Veduta di Pontremoli, borgo toscano della Lunigiana

Immersa tra Toscana, Liguria ed Emilia Romagna, tra i monti dell’Appennino Tosco-Emiliano e le cime delle Alpi Apuane, la Lunigiana è una regione verdissima che abbraccia montagna, collina emare.

L'antico territorio degli Apuani

Gli stessi abitanti non reputano di appartenere a nessuna delle aree in cui risiedono o con cui confinano, si considerano semplicemente discendenti dagli Apuani, un fiero popolo dell’Italia preromana che vi abitava migliaia di anni fa, e che in vario modo dette filo da torcere a molti invasori.

Territorio di valico e frontiera, la Lunigiana è stata da sempre attraversata da eserciti e pellegrini, da greggi e carovane di mercanti, per divenire “un incrocio di strade verso la civiltà”.

Nella sintesi tra diverse culture, anche la lingua della Lunigiana non suona propriamente toscana. Le parlate sono influenzate da accenti liguri ed emiliani, e incarnano, così come la tradizione culinaria, un mix tra più tradizioni.

Ricca di bellezza, storia, e antichi insediamenti, questa terra deriva il nome dall'antica città romana di Luni, situata alla foce del fiume Magra, non lontano da dove oggi sorge Sarzana.

Cosa vedere in Lunigiana

Castelli, musei e pievi raccontano il travaglio storico della regione nel corso dei secoli. Le Statue della Stele, in particolare - visitabili presso il Museo delle Statue Stele della Lunigiana - rappresentano l’interessantissimo fenomeno del megalitismo e contribuiscono allo studio delle popolazioni che abitavano l’area durante il periodo preistorico.

Segno del passato di queste zone è anche il bellissimo sito archeologico romano di Luni, senz’altro la testimonianza più interessante di quella dominazione. Molto tangibile, in Lunigiana, anche il fascino del Medioevo, che è possibile ammirare nei castelli dei Malaspina, come quello di Fosdinovo, nelle pievi romaniche, nelle possenti mura di Caprigliola e nella sua elegante torre eretta dai vescovi di Luni.

Sul territorio della Lunigiana sono disseminati caratteristici borghi a galleria che offrono al visitatore la visione di un insieme di cunicoli attraverso cui avventurarsi per visitare il borgo stesso. È un tipo di ingegneria civile dovuta all’esigenza di difendersi dalle continue invasioni straniere. Di solito la galleria è formata da abitazioni allineate che portano fino a una piazza principale, una vera attrazione per chi voglia approfondire la conoscenza della zona.

La Via Francigena

Il primo tratto toscano della Via Francigena passa da qui. Attorno all’antico cammino sono stati recuperati sentieri e mulattiere, oggi affascinanti percorsi trekking. Davvero non si finisce mai di stupirsi scoprendo piccoli gioielli nascosti come Fivizzano o Equi con le sue grotte e le sue terme, Zeri con le sue piste innevate o l’elegante Pontremoli.

Esplorare questa terra offre inoltre la possibilità di scoprire la sua eccellente cucina, tra testaroli al pesto, focaccette di Aulla, panigacci di Podenzana, torte d’erbi, castagnacci, amor alla crema, e tanti altri alimenti tipici.