“Burri Morandi e altri amici. La passione per l’arte di Leone Piccioni”, in una mostra inedita a Villa Bertelli, nella “sua” Forte dei Marmi.

A Villa Bertelli in mostra 109 opere selezionate da Leone Piccioni

Gli Eventi a Villa  Bertelli

 

Che cosa vedere a Forte dei Marmi quest’estate? Arte e letteratura si uniscono in magistrale armonia nella mostra “Burri Morandi e altri amici. La passione per l’arte di Leone Piccioni”, curata da Piero Pananti e Gloria Piccioni, fino a metà gennaio 2020 in esposizione a Villa Bertelli, polo culturale e artistico del Comune di Forte dei Marmi, che rende omaggio a uno dei più importanti critici letterari italiani ma offre anche un’esclusiva alla città (mappa).

A Villa Bertelli 109 opere selezionate da Leone Piccioni

A Villa Bertelli in mostra 109 opere selezionate da Leone Piccioni

Collezione Piccioni – Carlo Carrà

Una importantissima raccolta di 109 opere realizzate dai più noti artisti italiani e internazionali, selezionate dal grande critico letterario Leone Piccioni scomparso lo scorso anno, uscita per la prima volta dalle mura di Casa Piccioni, in cui si potranno ritrovare anche i ricordi della sua prestigiosa carriera e del legame che lo ha unito a ogni singolo autore in esposizione. Viene ricordato così il suo percorso letterario e giornalistico, la sua toscanità (visse e studiò a Firenze, alla facoltà di Lettere), l’ampiezza diffusa dei suoi interessi, la carriera in RAI, l’insegnamento in Letteratura italiana moderna e contemporanea nelle prestigiose Università di Roma e allo IULM di Milano.

L’Informale italiano: Burri e Fontana

A Villa Bertelli in mostra 109 opere selezionate da Leone Piccioni

Collezione Piccioni – Renato Guttuso

Leone Piccioni ci conduce in un viaggio attraverso l’arte contemporanea di Afro Basaldella, il “maestro del colore”, considerato tra i più importanti artisti del dopoguerra e tra i principali esponenti dell’Informale italiano insieme ad Alberto Burri e a Lucio Fontana.

Le ‘combustioni’ di Burri ci ricordano uno sfacciato ed irriverente uso della materia, che si fa colore e tatto, odore e superficie, una dimensione simbolica ma non simbolista, dove il nero s’insinua definendo fondi e orizzonti. E la plastica, che contraendosi sotto il fuoco sopporta stigmate, supplizi e fustigazioni. I ‘tagli’ di Fontana ci colpiscono più al cervello che al cuore, trasfigurando concetti spaziali che definiscono il mondo in cui viviamo uscendo dalla superficie pittorica, infrangendola, sfregiandola.

Carrà, Morandi e Schifano

A Villa Bertelli in mostra 109 opere selezionate da Leone Piccioni

Collezione Piccioni – Mario Schifano

Ma nella collezione di Piccioni c’è anche Carrà, futurista e poi vicino alla corrente metafisica, in un quadro concepito come un’immagine dinamica che non si limita a dare la sensazione di movimento, bensì destinata attraverso il colore, a eliminare la legge fissa di gravità dei corpi.

Non mancano i segni di Giorgio Morandi, considerato uno dei più importanti incisori del Novecento, in una accennata natura morta con cinque oggetti, una sequenza di bottiglie, vasi, brocche e altri recipienti realizzata con pochi colori e linee molto essenziali. Con Mario Schifano facciamo un passo verso l’apertura di una via italiana alla pop art. Punto di rilievo nella sua produzione è l’evocazione di marchi pubblicitari, segno distintivo di un’epoca. Tanti altri artisti in queste stanze celebrano l’eccellenza di Leone Piccioni, un elegante liberale che non si piegò alla mediocrità.

