Forno Garbo Firenze - Hand Made  

Se nel mondo il Made in Italy è un marchio di provenienza sinonimo di bellezza e qualità, il Made in Tuscany non è da meno. Anzi, forse è di più. Equivale infatti a restringere il focus su uno specifico territorio all’interno di un Paese rinomato per l’eccellenza della sua produzione. Un ulteriore imprimatur. Una garanzia aggiuntiva. Un po’ come funziona per i marchi IGT, DOC o DOCG.

Tanto che nel 2019 la Regione Toscana ha lanciato il nuovo marchio di qualità, “Toscana” e “Impresa Toscana”, che le aziende possono ottenere attraverso una procedura snella e il rispetto di un disciplinare semplice che valorizza le componenti caratteristiche del luogo in cui l’impresa produce, svolge le proprie attività e si propone ai mercati nazionali e internazionali. Il marchio non va a sostituire le certificazioni o le denominazioni già utilizzate, ad esempio, nel settore agroalimentare, ma va a rafforzarle.

Perché se è vero che l’agroalimentare da noi è il settore leader e trainante, è anche vero che l’attività produttiva del territorio non si esaurisce affatto qui. Tutt’altro. Il settore manifatturiero in Toscana è un patrimonio preziosissimo. Ogni provincia racchiude tesori di sapienza derivati dall’abilità dell’uomo e dai materiali offerti dal territorio: dall’oro e l’argento lavorati, al bronzo, al ferro battuto; dalla soffiatura e cesellatura del vetro e del cristallo alla ceramica; dalla lavorazione della pietra e delle pietre a quella della lana, della seta, dei merletti; dall’artigianato della carta a quello del legno e della pelle.

Insomma, il vetro di Empoli, il cristallo della Val d’Elsa, la ceramica di Montelupo, la terracotta dell’Impruneta, l’arte orafa di Arezzo e Cortona, l’alabastro di Volterra, il panno e il ferro battuto del Casentino, il marmo bianco di Carrara, la pelletteria di Pisa e Firenze, il tessuto di Prato, i sigari toscani della Valtiberina, i profumi di Firenze, il merletto di San Sepolcro, non solo portano nel mondo la Toscana come fa l’agroalimentare, ma ne rappresentano addirittura l’anima più antica, profonda e radicata.

Quanto a TuscanyPeople, rivista top sull’Eccellenza toscana, si è sempre fatta promotrice del grande artigianato toscano. Leggete qualche nostro articolo e meravigliatevi coi design di marmo delle Apuane di Fiammetta Vanelli. Inebriatevi cogli eau de parfum e home fragrance dell’azienda pratese Qubito. Stupitevi con le opere scultoree della Fonderia Artistica Mariani di Pietrasanta realizzate per artisti contemporanei seguendo il procedimento tradizionale della fusione col metodo della cera persa. Coccolatevi con Biofficina Toscana, l’azienda di biocosmesi che fa della chimica verde e dell’agricoltura biologica in armonia con la natura il suo vessillo.

E poi maestri scarpai, maestri birrai, maestri profumieri, maestri di pop art, in questa sezione troverete moltissimi spunti per una conoscenza della Toscana più originale e innovativa. Lasciatevi andare, seguitici in questo meraviglioso viaggio nell’infinita creatività della nostra gente.