Suora e pittrice autodidatta, in un’epoca in cui era proibito alle donne praticare l’arte, Plautilla Nelli diede vita a una bottega tutta al femminile all’interno delle mura del suo convento, Santa Caterina di Cafaggio a Firenze

1 / 3 – La storia di Plautilla Nelli, la donna che ha cambiato la storia dell’arte

Di cosa parliamo in questo articolo:

  • La prima donna artista riconosciuta come tale nella storia
  • Il lavoro delle donne per le donne
  • Plautilla impara, Plautilla insegna
  • Una lettura contemporanea

Si fece monaca domenicana a 14 anni, Polissena Margherita Nelli, da allora per tutti Suor Plautilla Nelli. I voti le garantivano la rara opportunità di istruzione in quanto donna, lo sapeva bene la famiglia che volle così assecondare l’inclinazione all’arte di entrambe le figlie. Non se lo fece ripetere due volte la nostra Plautilla Nelli che, capace e caparbia, presto si mise nelle condizioni di essere notata. Tre volte priora del convento e in rapporti con le famiglie nobili e borghesi fiorentine, vi costituì una bottega d’arte molto attiva.

La Consegna del Rosario a San Domenico di Plautilla Nelli, pittrice rinascimentale toscana

Fondamentale per il suo lavoro il lascito dei disegni di Frà Bartolomeo, erede a sua volta del Beato Angelico, che ne influenzò lo stile insieme ad altri artisti come il Perugino, Andrea del Sarto e Giovanni Antonio Sogliani. Abilissima in disegno, lei copiava i Maestri con la tecnica dello spolvero (facendo passare polvere di carboncino attraverso fori eseguiti sul contorno del disegno di base), entrando nella pelle dei personaggi e trasformandoli con garbo straordinario in altre anime, ingentilite quanto basta per renderle nelliane.

Chi ha consacrato Plautilla Nelli, prima donna artista della storia? Scoprilo nella prossima pagina

Informazioni sull'autore

Web Writer & Ambassador of Tuscany
[fbcomments url="https://www.tuscanypeople.com/plautilla-nelli-prima-donna-artista/" width="100%" count="on" num="3"]