Le terme di Montepulciano sono una tappa obbligata se si desidera conoscere nella loro completezza le terme toscane, il più ampio sistema di centri benessere d’Italia.

Terme di Montepulciano: anche l’acqua vuole la sua parte

Il moderno Centro Termale di Montepulciano è specializzato in inalazioni, cura delle broncopneumatopatie e riabilitazione vascolare e ortopedica. Le terme di Montepulciano sono tra le più ambite della Toscana da parte di chi ricerchi le proprietà benefiche delle loro acque – che sgorgano all’interno di una struttura attrezzata e altamente professionale – in abbinamento a una straordinaria pausa relax scenograficamente composta di bellezza naturale, storia, arte e grande tradizione enogastronomica.

Veduta del borgo toscano di Montepulciano sulla Val d'Orcia

Storia delle terme di Montepulciano

Le prime testimonianze sulle terme di Montepulciano e sulle proprietà delle acque risalgono al 1571, anno in cui Andrea Bacci pubblica il trattato “De Thermis”. In seguito molti studiosi analizzarono e delinearono il fenomeno termale di Montepulciano, da Leonardo Da Capua a Kinker, da Santi a Baldassarri, fino a Targioni Tozzetti, il più autorevole esperto di terme in Toscana.

Per molti anni, fino ai Sessanta del secolo scorso, le acque di Montepulciano sono state utilizzate direttamente nei luoghi da cui sgorgavano. Stiamo parlando delle campagne di Sant’Albino dove, nella seconda metà del XVIII secolo, nacque una prima sede termale in seguito alle riforme del Granduca Leopoldo. Solo nel 1966, tuttavia, si pensò di sfruttare questa grande potenzialità con maggior raziocinio, favorendo la nascita di un centro termale specifico che negli anni successivi si sarebbe dotato di strutture specializzate.

Coppia in una vasca di un centro termale in Toscana

Le acque e le cure termali di Montepulciano

L’acqua che sgorga dalle sorgenti di Sant’Albino è minerale sulfurea, salsobromoiodica, bicarbonato calcio-magnesiaca, molto ricca di anidride carbonica. Dunque possiede proprietà antisettiche, anticatarrali, antispastiche e antiallergiche.

L’acqua viene intercettata a 132 metri di profondità e da lì convogliata in direzione delle terme di Montepulciano, a poche centinaia di metri di distanza, senza venire a contatto con l’aria, e pertanto mantenendo inalterate le qualità terapeutiche dello zolfo. In base alle loro proprietà, le acque risultano particolarmente indicate per la cura delle malattie delle vie respiratorie, oltre che di quelle ginecologiche, reumatiche e dermatologiche.

👉 Leggi anche: Terme in Toscana: Siena, la regina del salus per aquam

Getto d'acqua in un centro termale toscano

Il centro termale di Montepulciano

Nato nel 1966, lo stabilimento termale di Montepulciano si è dotato nel tempo di nuove strutture in modo da affiancare alle tradizionali cure termali anche altri strumenti diagnostico-terapeutici. Così la classica terapia inalatoria si è potenziata con un Centro di Audiologia e Vestibologia, e in seguito con un Centro di Rinologia.

In anni più recenti, è stato inaugurato anche un Centro di Bronco-pneumologia, specializzato nel trattamento delle broncopneumatopatie croniche ostruttive, quali asma, bronchite ed enfisema polmonare. Quindi è sorto un Centro Riabilitativo Vascolare e Ortopedico che offre tutte le terapie necessarie a un’efficace riabilitazione in seguito a interventi di chirurgia ortopedica e vascolare, sia arteriosa che venosa, oltre a essere attrezzato per i casi di traumatologia sportiva.

Da segnalare anche un centro di termalismo pediatrico specializzato nella terapia delle patologie dell’apparato respiratorio infantile, quali bronchiti, asma bronchiale, riniti e tonsilliti ricorrenti. Le principali cure effettuate presso le Terme di Montepulciano sono convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.

Ragazza sotto una cascata d'acqua in un centro termale in Toscana

Il centro benessere delle terme di Montepulciano

Alla struttura sanitaria si è aggiunto poi un centro benessere. Qui vengono praticati massaggi, fanghi termali, idromassaggi, docce atomizzate, trattamenti per la cura della cellulite, sempre tramite l’utilizzo delle acque termali e delle loro proprietà.

