In un rivista web come TuscanyPeople, interamente dedicata alla Toscana nella sue molteplici declinazioni, la sezione Tuscany in the world si pone assolutamente come atipica visto che non si parla di Toscana da esportazione, ma proprio della Toscana all’esplorazione del mondo, come se idealmente la regione facesse la valigie e se ne andasse in un tour grande come il pianeta.

E così ecco che TuscanyPeople visita Civita di Bagnoregio, un borgo sospeso tra Toscana, Umbria e Lazio,  nella valle dei calanchi, tra il Lago di Bolsena e la valle del Tevere, quasi un’ambientazione ideale per una scena de Il Signore degli Anelli, con quell’unico stretto ponte pedonale  di circa 300 metri che fa tanto “battaglia del Fosso di Elm”;

oppure si sposta a Livigno, per un weekend romantico in Alta Valtellina, uno dei borghi italiani più glamour e ricco di fascino delle Alpi, adatto allo shopping, famoso per uno dei più bei complessi sciistici  d’Europa, Carosello 3000, ma anche per running, trekking, mountain bike e ristorazione di qualità.

O ancora, eccoci nei romantici paesaggi, negli scenari naturali mozzafiato, nelle acque termali dalle proprietà terapeutiche, di Saint Moritz coi suoi prestigiosi Kempinski e Kulm Hotel.

Poi via verso il Principato di Monaco, lo stato, o meglio: la città-stato, più glamour d’Europa, di cui la località più conosciuta è ovviamente Monte Carlo, celebre nel mondo per il circuito di Formula 1, per il Casinò, e per la principessa Grace. E da lì a Parigi, nella ville lumière, ad ammirare la mostra “Manet e la Parigi moderna”, che annovera alcuni grandi capolavori impressionisti, tra cui 16 tele di Manet e altre 40 di maestri quali Boldini, Cézanne, Degas, Fantin-Latour, Gauguin, Monet, Berthe Morisot, Renoir, Signac, Tissot.