I Parchi della Val di Cornia, a due passi dalla Costa degli Etruschi un insieme di Parchi Naturali ideali per chi ama il trekking, la macchia mediterranea, l’aria salmastra e il contatto con la natura

Parchi della Val di Cornia, tra tamerici e montagne che profumano di mare

La Val di Cornia è posta sul promontorio dove è situata Piombino, in una delle zone più affascinanti della Toscana. La zona è perfetta sia per chi adora le spiagge e il sole, sia per chi preferisce una passeggiata nel verde, alla scoperta dei resti delle antiche civiltà che hanno popolato queste zone nei secoli passati. L’ampio promontorio della Val di Cornia è disseminato di piccole aree naturali, alcune nell’entroterra, alcune nella zona costiera, che comprendono quindi anche alcune tra le più belle spiagge della Toscana e compongono il comprensorio dei Parchi della Val di Cornia.

I Parchi della Val di Cornia sono un insieme di aree naturali protette che comprendono tratti di Costa degli Etruschi e delle montagne della Maremma

Parco naturale costiero di Rimigliano

Il Parco di Rimigliano si trova nella zona sud di San Vincenzo, un piccolo paese della Costa degli Etruschi. La bellezza dei luoghi è arricchita da un folto bosco di antichi lecci e di pini marittimi, che corre parallelo alla spiaggia, perfetto per ripararsi dal sole nelle calde giornate estive. La spiaggia di Rimigliano è accessibile solo attraverso delle vie pedonali, ma nonostante questo è perfettamente servita e attrezzata, con numerose docce e servizi igienici di libero accesso. Tra la spiaggia e il bosco resiste ancora l’antica formazione di dune naturali, colonizzate da numerosi arbusti e da piccoli animali di vario tipo.

I Parchi della Val di Cornia sono un insieme di aree naturali protette che comprendono tratti di Costa degli Etruschi e delle montagne della Maremma

Una giornata sulla spiaggia di Rimigliano permette di godere al massimo del mare e della natura incontaminata; lasciando spaziare lo sguardo si possono distintamente vedere le isole dell’Arcipelago Toscano, che si trovano proprio di fronte all’arenile.

Come si accede al Parco di Rimigliano

Per arrivare in questa splendida zona dei Parchi della Val di Cornia si deve percorrere la strada statale chiamata della Principessa (SP 23); all’altezza dell’antica torre di avvistamento che si nota sulla costa è disponibile un ampio parcheggio, da cui si raggiunge la spiaggia del Parco percorrendo piacevoli sentieri pedonali immersi nella natura. Se il parcheggio è totalmente occupato, come avviene spesso in estate, si possono trovare degli spazi adibiti a parcheggio proprio lungo la Strada Provinciale.

Parco di Rimigliano dal satellite

I Parchi della Val di Cornia sono un insieme di aree naturali protette che comprendono tratti di Costa degli Etruschi e delle montagne della Maremma

Parco costiero della Sterpaia

Tra i Parchi della Val di Cornia troviamo poi il Parco costiero della Sterpaia, che si trova tra Piombino e Follonica. Una citazione particolare merita il bosco della Sterpaia, cui si accede esclusivamente con visite guidate. Si tratta di un raro esempio delle antiche foreste che occupavano i litorali italiani, con tantissimi alberi secolari: querce, frassini, aceri, alcuni esemplari raggiungono dimensioni veramente notevoli. Nel bosco è disponibile anche un itinerario poetico artistico, che unisce la natura, l’arte e la poesia, che si intrecciano in vari modi particolarmente piacevoli, con stazioni nei pressi delle querce di maggiore dimensione o valore estetico.

I Parchi della Val di Cornia sono un insieme di aree naturali protette che comprendono tratti di Costa degli Etruschi e delle montagne della Maremma

L’accesso al bosco di Sterpaia può avvenire tutto l’anno; la visita dura circa due ore, con una piacevole camminata in una zona ombreggiata e pianeggiante, accessibile anche ai portatori di handicap.

La zona costiera della Sterpaia

La Spiaggia della Sterpaia è stata insignita della Bandiera Blu, da parte della FEE (Fondazione per l’educazione ambientale). Possono ricevere questo importante riconoscimento le spiagge e le aree balneari di 49 diversi paesi, che ogni anno sono sottoposte ad una rigorosa analisi. Per poter ricevere la Bandiera blu è necessario che le acque siano pulite, ma non solo.

Infatti ricevono la bandiera solo quelle zone che permettono di vivere al meglio l’esperienza della spiaggia, con attrezzature per il soggiorno poste in modo eco sostenibile. Il programma esiste dal 1987, Anno Europeo dell’Ambiente, ed è volto a sensibilizzare le persone nei confronti del rispetto della zone balneari, che potranno essere godute anche in futuro solo se la gestione odierna avviene nel modo corretto. La Toscana, in particolare, possiede ben 19 località che possono vantare la Bandiera Blu 2016.

I Parchi della Val di Cornia sono un insieme di aree naturali protette che comprendono tratti di Costa degli Etruschi e delle montagne della Maremma

La spiaggia della Sterpaia

Il Parco della Sterpaia comprende anche un’ampia area di spiaggia, quasi totalmente di libero accesso. Il litorale compreso nell’area protetta è di circa 8 km, per buona parte circoscritti dalle antiche dune, che si sono salvate dall’erosione del vento. In alcune zone, dietro le dune sono presenti anche piccoli raggruppamenti di pini, perfetti per ripararsi dal caldo estivo, tipico della Toscana.

La spiaggia è particolarmente piacevole, con sabbia finissima e fondali che degradano abbastanza dolcemente. Nella zona sono disponibili diverse attrezzature, come servizi igienici e docce pubbliche. Sono presenti anche alcuni piccoli negozi e punti di ristoro, ideali per sopportare la calura estiva tipica di queste zone. Tutta l’area è raggiungibile anche dalle persone con disabilità.

I Parchi della Val di Cornia sono un insieme di aree naturali protette che comprendono tratti di Costa degli Etruschi e delle montagne della Maremma

Come si arriva al Parco della Sterpaia

Per giungere all’area protetta della Sterpaia è necessario seguire la strada che, da Piombino o da Follonica, porta a Riotorto. Giunti nei pressi della località si trovano alcune strade che portano al mare, dove sono disponibili le segnalazioni che indicano il Parco della Sterpaia. La macchina può essere lasciata nelle aree adibite a parcheggio presenti all’accesso dell’area.

Parco costiero della Sterpaia dal satellite

Riproduzione Riservata © Copyright TuscanyPeople
Foto 3 e copertina © StevanZZ/Shutterstock.com

Commenti

Commenti