Tignanello 2021, Marchesi Antinori

Classico intramontabile, vino icona di casa Antinori, nasce nel 1971 da una vecchia vigna, detta, appunto, Tignanello, che giace tra i 350 e i 400 metri mt slm, ed è composta da un terreno ricco di galestro e alberese. Rappresenta il primo sangiovese affinato in barrique, tagliato con cabernet sauvignon e una piccola parte di cabernet franc. Grande l’impatto gustativo al palato. Carattere e balsamicità in gran quantità.

Targa della Tenuta Tignanello dei Marchesi Antinori nel Chianti Classico

Sangioveto Grosso 2019 Fabrizio Bianchi, Castello di Monsanto

È un vino che proviene da un vigneto scelto nel 1967 dallo stesso Fabrizio Bianchi su un terreno di puro galestro. Sangiovese in purezza, prima vendemmia nel ’74, ne scaturisce un vino dal bellissimo profilo aromatico, intenso, pepato, polposo, ricco ma di grande sapidità. E anche di lunghissima persistenza.

L’Acciaiolo 2020, Castello di Albola

Qui siamo a Radda in Chianti, Uga del Chianti Classico di recente creazione. Il vino nasce da un unico vigneto di vecchie viti, e da una selezione di uve di cabernet sauvignon e sangiovese. Il nome rappresenta un omaggio alla casata degli Acciaiuoli. Dal profilo dark, primeggiano sentori vivi di sottobosco e spezie. Sorprende per sapidità e intensità del sapore.

Bicchieri con vino rosso su botte con grappolo d'uva matura

Vigorello 2019, Agricola San Felice

Blend bordolese a base di cabernet, merlot e petit verdot, prodotto per la prima volta nel 1968 nell’azienda di Castelnuovo Berardenga. Negli ultimi anni al blend storico è stato aggiunto il pugnitello, antica uva riscoperta di recente. Delineato da frutta matura, si profila in maniera eccellente al palato dove spicca per sapidità e scioltezza.

Cepparello 2021, Isole e Olena

Sul versante occidentale della denominazione, a Barberino Tavarnelle, questa è una cantina che rappresenta la storia del Chianti Classico. La famiglia De Marchi, con Paolo, è stata capace di consegnare questo vino alla fama mondiale creando uno dei sangiovese di riferimento, non solo per la zona del Gallo Nero. Un sangiovese perfettamente riuscito, compiuto, molto dinamico e vibrante. Dal sorso pieno e appagante.

Per approfondire: Vitigni internazionali in Toscana: i migliori Merlot in purezza

Grappolo di Sangiovese durante la vendemmia

Caro lettore, cara lettrice, se questo articolo ti è piaciuto potresti anche lasciarci un commento qui sotto, su FB, su IG, oppure condividerlo tramite il pulsante WhatsApp. Ma solo se ti va. Grazie di essere stato con noi.


Foto di copertina Khuc Le Thanh Danh su Unsplash

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Tommaso Baldassini Editore
Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany
[fbcomments url="https://www.tuscanypeople.com/supertuscan-alla-ribalta-8-vini-top-secondo-il-gambero-rosso/" width="100%" count="on" num="3"]