 

Importanti testimonianze dell’arte del Novecento

A Villa Bertelli in mostra 109 opere selezionate da Leone Piccioni

Collezione Piccioni – Remo Bianco

A completamento della mostra, ci sono scritti, foto e video, che lo ritraggono con tutti i maggiori scrittori, poeti e artisti del ‘900, con i quali intrattenne corrispondenza letteraria per gran parte della sua vita. Una preziosa documentazione della grande considerazione in cui era tenuto il suo giudizio e una pregiata e inedita testimonianza del mondo culturale e artistico del secolo scorso. A Villa Bertelli la letteratura, l’arte e la musica interagiscono fra loro, mettendo in mostra l’operato dei più grandi interpreti di quel lungo periodo storico.

Due eventi collaterali alla mostra

A Villa Bertelli in mostra 109 opere selezionate da Leone Piccioni

Collezione Piccioni – Giosetta Fioroni

La mostra è corredata da due eventi collaterali nel periodo estivo: il primo, dedicato al Quarto Platano, (il più famoso luogo di convivialità estiva degli artisti, dei critici e degli scrittori dagli anni Venti fino agli anni Cinquanta), di cui Piccioni è stato uno degli ultimi rappresentanti. Il secondo presenta il carteggio “Lungara 29. Il caso Montesi nelle lettere a Piero“, che lo stesso Piccioni ha avuto con il fratello, musicista e compositore, quando Piero era detenuto in carcere per lo scandalo Montesi negli anni Cinquanta. La prima e forse unica testimonianza della famiglia Piccioni sul caso, definito da Montanelli: «il più vergognoso, ignobile e infame scandalo, che la stampa e la pubblica opinione abbiano mai scatenato contro un innocente».

Avvocato Ermindo Tucci (presidente di Villa Bertelli, ndr) questa è certamente una delle più importanti mostre d’arte degli ultimi anni, quale segnale per Forte dei Marmi?

A Villa Bertelli in mostra 109 opere selezionate da Leone Piccioni

Collezione Piccioni – Giuseppe Capogrossi

Avv. Tucci: “Innanzi tutto, che Villa Bertelli è, a tutti gli effetti, il polo culturale e artistico del paese. Un punto di riferimento per quanti, cittadini, ospiti estivi e visitatori occasionali, vogliano gustare non soltanto le offerte, come il bel mare e la buona cucina, delle quali Forte dei Marmi va fiera, ma anche proposte culturali importanti, quale indubbiamente è questa mostra. Un vero fiore all’occhiello, che abbraccia la più bella arte del Novecento, ma che per noi ha anche una valenza affettiva rilevante. L’amore che ha legato e continua a legare la famiglia Piccioni al nostro territorio ha dato senz’altro un ulteriore impulso alla realizzazione della mostra. Dove se non a Forte dei Marmi? Che nel secolo scorso ha incantato non pochi artisti presenti a questa inedita esposizione? Siamo orgogliosi di questo evento, che rimarrà con noi fino all’inizio del prossimo anno“.

👉 Leggi ancheTutti i colori di Forte dei Marmi

Elenco artisti: Afro Basaldella, Remo Bianco, Alberto Burri, Alexander Calder, Giuseppe Capogrossi, Carlo Carrà, Mario Ceroli, Folco Chiti Battelli, Filippo De Pisis, Piero Dorazio, Jean Fautrier, Lucio Fontana, Remo Formichi, Giosetta Fioroni, Franco Gentilini, George Grosz, Renato Guttuso, Carlo Guarienti, Mino Maccari, Mario Mafai, Giacomo Manzù, Mario Marcucci, Giorgio Morandi, Ennio Morlotti, Victor Pasmore, Ottone Rosai, Piero Sbarluzzi, Gino Severini, Mario Schifano, Gregorio Sciltian, Luigi Spazzapan, Graham V. Sutherland, Venturino Venturi, Lorenzo Viani, Franco Villoresi.

Gli Eventi a Villa  Bertelli

 

Villa  BertelliViale Giuseppe Mazzini, 200 – Forte dei Marmi (LU) – Tel. +39 0584 787251


 Photo Credits by Alessandro Vasari Fotografo                                                                                                             Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople
Foto: ©Villa Bertelli

Informazioni sull'autore

Stefania Bacchini
Web writer & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti