Una guida ai 10 musei etruschi in Toscana da visitare per scoprire l’affascinante popolo che i greci chiamavano Tyrrenoi, e i romani, Tusci

1 / 6 – Musei etruschi in Toscana: quando la storia è leggenda

Di cosa parliamo in questo articolo:

  • Un antico popolo nel cuore del Mediterraneo
  • Museo Guarnacci
  • Museo Archeologico di Artimino
  • Museo Isidoro Falchi
  • Museo etrusco di Populonia
  • Museo archeologico del Casentino
  • MAEC
  • Museo di Chiusi
  • Museo di Sarteano
  • Museo di San Mamiliano a Sovana
  • Museo Archeologico Nazionale di Firenze

L’origine del popolo etrusco è ancora oggi avvolta nel mistero. C’è chi dice che provenissero dal nord Europa, chi dall’Asia minore, altri invece li considerano autoctoni. Gli Etruschi erano guerrieri, mercanti, sacerdoti, agricoltori, comunque portatori di una cultura “alta” che si esprimeva attraverso l’arte e una profonda religiosità di cui ci è giunta traccia soprattutto grazie ai riti funebri.

Il loro nome in etrusco suonava come Rasenna, in greco Tyrrenoi, ma erano conosciuti anche col nome latino di Tusci, ovvero abitanti della Tuscia. Vivevano organizzati in città-stato. Le più importanti nell’Italia centrale erano: Arezzo, Volterra, Chiusi, Roselle, Vetulonia, Cortona, Vulci, Populonia, Veio, Cere, Tarquinia e Perugia. Ogni città era governata da un capo detto Lucumone.

Testa etrusca

Etruschi: un antico popolo nel cuore del Mediterraneo

Gli Etruschi erano molto abili nella lavorazione dei metalli. Furono infatti capaci di sfruttare le grandi risorse minerarie dell’isola d’Elba e delle Colline Metallifere, creando manufatti e commerciandoli grazie al loro intenso traffico navale che beneficiava dell’alleanza coi Cartaginesi e che gli permise di espandersi in tutto il Mediterraneo.

Gli Etruschi producevano anche splendide ceramiche. L’arte divinatoria era molto praticata: osservavano il volo degli uccelli o le viscere degli animali, oppure valutavano i fenomeni naturali come i fulmini.

La prosperità della loro civiltà durò fino al V secolo a.C., quando iniziò il loro declino: la nascente gloria del popolo romano pian piano assorbì la civiltà etrusca. La storia degli Etruschi si sviluppa dal IX al I secolo a.C., otto secoli di grandezza che hanno influenzato anche la crescita della potenza di Roma.

Di loro ci sono rimaste numerose testimonianze, soprattutto derivate dalle tante necropoli disseminate nel loro territorio d’elezione, tra la Romagna e l’Alto Lazio, di cui il cuore era proprio la Toscana. Parlare quindi di musei etruschi in Toscana significa parlare prima di tutto di queste vestigia, spesso raccolte in veri e propri parchi archeologici.

Sono tantissimi, noi ne abbiamo selezionati 10 imperdibili per voi. Seguiteci.

Quali sono i più importanti musei etruschi in Toscana? Inizia a scoprirli a pagina 2

Informazioni sull'autore

Poeta & Ambassador of Tuscany
[fbcomments url="https://www.tuscanypeople.com/musei-etruschi-in-toscana/" width="100%" count="on" num="3"]