Dal mallo del cocco nasce un prodotto esotico che trova la realizzazione a Firenze. E’ il Terriccio Pratiko, la rivoluzione del giardinaggio urbano.

Terriccio Pratiko: la rivoluzione del giardinaggio

Non mi stancherò mai di dire che i fiorentini hanno il genio nel dna. Jacopo Mei è un agente immobiliare, esperto di ristrutturazioni, che ha saputo valorizzare un prodotto di madre natura. Un prodotto utile e pratico: il terriccio Pratiko.

Jacopo ciao, conosco bene Terriccio Pratiko, con la sua leggerezza mi ha evitato delle ernie da sforzo sicure. Ma mi dici come nata l’idea? 

Una sera a cena (..sempre a cena , e sempre agli altri vengono fuori le vere opportunità di business, a me mai! ndr), un mio amico dello Sri Lanka mi parlava della realizzazione di questa terra essiccata e compressa realizzata dal mallo del cocco.

Il terriccio Pratiko è un'idea di Jacopo Mei

Abbiamo iniziato subito a sperimentare un prodotto in termini di packaging, in termini di dimensioni, l’abbiamo ottimizzata in termini commerciali e proposta a Coop Italia che, dopo molte analisi e dimostrazioni sulla affidabilità del prodotto, lo ha messo in commercio in circa 160 punti vendita.

L’obbiettivo attuale è quello di realizzare un nuovo prodotto che sia più adatto al settore hobbistico, rivolto cioè alle persone con una esigenza come la mia, che abitando in centro città non possono avere il problema di trasportare chili di terriccio pesante per invasare un garofano sul balcone..

I vantaggi di questo prodotto?

Leggero, comodo, pratico e soprattutto ecologico. Non va dimenticato poi che è l’unico terriccio esistente ecologico e biologico al 100%. Fra qualche anno, per motivi ambientali, sarà vietata l’estrazione della torba e questa rappresenta la sua unica alternativa.

Dove lo trovo?

Attualmente alle Ipercoop ma anche su D.mail, oltre ovviamente sul sito.

Quindi con D-mail mi arriva direttamente a casa, senza alcuna fatica, il mio Terriccio Pratiko, che per di più è anche leggero: quanto di meno rispetto al normale terriccio?

Il rapporto con il terriccio normale non è di peso, ma di volume. In ogni caso Terriccio Pratiko pesa un sesto del terriccio normale. Ritornando al volume ti faccio un esempio. Il terriccio universale più conosciuto è il classico sacco da 10 litri che pesa 7 chili e che misura come un grande cuscino da letto. La nostra alternativa è il brick da 650 grammi che misura come un libro.  650 grammi quindi anziché 10 litri. Occorre poi usare dell’acqua per riportarlo alle condizioni normali ma questo è un fattore positivo perché si può scegliere quanto farne.

Il vaso di terra è un prodotto Terriccio Pratiko

Come viene prodotto Terriccio Pratiko?

Il mallo del cocco viene essiccato, lavato, tritato, rilavato e essiccato nuovamente, per poi essere compresso e confezionato con in nostri vari packaging a seconda del tipo di uso. Troviamo i brick che sono come dei mattoni, sia confezionati che non, i dischi, che vanno messi direttamente nel vaso come fosse terra ed i vasi fatti di terriccio. I vasi in terriccio permettono di evitare di dover sbarbare la pianta qualora si decida di metterla a dimora, ossia di piantarla nel terreno.

E’ solitamente un’azione traumatica che viene evitata poiché sarà possibile piantare nel terreno direttamente la pianta con il vaso che è appunto fatto di fibra di cocco compresso che si scioglierà nel terreno con il tempo.

C’è poi un nuovo prodotto a cui tieni molto giusto?

Sì, è l’Orto in Terrazza. E’ un kit sempre con terra essiccata che sostituisce al suo interno sia il vaso sia la quantità di terra necessaria per coltivarti una tipologia o l’altra di ortaggi…è una sorta di sacchetto che con un processo semplicissimo ti permette di coltivare fragole piuttosto che pomodori con un prodotto che ha la forma e la leggerezza di una baguette.

L'orto in terrazza è un prodotto Terriccio Pratiko

 

 

Beh, la gamma di prodotti è più che completa ed è indubbio che sia un prodotto innovativo e utile. E come abbiamo visto soprattutto..Pratiko.

 

Curiosità sul Terriccio?

 Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti