In quel della Lucchesia, nel medioevale Borgo a Mozzano – noto per il suo Ponte della Maddalena, detto anche Ponte del Diavolo – in via Martiri della Resistenza, si trova l’Osteria I Macelli. Il luogo è familiare ed elegante, casereccio ma con quel tocco di raffinatezza tipica toscana che lo rende classico, tradizionale, insomma dotato di tutti i connotati del ristorante dove si mangia bene e ci si trova a proprio agio.

Osteria I Macelli, tradizione toscana declinata al femminile

Maria Antonietta Paladini, di Borgo a Mozzano, il borgo toscano conosciuto per il suo noto Ponte del Diavolo, ha aperto l’Osteria I Macelli (mappa) un anno fa per pura passione, perché fino ad allora nella sua vita si era dedicata a tutt’altro, facendo anche l’imprenditrice edile nell’azienda familiare. Ha due figli, uno di 42 anni imprenditore e l’altro di 35, avvocato.

Essendo però ormai da sola si è domandata: “Perché non buttarmi in ciò che mi piace davvero, la ristorazione?“. Inizialmente aveva pensato di aprire un locale in una dependance di casa sua, poi però si è presentata l’occasione di poter prendere l’Osteria I Macelli.

L' Osteria I Macelli si trova a Borgo a Mozzano (LU). Dal 2017 ha cambiato gestione e si dirige a grandi passi verso una cucina tipica, a chilometri zero e molto ricercata.

Un team tutto al femminile

Cosa fare? Subentrare alla vecchia proprietà? Osare così tanto da sola? Maria Antonietta ne ha parlato con i figli che si sono molto stupiti: l’Osteria I Macelli era una cosa grossa, non credeva che la mamma avrebbe potuto farcela senza un aiuto. Ma l’idea continuava a girarle in testa, non se ne andava. Alla fine, dopo un periodo travagliato, è riuscita a mettere su un vero e proprio team femminile: una cuoca, Mirella, che aveva lavorato per anni presso i vecchi proprietari; Sandra e Mila come aiuti cuoco; sua sorella, anche lei appassionata di cucina; una signora che li aiuta per i piatti e, unica eccezione in un mondo di donne, un ragazzo, Roberto, che sa bene l’inglese, conoscenza estremamente utile se si lavora in un ristorante. Sistemata la cucina e l’arredamento, tutto era pronto per la nuova avventura: era il 28 di ottobre del 2017.

Le cose sono andate molto bene e adesso, dopo un anno di attività, si può stimare che la loro clientela medio-alta, in prevalenza straniera, venga soprattutto attratta dalle ottime recensioni delle guide e, ovviamente, di siti importanti come TripAdvisor. Quale miglior premio al lavoro e alla dedizione?

L' Osteria I Macelli si trova a Borgo a Mozzano (LU). Dal 2017 ha cambiato gestione e si dirige a grandi passi verso una cucina tipica, a chilometri zero e molto ricercata.

Qualità e prodotti locali

L’Osteria I Macelli punta tantissimo sulla qualità. Per un anno Maria Antonietta si è dedicata a scovare tutti i migliori produttori della zona: alimenti locali, genuini, a km 0, come piace a noi di TuscanyPeople. La pasta è fatta in casa, rigorosamente fresca, anche se per accontentare i bambini tengono le penne. Hanno, ad esempio, delle ottime tagliatelle di grani integrali macinati a pietra e dall’acqua del fiume (Mulino di Piezza); oppure un tortello molto particolare ripieno di carne e verdure, diverso da quello lucchese classico; o ancora un raviolo al limone con una ricotta di bufala fresca meravigliosa, e la maggiorana.

Gli antipasti

Mi siedo a tavola con l’acquolina in bocca. Sono qui in veste come di consueto, di assaggiatore ufficiale, diciamo così. In realtà mi preparo a un pranzo che promette benissimo. Come antipasti mi vengono serviti vari assaggi.  Carpaccio di trota affumicata, con contorno di germogli di porro, di barbe rosse, petali di rosa, bucce di arance e di limone, condito con olio EVO. Le trote provengono dall’allevamento La Jara, vengono allevate nel Torrite, affluente del fiume Serchio, e hanno sempre un ricambio di acqua naturale.

Quindi, Bufalina su letto di radicchio rosso con acciughe marinate dissalate. A seguire Carpaccio di manzo di pozza – ossia tenuto a macerare 2 mesi dentro limoni e vino bianco – con insalatina di carciofi e pinoli. E fin qui tutto molto interessante, in particolar modo il carpaccio di trota affumicata, mai sentito uno così.

L' Osteria I Macelli si trova a Borgo a Mozzano (LU). Dal 2017 ha cambiato gestione e si dirige a grandi passi verso una cucina tipica, a chilometri zero e molto ricercata.

La cucina dell’Osteria I Macelli segue l’andamento stagionale dei frutti della Garfagnana: “Ora in autunno è il periodo dei funghi,” – mi dice Maria Antonietta – “per cui proponiamo ai nostri clienti un’ottima Polenta otto file con sugo di funghi porcini, ad esempio. Quando rinfresca, è il turno della trippa e del lampredotto. Come secondi, più che altro facciamo la griglia. Tagliate, bistecche, anche una fassona da 500 gr, ai funghi, al tartufo, al radicchio rosso, gorgonzola e noci. Oppure una chitarra di suino. Del baccalà arrostito servito con la vellutata di ceci. O magari acciughe marinate servite con delle burratine o delle bufaline, tutti piatti che dalle nostre parti piacciono molto.”

