Santa Maria Novella, a Firenze: quando una stazione può diventare una meta per Tuscany People e non solo un punto passaggio. Tanti e nuovi sono i negozi e i servizi per chi arriva, parte e resta.

 

Restare comodamente seduta, senza lo stress del traffico, poter guardare intorno osservando la gente (“il più grande e gratuito spettacolo del mondo“, come diceva Bukowski) o le immagini che corrono veloci, fuori dal finestrino, è la piacevole sensazione che provo ogni volta che mi capita di prendere un treno; qualsiasi sia la mia destinazione finale.

La stazione Santa Maria Novella cambia look e si riempie di negozi, bar e librerie
Così tre giorni fa; mi sono trovata a passare dalla stazione di Firenze per un appuntamento e mentre attendevo di riprendere il treno, ho cominciato a guardarmi intorno per decidere, poi, di entrare in tutti quelli che sono i nuovi esercizi. Si sa: la curiosità… è femmina..!!
Vedo un nuovo bar: con posti a sedere, pasticcini, pezzi salati e bibite di ogni genere in bella mostra; un fast food: immancabile..!! “Sephora“, per trucchi e belletti; la “vecchia” farmacia (da sempre presente in S. Maria Novella, con la caratteristica di essere una delle poche di Firenze aperte anche di notte); una para-farmacia molto fornita, ma la mia attenzione viene catturata, ad un certo punto, solo da lei, che brilla tra tutti quanti i negozi: una libreria Feltrinelli. E’ immensa, luminosa e con una caffetteria all’interno..!! Davvero una bella sorpresa in una giornata di vento e di pioggia.

La stazione Santa Maria Novella cambia look e si riempie di negozi, bar e librerie
Le librerie sono, da sempre, una delle mie mete preferite e quando ne trovo una, se ho tempo, entro dentro perdendo la cognizione del tempo..!! E con l’occasione che mi si propone… che faccio, non entro…??!

Comincio a girare tra gli scaffali, contenta di trovare libri in lingua inglese, spazi dedicati ai bambini, testi di ogni genere; anche quelli non così facilmente reperibili.
Affascinata da tanta varietà mi perdo tra un settore e l’altro, fantasticando di portarmi via un carrello pieno di libri che probabilmente non avrei nemmeno il tempo di leggere.

La stazione Santa Maria Novella cambia look e si riempie di negozi, bar e librerie
Una delle sensazioni che avverto e che mi dà gioia è quella di estraneità che si prova distanti da casa, come quando si è in vacanza o comunque lontani, sconosciuti e quindi liberi da impegni di qualsiasi tipo.
Credo sia un tratto distintivo di chi vive in provincia e in qualche modo se la sente un po’ stretta o di chi ha bisogno di prendersi del tempo e dello spazio solo per sè.

La stazione Santa Maria Novella cambia look e si riempie di negozi, bar e librerie

Quindi se mai aveste qualche ora da occupare ed insieme la voglia di restare soli con voi stessi, soprattutto in un giorno di pioggia, vi consiglio un giro alla stazione di Santa Maria Novella… per sentirvi un po’ più liberi, prendervi tempo e spazio: regalarvi un libro e un buon caffè lontano da chi si vuole rubare i vostri momenti di astrazione da tutto e da tutti. Un momento solo per voi… potrebbe pure passare un treno da prendere al volo, chissà…!!
Mi racconterete..??!

Photo Credit Author Michela Niccoli

4092 Visite Totali 1 Visite Giornaliere

Commenti

Commenti

About The Author

Michela Niccoli
Blogger & Ambassador of Tuscany
Google+

Irriverente esploratrice del mondo. Curiosa, esteta, salutista e golosa, vivo di emozioni e di passioni. Musica, fotografia, arte, olistica, bioenergetica, astrologia, natura, mare, vela. Ho un agriturismo in Toscana; sono docente alla scuola primaria; scrivo racconti, filastrocche, poesie e canzoni. Diplomata al CET, Centro Europeo Toscolano, la scuola per autori di Mogol, strada facendo, attendo fiduciosa altre sorprese dalla vita.