Storia, cultura enogastronomia e non solo: Suvereto è un borgo tutto da scoprire, ideale sia per gli amanti del relax e delle antiche tradizioni che per gli appassionati di sport e bioturismo.

Alla scoperta di Suvereto

Andare in vacanza in Toscana significa poter scegliere tra le infinite possibilità che questa regione offre. Si può decidere, infatti, tra il mare o le alture dei colli, tra la cultura medioevale o tra quella rinascimentale, tra una cucina di pesce o di carne, tra lo shopping in negozietti di artigianato locale alle grandi firme, tra la vita diurna o notturna, tra gli eventi di moda e il luxury style o la bellezza dell’arte, insomma, tra tutti gli interessi possibili.

Suvereto è un borgo toscano in provincia di Livorno, affacciato sulla Val di Cornia e a pochi km dalle bellissime spiagge del Parco Naturale di Rimigliano

Borghi toscani: Suvereto

Chi ama i borghi medioevali non può non mancare l’appuntamento con Suvereto, sulle colline della Val di Cornia, a poca distanza da Piombino e le spiagge incontaminate di San Vincenzo. Un triangolo di panorami completamente differenti, che rende ancora più particolare l’arrivo al borgo, preceduto da una strada collinare circondata da boschi e poche case sparse.

Come per ogni borgo medioevale che si rispetti, anche Suvereto ha le sue mura, che sono il primo assaggio di un passato lontano, risalente all’anno Mille. Ma prima di entrare al borgo, si può fare la prima sosta culturale, ammirando la Pieve di San Giusto. Si tratta di un’architettura semplice, tipicamente romanica, che non ha nulla a che vedere con i fasti rinascimentali delle chiese fiorentine.

Suvereto è un borgo toscano in provincia di Livorno, affacciato sulla Val di Cornia e a pochi km dalle bellissime spiagge del Parco Naturale di Rimigliano

Il Palazzo Comunale

Ma è oltre la porta che si può assaporare pienamente il lifestyle medioevale del borgo di Suvereto, dove le stradine e i vicoletti lastricati permettono di immaginare uno stile di vita completamente diverso, fatto di dame e cavalieri, di candele per illuminare gli ambienti, di commercianti, artigiani e botteghe.

Proprio uno di questi vicoletti porta al Palazzo Comunale, antica costruzione risalente al 1200. La bellezza di questo palazzo medioevale non sta solo nell’architettura, ma nell’idea che per otto secoli, attraverso quei corridoi, quelle stanze e quelle scale, sono passate centinaia e centinaia di persone sempre per lo stesso scopo: recarsi al municipio. Con un piccolissimo sforzo di fantasia si può immaginare il calpestio su quei pavimenti quando, richiamata dalla campana della torre, si riuniva l’assemblea. Oggi la campana è stata sostituita da un orologio, ma torre e palazzo non hanno perso il loro fascino, grazie soprattutto agli archi della loggia che lo caratterizzano.

Suvereto è un borgo toscano in provincia di Livorno, affacciato sulla Val di Cornia e a pochi km dalle bellissime spiagge del Parco Naturale di Rimigliano

La Rocca Aldobrandesca

Naturalmente, come per ogni borgo medioevale che si rispetti, anche a Suvereto è presente una Rocca. Risalente al X secolo d.c., la Rocca Aldobrandesca ha subito una serie di vicissitudini dalle origini ad oggi. Come si può evincere dal nome, la Rocca fu voluta dalla famiglia degli Aldobrandeschi, a completamento della torre e del Castello di Suvereto. Tuttavia, solo durante la Repubblica di Pisa essa venne realizzata e strutturata come fortezza a scopo difensivo. Ristrutturata negli anni Novanta, oggi la Rocca è stata riportata al suo antico splendore e rappresenta un’ulteriore motivo di vanto per il borgo di Suvereto.

Suvereto è un borgo toscano in provincia di Livorno, affacciato sulla Val di Cornia e a pochi km dalle bellissime spiagge del Parco Naturale di Rimigliano

Il Convento e la Chiesa di San Francesco

Nonostante le piccole dimensioni, Suvereto ospita molte chiese, tutte belle ed interessanti. Ma sicuramente tra i monumenti religiosi che maggiormente suscitano interesse, soprattutto per l’uso odierno, vi sono il Convento e la Chiesa di San Francesco. Risalente alla fine del Duecento il convento fu uno dei punti di riferimento della vita religiosa della zona, se non di tutta la Toscana, almeno fino al periodo napoleonico. A differenza di molte altre strutture architettoniche, oggi il convento e la chiesa di San Francesco hanno cambiato completamente destinazione d’uso: il convento, infatti, è utilizzato da privati per le proprie abitazioni, mentre la chiesa è stata trasformata in una casa vacanza. Tuttavia è ancora possibile ammirare una serie di elementi esterni, soprattutto dell’area conventuale, e in particolare l’antico portale.

Suvereto è un borgo toscano in provincia di Livorno, affacciato sulla Val di Cornia e a pochi km dalle bellissime spiagge del Parco Naturale di RimiglianoPhoto credits: www.osteriadisuvereto.it

Dove mangiare a Suvereto

Ma oltre alla storia e all’architettura, Suvereto offre anche altre possibilità di immergersi nella storia antica, ossia tramite i sapori e gli odori. Cibo e vino rigorosamente Made in Tuscany possono essere assaporati presso ristoranti, agriturismi ed osterie.

Ad esempio non si può pensare di andare a Suvereto e non fare una sosta gastronomica alla celebre Osteria I’Ciocio . Semplice ed elegante allo stesso tempo, questo locale permette di assaporare i gusti tradizionali anche rivisitati in chiave moderna, ed una grande varietà di formaggi e vini locali. E d’altro canto già dal ‘500 Suvereto era descritta come un borgo in cui vino e olio abbondavano anche se è solo negli ultimi periodi, grazie all’istituzione del marchio DOC Val di Cornia, che il vino locale ha raggiunto fama internazionale.

Suvereto è un borgo toscano in provincia di Livorno, affacciato sulla Val di Cornia e a pochi km dalle bellissime spiagge del Parco Naturale di RimiglianoPhoto credits: www.belvederedisuvereto.it

Dove dormire a Suvereto

Per chi preferisce invece gustare i prodotti tipici in un agriturismo, allora l’Agriturismo Poggio Diavolino è una delle scelte migliori , soprattutto se si è amanti dell’olio evo e del pane fatto in casa. Circondato dalla natura, l’agriturismo offre la possibilità di vivere una vacanza fuori dal tempo, con ritmi scanditi dalle necessità della terra e degli animali da cortile che animano gli ambienti esterni.

Ancora, nel Villaggio di Belvedere, fuori dalle mura di Suvereto, è possibile soggiornare, ma anche gustare i prodotti tipici, presso il B&B Belvedere di Suvereto. L’aria salubre ed incontaminata, che nei periodi storici ha reso il Belvedere luogo ideale per sfuggire a malaria e malattie infettive, è ancora la stessa di sempre!

 

Commenti

Commenti