Due menzioni speciali all’Azienda Agricola San Lorenzo di Casabasciana, Bagni di Lucca, per la produzione di meravigliosi insaccati di Cinta Senese a chilometri più che zero. Vivono allo stato brado, ogni cinta ha un suo nome di battesimo e la titolare le chiama per nome, e per quanto riguarda i pecorini sono prodotti dal Caseificio Busti di Acciaiolo, abbiamo assaggiato un semi stagionato…. Fantastico da provare assolutamente.

La carta dei vini

L’Osteria I Macelli offre anche una bella carta dei vini. Dai bianchi della zona fino all’Antinori “Cervaro della Sala”. Rossi IGT, morellini, brunelli, ma anche Bolgheri, pinot nero, merlot. E non mancano gli altisonanti Super Tuscan come Tenuta San Guido “Guidalberto” 2015 – cabernet sauvignon, merlot; Cà Marcanda “Magari” 2015 Bolgheri DOC – merlot, cabernet sauvignon, cabernet franc; le Cinciole “Camalaione” 2012 BIO Toscana IGT – cabernet sauvignon, syrah, merlot; o il sontuoso Castello dei Rampolla “Sammarco” 2012 BIO Toscana IGT – cabernet sauvignon, syrah, merlot.

L' Osteria I Macelli si trova a Borgo a Mozzano (LU). Dal 2017 ha cambiato gestione e si dirige a grandi passi verso una cucina tipica, a chilometri zero e molto ricercata.

I primi

Come assaggi di primi mi vengono serviti dei Tortelli al ragù in tipico stile borghigiano: ripieni di carne, ricotta di Pavullo, bietola, prezzemolo, noce moscata, timo. L’altro è un Raviolo con ricotta di bufala e limone, maggiorana, condito con una riduzione di champagne e aromatizzato al tartufo con delle lamelle fresche. Ci sono anche le Tagliatelle (fatte con la farina del mulino di Piezza) ai funghi porcini (rigorosamente della zona). A lato, una splendida Polenta otto file. Eccola qui, sono curiosissimo.

Sognando 1 stella

Il ristorante mette e disposizione 50 coperti. D’estate si può mangiare anche fuori, sulla terrazza immersa nel verde. Il locale ormai ha un nome, è elegante e si distingue nettamente dalle pizzerie della zona.
Federica, a pranzo, si occupa della sala, la sera se ne occupa Debora. Roberto invece è presente il venerdì e il sabato. Tutti ragazzi giovani, cordiali e molto apprezzati, almeno a scorrere le tante recensioni entusiastiche che parlano di loro. Una buona base verso la prima stella… O no?

L' Osteria I Macelli si trova a Borgo a Mozzano (LU). Dal 2017 ha cambiato gestione e si dirige a grandi passi verso una cucina tipica, a chilometri zero e molto ricercata.

Come secondo ho scelto un Filetto di cinta senese stagionato col pepe nero e aromatizzato all’arancia.

Maria Antonietta pone molta attenzione a ciò che propongono altri locali simili, e questa è senz’altro una caratteristica fondamentale per migliorarsi sempre: conoscere il proprio settore, prendere spunto e personalizzare. Il suo giorno libero, il lunedì, lei lo passa negli altri ristoranti, da Pietrasanta a Viareggio a Montecatini a Firenze, anche a scapito della sua vita sociale e familiare. Mi è piaciuto molto questo suo aspetto, una persona molto umile, aperta e curiosa e che si diverte tanto in quello che fa. Infatti abbiamo fatto insieme davanti ad un bel calice di vino una lunga e proficua chiacchierata.

Le cene si diversificano ogni 30 giorni con un’apericena.
Inoltre l’Osteria I Macelli propone cene mensili a tema dedicate alle eccellenze del territorio organizzate con la collaborazione dei più interessanti produttori della zona.

Dulcis in fundo

Dulcis in fundo, si sa; ed ecco che mi viene servita un’allettantissima Zuppa di Lucca, ossia del buccellato bagnato nel Vin Santo con fragole, pinoli e crema; oltre a una Crostata di pesche-noci, crema e pistacchi abbinate ad un Passito Toscano. Dura la vita dell’assaggiatore, ma qualcuno la deve pur fare, no?

L' Osteria I Macelli si trova a Borgo a Mozzano (LU). Dal 2017 ha cambiato gestione e si dirige a grandi passi verso la prima stella Michelin

Era tutto ottimo e sapientemente cucinato. Cotture perfette. Esco assolutamente molto soddisfatto. L’Osteria I Macelli è aperta da martedì a domenica, dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22.30.

Buona Osteria I Macelli a tutti!

 

I MacelliPiazza I Macelli, Borgo a Mozzano (Lucca) – Tel. +39 0583 88700

Scopri come diventare “Ambasciatore di TuscanyPeople” ed essere premiato.

 Articolo realizzato in collaborazione con Osteria i Macelli                                                                Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti