qua e là, da fattorie isolate, pievi e chiese che regalano scorci da cartolina.

Ma il “piatto forte” del viaggio è l’Abbazia di San Galgano, una costruzione medievale le cui origini risalgono al 1200. I resti dell’edificio originale sono davvero impressionanti e quasi inaspettati nel luogo particolarmente isolato in cui si trovano. Quello che più colpisce della struttura, però, è l’assenza del tetto, in contrasto con i muri e le navate che, invece, sono ancora imponenti. Camminando in quella che una volta era la navata principale, si può alzare lo sguardo e immaginare senza troppa difficoltà che il tetto della chiesa sia il cielo stesso.

Mappa San GalganoNel periodo estivo nell'Abbazia di San Galgano si tiene la rassegna di eventi San Galgano Estate Musicale

E come sembra non esserci confine tra opera dell’uomo e natura, allo stesso modo, in questo luogo, la linea di demarcazione tra verità storica e leggenda si fa sottile. A poche centinaia di metri dall’abbazia, infatti, su una piccola collina, si trova la Cappella di Montesiepi. È qui che si trova la famosa spada nella roccia. Una piccola elsa che esce dal terreno, mentre la lama appare saldamente conficcato in esso. Varie sono le vicissitudini che la spada ha subito nel corso dei secoli, ma nulla può oscurare il fascino che si prova nel vederla, richiamando inevitabilmente alla memoria le lontane vicende di Re Artù.

Vicino all'Abbazia di San Galgano, Siena, si torva la leggendaria spada nella roccia

San Galgano Estate Musicale

Decido di rimanere fino alla sera per poter assistere ad un concerto di musica classica del ciclo San Galgano Estate Musicale: il quartetto d’archi “Methamorphosis” che suona musiche di Bach,  Mozart e Vivaldi, proprio all’interno dell’Abbazia. Tutti gli anni infatti il Comune di Chiusdino organizza, in collaborazione con l’Accademia musicale Chigiana, l’Estate Musicale di San Galgano allestendo nel suggestivo spazio scenico della cattedrale un teatro da 800 posti.

Il luogo si è riempito di molti appassionati di musica e al rumore del vento tra gli alberi si è sostituito un leggero bisbiglio di ammirazione. E’ solo quando comincia la musica che l’incantesimo si compie: la serata è calma e magnifica, e le note salgono piano nell’aria e ne riempiono ogni particella. Chiudo gli occhi e mi lascio cullare dalla magica atmosfera di San Galgano Estate Musicale e abbandonando la mente al suono e alle immagini che esso mi suscita. Poi riapro gli occhi e alzo la testa: la volta blu del cielo è tutta trapuntata di stelle, incorniciate dai bordi dei muri dell’Abbazia illuminati dalle luci soffuse.

Nel periodo estivo nell'Abbazia di San Galgano si tiene la rassegna di eventi San Galgano Estate Musicale

E’ il più bel tetto che mi sia mai capitato di vedere e la sensazione che provo è davvero quella di trovarmi in un’altra dimensione, fuori dal tempo e dallo spazio, in cui la musica, salendo, unisce la terra e il lavoro dell’uomo al cielo e l’infinito che da lì si apre.
Vorrei che il suono non finisse mai e quasi mi fa sussultare l’applauso che parte alle fine del concerto. Torno lentamente in me, guardo ancora una volta quel soffitto fatto di stelle e mi avvio, lentamente, verso la macchina, pensando che San Galgano Estate Musicale è davvero un’iniziativa eccezionale.

Presto sarò di nuovo a Firenze, pronta a riprendere la mia vita di sempre. Ma quello che mi porto a casa è un regalo magnifico che non svanirà per molto, molto, tempo.


Nell'Abbazia di San Galgano e nell'Eremo di Montesiepi, Siena, si può vedere l'autentica spada della roccia e magari trovare il Santo Graal.

Riproduzione Riservata © Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti