Il Chianti è una dei territori più conosciuti della Toscana

Se Siena e Firenze si sono disputati il Chianti per secoli, ci sarà una ragione. La leggenda narra di due cavalieri che partirono all’alba da entrambe le città, al canto di un gallo nero.

Là dove si fossero incontrati sarebbe stata tracciata la linea di demarcazione tra Chianti senese e fiorentino.

Il gallo del Chianti

Solo che il gallo di Firenze, in forza di una serie di ingannevoli stratagemmi, fu indotto a cantare molto prima, in piena notte. Il paladino di Firenze acquisì un grande vantaggio e anche la maggior parte del territorio. Ecco perché il gallo nero è il simbolo del Chianti Classico, uno dei vini più famosi d’Italia.

Nonostante il territorio si estenda in tutte le direzioni: fino alle colline pisane e a quelle pistoiesi, fino alla zona della Rufina o verso i colli aretini e senesi, il suo cuore rimane il Chianti Classico, tra Firenze e Siena.

Cosa vedere nel Chianti

Borghi antichi, castelli, ville, abbazie, pievi e monasteri, distese di vigne e olivi ondeggianti sulle multiformi colline che celano nel loro verde intenso le caratteristiche coloniche toscane: questo è il Chianti.

La città-mercato di Greve, le viuzze fortificate di Montefioralle, il castello di Panzano e l’Antica Macelleria Cecchini, questo è il Chianti. Il Palazzo del Podestà a Radda, Via delle Volte a Castellina, il borgo fortificato di Vertine, questo è il Chianti.

La Pieve di Spaltenna, il Monastero di Badia a Coltibuono, l’imponente Castello di Brolio di Bettino Ricasoli, il barone di ferro, questo è il Chianti. E molto, molto altro.

Perché dici Chianti e in tutto il mondo rispondono: "oh, sì la Toscana". E pensi al Castello di Ama o al Castello di Volpaia, alla Fattoria San Giusto a Rentennano o a Fontodi, a Montevertine le Pergole Torte o al Barone Ricasoli, e alle centinaia di aziende vitivinicole che con immenso amore producono ogni anno bottiglie di alta qualità.

Scopri il Chianti Blog per conoscere da vicino questa terra toscana delle meraviglie.