In occasione della Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella Scienza abbiamo intervistato Sabina Nuti, Rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, sul ruolo fondamentale che scienza e cultura ricoprono per superare il gender gap

1 / 4 – Intervista a Sabina Nuti, Rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa

Di cosa parliamo in questo articolo:

  • Cosa ne pensa della Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella Scienza?
  • Che ruolo hanno le donne nei progetti di ricerca scientifici?
  • Quali progetti avete in cantiere per accrescere l’appeal del Sant’Anna?
  • Che cosa direbbe a una ragazza che si avvicina alle materie STEM?
  • Com’è cambiato il mondo delle università e il modo di studiare?

È una donna tutta d’un pezzo Sabina Nuti. Rettrice della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa per il mandato 2019-2025, indossa il vessillo di portavoce di un centro d’eccellenza nella formazione a livello internazionale e crede nell’investire su una formazione di alto livello per portare sviluppo e crescita sul territorio. 

La Rettrice Sabina Buti e alcuni studenti del Sant'Anna di Pisa

11 febbraio, Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella Scienza, per affrontare temi come uguaglianza di genere e piena parità nella ricerca scientifica e per riflettere sulle nuove tecnologie che avranno forte impatto sulla società del futuro.

Per scoprire le sue considerazioni sul tema, vai a pagina 2.

Informazioni sull'autore

Web Writer & Ambassador of Tuscany
[fbcomments url="https://www.tuscanypeople.com/intervista-sabina-nuti-rettrice-santanna-pisa/" width="100%" count="on" num="3"]