I trattamenti benessere del centro termale

Per quanto concerne i trattamenti benessere, ce ne sono di ogni tipo, alcuni curiosissimi. Ad esempio, il “Massaggio al Vino Nobile di Montepulciano”, effettuato con l’esclusivo olio al vino Nobile di Montepulciano, ricco di principi attivi antiossidanti, idratanti e antiaging. Oppure il “Candle massage”, fatto con profumi unici e burri vegetali, in cui movimenti lenti e dolci si combinano coi profumi sensuali delle candele cosmetiche.

Infine il rigenerante “Massaggo di coppia”: l’armonia della tecnica di massaggio e i profumi degli oli essenziali “dell’Amore” rilassano la mente e ridonano vitalità. Tra i trattamenti innovativi, alcuni utilizzano le proprietà benefiche del cioccolato o dell’olio extravergine d’oliva toscano, biologico e spremuto a freddo, provenienti dalla colline senesi.

I trattamenti olistici

Da non sottovalutare nemmeno gli affascinanti trattamenti olistici. L’“Ayurveda” è un antichissimo massaggio basato sulla medicina naturale indiana che conduce a uno stato di straordinario benessere e serenità. Equilibra infatti i tre dosha, secondo la tradizione ayuverdica, dona pelle splendente, stimola la circolazione e la funzionalità delle ghiandole endocrine, rinforzando il sistema immunitario. Mentre nel più noto “Shiatzu”, una tecnica di digitopressione che favorisce un riequilibrio energetico migliorando la funzione di tutti gli organi, si usano le antiche mappe dell’agopuntura.

👉 Leggi anche: Le terme toscane: il più ampio sistema di centri benessere d’Italia

Trattamento ayurvedico con olio caldo in un centro benessere

Il bellissimo borgo di Montepulciano

Come se non bastassero queste onde di positività, salute e benessere che ci arrivano dalle Terme di Montepulciano, ad amplificarle ci pensa il borgo stesso che si eleva fiero, antico, bellissimo, su una collina a cavallo tra Val d’Orcia e Val di Chiana, sopra un verde paesaggio di vigne e uliveti.

Le storia di Montepulciano

Di origine etrusca, nel 715 era nota come “monte o castello Poliziano”. Nell’Anno Mille la sua importante posizione strategica, a dominare le due valli, venne confermata dall’edificazione di un paio di chilometri di mura di cinta potenziate da due fortezze e 35 torri. Ma è durante il Rinascimento, con l’intervento delle potenti famiglie nobili fiorentine e di Lorenzo il Magnifico, che la città crebbe dal punto di vista sia artistico che commerciale, e come tale sempre contesa tra Siena e Firenze.

Il centro storico del borgo toscano

Il cuore del borgo è rappresentato dal Corso Centrale, lungo cui si susseguono una serie di imponenti palazzi rinascimentali. Al termine si apre la Piazza Grande, ridisegnata alla fine del ‘400 da Michelozzo. Qui sorgono i monumenti più belli di Montepulciano: la cattedrale ricca di tesori artistici, il Palazzo Comunale, il Palazzo Tarugi, il Palazzo del Capitano del Popolo, il Pozzo dei Grifi e dei Leoni e il Palazzo del Monte Contucci.

Al di sotto della cinta muraria, s’innalza il tempio della Madonna di San Biagio, tutto in lucente travertino, opera di Antonio da Sangallo il Vecchio. La struttura rappresenta un tale capolavoro d’architettura da arrivare a ispirare lo stesso Michelangelo per i progetti della basilica di San Pietro, a Roma.

Il vino Nobile di Montepulciano

Montepulciano è anche conosciuta internazionalmente per il suo vino Nobile. Suggestivo è entrare in storiche enoteche e visitare cantine come quella degli Ercolani – che collegava sette palazzi e costituiva il rifugio delle famiglie nobili in tempi calamitosi -, o la Cantina del Redi, in cui si possono ammirare grotte sotterranee in tufo.

Vista su Piazza Grande a Montepulciano dalla parte del Pozzo dei Grifi e dei Leoni

Caro lettore, che ci ha seguiti fin qui con passione, non ti abbiamo fatto venire l’acquolina in bocca con le terme di Montepulciano? Una sola richiesta: scrivici subito o lascia un commento sui nostri canali social, quando avrai provato anche un piccolo assaggio di tutto questo. Ci contiamo. [email protected], Facebook e Instagram.

📍 PER APPROFONDIRE:

👉 Montepulciano: il nobile borgo della Val di Chiana senese

👉 Bravìo delle Botti: il “palio” di Montepulciano

👉 Terme libere in Toscana: quando il benessere è gratis

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Le immagini relative alle terme sono illustrative, ndr
Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Publisher, Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti