La Garfagnana, in provincia di Lucca, è una delle zone della Toscana più ricche di storia e di cultura, ma è perfetta anche per gli amanti della natura e delle escursioni, dato che qui si trovano alcuni dei più suggestivi parchi e riserve naturali.

Parchi della Garfagnana: tutta la bellezza della montagna toscana

Vuoi raccontarci la tua Storia di Imprenditore? Clicca qui

 

Il Parco Naturale dell’Orecchiella

Con i suoi 52 chilometri quadrati di estensione, il Parco dell’Orecchiella è il secondo della zona per grandezza dopo il Parco regionale delle Alpi Apuane.
La riserva, protetta dalla Guardia Forestale, è ricca di vegetazione e di fauna ed è perfetta per gli amanti delle escursioni: al suo interno, infatti, si trova il monte più alto della Toscana, il Monte Prado, che supera i duemila metri di altezza.
Il parco, di forma romboidale, si divide in tre diverse macro aree: l’area naturale dell’Orecchiella vera e propria, Lama Rossa e la Pania di Corfino, che prende il nome dall’omonimo rilievo di poco più di 1600 metri.

La Garfagnana è una delle zone più ricche di parchi naturali della Toscana: Parco dell'Orecchiella, Parco Avventura Selva del Buffardello e Oasi Lamastrone

Nel cuore della montagna toscana

Nonostante la grande ampiezza, la riserva è perfettamente organizzata e strutturata in itinerari escursionistici che portano alla scoperta della flora e della fauna del giardino: uno di questi è il Recinto Faunistico, che permette di ammirare animali che non sono stati rimessi in libertà per la loro stessa sicurezza da parte della Guardia Forestale, come alcuni esemplari di cinghiali, di mufloni, di cervi e delle altre, molte, specie animali locali che popolano la riserva.

Allo stesso modo si possono osservare aquile e falchi, tenuti in sicurezza per lo stesso motivo, all’interno della Casa dei Rapaci, oppure immergersi tra i colori ed i profumi delle piante tipiche della riserva nel Giardino dei Fiori di Montagna.

Alle spalle della Casa dei Rapaci, invece, inizia il percorso del Fontanone, un sentiero che, partendo vicino al laghetto montano che sovrasta la riserva degli uccelli, si immerge nel bosco di conifere decennali fino alla fonte, dopo la quale si ritorna al Centro Visitatori.

La Garfagnana è una delle zone più ricche di parchi naturali della Toscana: Parco dell'Orecchiella, Parco Avventura Selva del Buffardello e Oasi Lamastrone

Per i più piccini, invece, è lungo circa un chilometro l’itinerario del Sentiero dello Struscio, che, con schede da ascoltare e tante soste, porta a scoprire le tracce degli animali che vivono nel parco.

Non solo trekking

Ma il Parco Naturale dell’Orecchiella non è solo questo: all’interno della riserva, infatti, si trovano, oltre all’orto botanico aperto ai visitatori, una serie di rifugi di sostegno al turismo locale, un ristorante specializzato in ottima gastronomia tipica toscana, fornito di una buona cantina con etichette locali e tanti punti di ristoro dove rifornirsi se si vuole passare la giornata al parco gustando un pic nic in compagnia o in famiglia.

Infine, per un po’ di shopping prima del ritorno, è d’obbligo una sosta agli stand permanenti di vendita di prodotti tipici della Garfagnana, per portare un po’ di (ottima) Toscana con sè nel viaggio verso casa.

La Garfagnana è una delle zone più ricche di parchi naturali della Toscana: Parco dell'Orecchiella, Parco Avventura Selva del Buffardello e Oasi Lamastrone

Il Parco Avventura Selva del Buffardello

Se alla bellezza della vegetazione e del luogo si vogliono aggiungere un po’ di brivido e di avventura, è d’ obbligo un passaggio al Parco Avventura della Selva del Buffardello: in piena Garfagnana, in località San Romano, il parco dispone di diciassette percorsi diversi, dieci per i bambini e sette per gli adulti, per mettersi alla prova con imbracature di sicurezza sugli alberi e sulle strutture in legno che li collegano.

Gli itinerari sono pensati per bambini dai 4 o 5 anni, per adolescenti e ragazzi, oppure per adulti, in base alla pericolosità e all’esperienza di chi si cimenta nell’avventura.
Ad accompagnare gli escursionisti, il personale preparato e cortese, gentile con i neofiti dell’arrampicata e simpatico e protettivo con i bambini.

La Garfagnana è una delle zone più ricche di parchi naturali della Toscana: Parco dell'Orecchiella, Parco Avventura Selva del Buffardello e Oasi LamastroneVia: www.selvadelbuffardello.it

A differenza di molti altri parchi avventura sparsi per l’Italia, la Selva del Buffardello è attrezzata anche per soggiorni più lunghi di un pomeriggio: se spesso, infatti, i giardini di questo genere vantano al massimo un punto ristoro, il grande parco avventura della Garfagnana aggiunge al classico bar fornito di acqua e panini anche una vasta area per pic nic, con barbecue e tavoli a disposizione dei visitatori, ed un albergo con piscina e ristorante, Ai Canipai, dotato di sobrie camere dotate di ogni comfort, per regalarsi un gradevole soggiorno immerso nel verde e a pochi chilometri di distanza dalle maggiori attrattive della zona toscana, come la suggestiva fortezza delle Verrucole, che domina la pittoresca Valle del Serchio.

Il ristorante interno all’hotel, inoltre, serve cucina tipica con prodotti agroalimentari della zona, e si può sperimentare anche se ci si trova alla Selva del Buffardello soltanto per una giornata, per coniugare al gusto dell’avventura anche il piacere della buona tavola.

La Garfagnana è una delle zone più ricche di parchi naturali della Toscana: Parco dell'Orecchiella, Parco Avventura Selva del Buffardello e Oasi LamastroneVia: www.selvadelbuffardello.it

Oasi Lamastrone

Se si è amanti della vita nella natura, non si può non provare il camping dell’Oasi del Lamastrone: la riserva naturale, in alta Garfagnana, offre un’area protetta di prati e vegetazione collinare, che si presta ad una giornata all’aria aperta per un pic nic in compagnia, oppure per una vacanza, perfetta soprattutto per chi ama pescare.

La Garfagnana è una delle zone più ricche di parchi naturali della Toscana: Parco dell'Orecchiella, Parco Avventura Selva del Buffardello e Oasi LamastroneVia: www.danielesaisi.com

Nel laghetto artificiale alimentato con limpide acque di montagna, infatti, i visitatori possono optare per una giornata di pesca alla trota oppure per una passeggiata salutare tra gli alberi, magari in cerca di funghi, di cui i giardini sono ricchi soprattutto in autunno. Per il pranzo, invece, si può gustare un ricco menu locale con prodotti rigorosamente a chilometri zero, provenienti dalle aziende agricole circostanti.

Per soggiorni più lunghi, se non si è amanti della tenda, si possono affittare piccoli chalet di legno oppure la suggestiva baita in alpeggio, costruzione settecentesca sita sopra i mille metri di altitudine, che renderà la vacanza davvero indimenticabile.

Infos in spagnolo: www.tusdestinos.net

Rappresenti l’Eccellenza Toscana e vuoi raccontarci la tua Storia? Clicca qui

 

Scopri come diventare “Ambasciatore di TuscanyPeople” ed essere premiato.

Scopri come diventare “Ambasciatore di TuscanyPeople” ed essere premiato.

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti