Cos’è il growth mindset, da dove proviene e perché è importante avere nella vita, così come nel proprio business, una mentalità in crescita. 

Alessandro Magno, il primo esempio di growth mindset

Da giovane Alessandro Magno fu istruito da un mito come Aristotele e a 25 anni aveva già conquistato metà del mondo allora conosciuto gettando le basi per la costruzione di un gigantesco impero. Esiste una qualche correlazione tra gli incredibili risultati del Macedone e le lezioni dell’immenso filosofo? Forse sì perché Aristotele riusciva ad aprire le menti e insegnava a pensare in grande, e Alessandro, infatti, fu grande davvero: Μέγας Àλέξανδρος, Mégas Aléxandros, Alessandro il Grande.

Al di là del giudizio morale su un conquistatore che pagava ogni vittoria a un alto prezzo di vite umane, Alessandro non si fermava mai, era come se la sua mente corresse sempre oltre quella degli altri, la sua visione si dimostrava straordinariamente ampia, quasi inconcepibile per la media dell’epoca, e ogni giorno osava di più realizzando cose che a tutti gli altri parevano straordinarie, quasi prodigiose. Alessandro aveva imparato a superare i limiti della mentalità della sua epoca. Certamente possedeva coraggio, oltre a un grande talento di base, ma forse tutto ciò, da solo, non sarebbero bastato: probabilmente Alessandro ha rappresentato il primo grande esempio di growth mindset ante litteram.

Mosaico romano raffigurante Alessandro Magno

Cos’è il mindset?

Per chiarire innanzitutto cos’è il mindset è necessario citare Carol Dweck, psicologa di fama mondiale della Stanford University, la prima che attraverso le sue ricerche e i suoi studi ha scoperto il potere della mentalità: Il tuo mindset determina i tuoi comportamenti di fronte alle situazioni che ti si presentano, è il tuo modo di agire e di reagire in determinate circostanze.”

Di più: il mindset è quell’insieme di condizionamenti e credenze che assimiliamo durante la vita grazie alla società in cui viviamo, al tipo di educazione che riceviamo, e alle esperienze che facciamo. Tuttavia, ciò che siamo non è solo “colpa” di fattori esterni a noi.

Fixed mindset e growth minset

La nostra mentalità fa parte anche della nostra indole, e possiamo allenarci a sviluppare un mindset volto alla crescita, cioè un growth mindset. Proprio come faceva Alessandro Magno.

Sempre alla Dweck dobbiamo la definizione delle due tipologie di mindset: fixed mindset e growth mindset, mentalità fissa, o volta alla crescita.

Fixed mindset

La prima presuppone che carattere, intelligenza e abilità siano caratteristiche specifiche e statiche: ognuno di noi possiede un certo tipo di potenzialità e non può andare oltre.

Growth minset: una mentalità volta ad espandersi

La seconda si fonda invece sull’idea che le nostre qualità essenziali possano essere coltivate e migliorate. In breve, il growth mindset presuppone che tutti abbiamo la possibilità di cambiare, crescere ed evolvere le nostre competenze con lo studio, l’esperienza e la pratica.

Una mentalità di crescita concepisce il fallimento come un insegnamento da cui imparare per fare meglio, non come un danno assoluto e irreparabile. Ogni errore è, in realtà, per il growth mindset, una forma di apprendimento, e tutto dipende dal modo con cui affrontiamo le cose. Le sfide possono suscitare in noi il desiderio di risolvere il problema, oppure spingerci ad arrenderci perché già sfiduciati in partenza.

Lo studio di Carol Dweck

In uno studio sul growth mindset condotto dalla Dweck si distribuiva a un gruppo di bambini due puzzle: uno più facile che avevano già completato in precedenza, e un altro nuovo, un po’ più difficile.
Alcuni bambini scelsero di comporre quello che conoscevano e che gli trasmetteva un senso di sicurezza e di risultato acquisito, altri, invece, si lanciarono nella nuova sfida, spinti dalla curiosità e dal desiderio di fare qualcosa di diverso, spinti dal desiderio di mettersi alla prova.

Sono due classici esempi infantili di fixed e growth mindset.

Cartello fixed mindset versus growth mindset

Come espandere la propria mentalità: 5 tecniche

Per chi desidera migliorare la propria mentalità e farla crescere, ci sono 5 modi di base per allenare il growth mindset:

  1. Imparare dagli errori

Il fallimento, che prima o poi capita a tutti, deve essere un’opportunità da cui imparare, non il contrario. Le difficoltà devono rappresentare uno sprone al successo, chi si ferma e si scoraggia alla prima sconfitta difficilmente riuscirà a ottenere di più.

  1. Oltrepassare i nostri limiti

Questa era la grande capacità di Alessandro Magno: è fondamentale spingersi oltre ciò che siamo abituati (o anche tenuti) a fare, e che sappiamo già fare. La convinzione che non si può superare un certo limite è il limite stesso. Chi parte senza convinzione si predispone al fallimento, chi parte convinto non ha nessuna garanzia di farcela, ma aumenta a dismisura le proprie possibilità.

  1. Accogliere le sfide

Le sfide sono opportunità per progredire, e la capacita di superare gli ostacoli accresce il nostro potere: nel lavoro di oggi è infatti richiesta la capacità di problem solving. Se non si esce dalla nostra zona di comfort sarà difficile migliorare la posizione in cui noi stessi ci releghiamo.

  1. Rimanere sempre studenti

La crescita personale e professionale deve essere costante e non interrompersi mai. Dobbiamo sempre essere curiosi, imparare cose nuove, apprendere altre lingue, leggere, informarsi, ogni giorno deve risultare produttivo, in tal senso. “Stay hungry, stay foolish”, era il motto di Steve Jobs.

  1. Richiedi feedback

Non si devono temere giudizi o critiche: chi ne ha paura significa che non è disposto a sfidarsi e a migliorare. Siamo noi stessi i responsabili della nostra crescita e dello sviluppo del nostro futuro. Nessun altro.

Tecnologia, innovazione e  digitalizzazione stanno cambiando rapidamente i modelli di business, e ora più che mai l’adozione di un growth mindset si pone davvero come essenziale per ottenere il successo professionale.

👉 Leggi anche: Growth hacking e metrica North Star: crescita aziendale costante e sostenibile

Cartello fixed mindset versus growth mindset

Cosa significa avere un growth mindset

Qui a TuscanyPeople abbiamo sempre avuto, costituzionalmente, un growht mindset, altrimenti non saremmo quelli che siamo: la web magazine n°1 sulla Toscana. Non passa giorno che in redazione non emergano nuove idee, che non sia migliorato qualcosa, anche soltanto piccoli particolari (che però fanno la differenza), quasi come in un brainstorming continuo, 24hours a day.

Ah, a proposito, stiamo anche per lanciare un nuovo eCommerce di prodotti toscani che proporrà le eccellenze delle migliori aziende toscane (Artigianato, Gastronomia, Vino, Tuscan Experiences).

Be’, quando si dice: growht mindset.

 

📍PER APPROFONDIRE:

👉 Da storytelling a storydoing, la rivoluzione concettuale del nuovo business

👉 5 modi per accrescere la tua Brand Awareness

👉 5 principi etici alla base del nostro lavoro quotidiano

👉 TuscanyPeople: la Toscana a 360°

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti