In Mugello, a Palazzuolo sul Senio, al confine tra Toscana e Emilia-Romagna esiste uno degli alberghi diffusi più belli d’Italia. Si chiama Locanda Senio, i suoi proprietari Roberta Tozzi e Ercole Lega e queste sono 5 ragioni per andarli a conoscere di persona.

5 ragioni per saltare giù dal mondo e correre alla Locanda Senio, uno degli alberghi diffusi più belli d’Italia

Ci sono moltissime ragioni per trascorrere un rilassante e ossigenato soggiorno alla Locanda Senio di Palazzuolo sul Senio nel Mugello, uno degli alberghi diffusi più belli d’Italia, noi, per esigenze di concisione, spazio e praticità, ne abbiamo selezionate “solo” 5, categorizzando i concetti principali, ma resta inteso che sarebbero potute essere molte di più.

1. Albergo diffuso d’élite 

Locanda Senio, uno degli alberghi diffusi più belli d'Italia, si trova in Toscana nascosto tra i vicoli di uno dei Borghi più belli d'Italia

Abbiamo detto che la Locanda Senio è uno degli alberghi diffusi più belli d’Italia; ciò significa che le camere non si trovano tutte nella struttura principale ma sono, per così dire, nascoste tra i vicoli di Palazzuolo sul Senio, raggruppate in due edifici diversi. Parliamo di 5 camere, 2 suites e 1 appartamento.

Negli ultimi anni le stanze al secondo piano del corpo centrale della Locanda Senio sono state rinnovate completamente e portate da sette a cinque per potere aumentare le dimensioni dei bagni. Ognuna ha un arredo diverso. Ecco quindi la Malva e la Corbezzolo, due deluxe superior, la prima con giardino privato; ecco le deluxe, Lampone e Corniolo; ecco la Junior Suite Prugnolo, con vasca in camera. E poi le suites: la Menta, freschissima, la Melissa, rilassante. Infine l’ampio appartamento dotato di camino e cucina.

Locali spaziosi, funzionali, finemente arredati con mobili d’antiquariato rustico in stile tosco/romagnolo, pavimenti in legno a vista o parquet, tendine coi pizzi sui vetri, tutti dotati di free wi-fi.

2. Sapori genuini e antiche ricette

Locanda Senio, uno degli alberghi diffusi più belli d'Italia, si trova in Toscana nascosto tra i vicoli di uno dei Borghi più belli d'Italia

Un altro dei punti forti della Locanda Senio è senz’altro il ristorante, col suo grande e accogliente camino, d’inverno sempre accesso, le due poltrone a dondolo ai lati, le pareti in legno verde pastello, i tendaggi in tono, il tutto sapientemente dosato in modo da rendere un calore che fa molto english country. I posti sono per 30-35 ospiti verso cui i due proprietari, Roberta Tozzi, la chef, e il marito Ercole Lega, factotum in sala, possono sbizzarrirsi con consigli, proposte, novità e tanta cordialità e gentilezza.

I menù nascono dal territorio. Cucina di tradizione semplice, buona, saporita. Piatti equilibrati, attraenti, stuzzicanti. Da queste parti la fanno da padrone i marroni e le patate. Dal marrone fresco di fine ottobre fino alle castagne secche d’estate. E poi il pane. Vogliamo parlare dei pani di Roberta? Pan di noci, speziato, al profumo di origano, pane con ortica, piada al rosmarino, al rosmarino e uva.

Già viene l’acquolina in bocca. Niente nouvelle cuisine, solo verace cucina di una volta incentrata sui genuini sapori delle antiche ricette. Ma soprattutto con la riproposizione di prodotti che sembravano scomparsi, come il tipico maiale toscano allevato da un loro amico, o le piccole mele scartate dall’industria.

 

I frutti dimenticati e le erbe aromatiche 

Locanda Senio, uno degli alberghi diffusi più belli d'Italia, si trova in Toscana nascosto tra i vicoli di uno dei Borghi più belli d'Italia

Già, le piccole mele scartate dall’industria “cattiva” che bada più all’apparenza che alla sostanza fanno parte di un tipo di  frutta che Ercole e Roberta chiamano “i frutti dimenticati”, di cui loro però non si sono scordati: il melograno, il nespolo, la mela cotogna, il giuggiolo, il sorbo, il prugnolo – una prugna selvatica più piccola che si raccoglie a fine ottobre, usata anche per fare marmellate e liquori -, tutti recuperati in gustosissime ricette medievali tipo Gnocchetti di ricotta con farina di marroni, pancetta e raveggiolo, oppure abbinati ai Bocconcini di porco. Il corniolo è invece utilizzato per la carne grassa, al posto del limone, come nel Medioevo.

Fino a pochi decenni fa la cucina povera di queste parti era legata alle erbe, e così anche in questo caso Roberta ed Ercole hanno rispettato la tradizione raccogliendo erbe di campo, quelle dall’orto dietro l’albergo, curato con tanto amore, oltre a quelle sviluppate dal Giardino Officinale di Casola Valsenio – fondato nel 1938 dal professor Augusto Rinaldi Ceroni, adesso di proprietà della Regione Emilia Romagna, con oltre 400 specie d’interesse officinale, autoctone e non -, che  animano con colori e profumi la loro cucina. Insomma un ristorante d’altri tempi quello della Locanda Senio, fatto di prodotti genuini, locali, a km 0 e d’innovazione che si rifà all’antico: sembra una contradictio in terminis, ma funziona.

 

3. Relax e benessere al centro di tutto

Locanda Senio a Palazzuolo sul Senio: albergo con piscina, sauna e ristorante tra i migliori hotel in Mugello per la tua vacanza toscana

Chi viene qui a Palazzuolo sul Senio, viene per rilassarsi, per ritrovarsi a contatto con una natura quasi incontaminata, per arrestare per un po’ il frenetico mulinello delle lancette dell’orologio, come il tipo che un giorno disse: fermate il mondo, voglio scendere. Ecco perché Ercole e Roberta hanno attrezzato il loro albergo diffuso con una piscina ellittica di 10 metri (sul retro della terrazza, tra la casa e la collina boscosa), e un wellness centre contenente una vasca Jucuzzi da 4 posti con aroma e cromo terapia, una sauna finlandese con i carboni e una doccia con percorso emozionale. Non ci scordiamo però dei trattamenti personalizzati realizzati da Marina. Ogni camera ne ha un diritto esclusivo per un’ora al giorno.

4. Mugello, natura e sport

Locanda Senio, uno degli alberghi diffusi più belli d'Italia, si trova in Toscana nascosto tra i vicoli di uno dei Borghi più belli d'Italia

 

Senza Palazzuolo sul Senio e i suoi dintorni la Locanda Senio sarebbe come una bella rappresentazione teatrale senza scenografia. Sarebbe come un’opera lirica senza la musica. Sì perché se la Locanda Senio è quella che è, è anche perché Palazzuolo è quello che è. Un paese fatato tra Toscana e Romagna, tra Ravenna, Firenze e Bologna, lontano da tutto e vicino a tutto, un paese che nel 1999 è stato ricompreso dalla rivista Airone tra i 10 comuni più vivibili d’Italia e che da tempo è annoverato nel rinomato Club dei Borghi più Belli d’Italia.

Un incantevole borgo d’impronta medioevale, coi suoi vicoli, i suoi scorci, l’acciottolato per terra, il profumo del pane appena sfornato, il suo sapore d’altri tempi da respirare in edifici come il Palazzo dei Capitani del Popolo, del XIV secolo, in cui all’epoca soggiornarono sia il Papa Giulio II che Niccolò Machiavelli.

Un paese a 437 mt slm, ma con una purezza dell’aria pari a un’altitudine di 800 mt slm, per via del Senio stesso e dell’ampio respiro dei boschi. E a proposito di boschi, qui ci sono 13 percorsi trekking in cui sbizzarrirsi a piedi, in mountain bike, a cavallo o in mototurismo. Né mancano i luoghi di cultura come il Santuario di Santa Maria della Neve di Quadalto, la Pieve di Santo Stefano, immerso nei boschi di faggio, la Chiesa dei Santi Egidio e Martino, a Solecchio, la Badia Susinana, e a Marradi, a soli 10 km di distanza, il Museo di Dino Campana.

👉 Leggi anche: Per i boschi e i borghi dell’Alto Mugello

5. Squisita ospitalità

Locanda Senio, uno degli alberghi diffusi più belli d'Italia, si trova in Toscana nascosto tra i vicoli di uno dei Borghi più belli d'Italia

Se tutto ciò che abbiamo detto finora è assolutamente vero, il marchio di fabbrica della Locanda Senio è dato soprattutto dall’ospitalità, dalla cordialità, dalla cortesia. Perché se queste mancassero verrebbe meno il presupposto fondamentale per un bel soggiorno. Pertanto, se siete stanchi dell’atteggiamento supponente e scortese di certi inservienti di locali alla moda del centro cittadino, questo è il posto che state cercando.

Qui l’ospite, al ristorante come in albergo, è al centro. Qui si sentono dei veri e propri cantastorie. Qui narrano storie del luogo, storie di piatti, storie di antiche mele e altri frutti dimenticati. Racconti di personaggi e mestieri che ancora resistono sul territorio, come quella della coltelleria di Andrea Berti di Scarperia, di cui, nella sala per il buffet breakfast si trova esposta una collezione di coltelli quasi completa. Storie di una vita che sembra non esserci più ma che c’è ancora. Una vita universale, quella dell’uomo di sempre, che deve solo essere riscoperta.

👉 Leggi anche: Locanda  Senio, la squisita ospitalità diffusa in un paese incantato

E tu raccontaci il tuo Mugello. Siamo molto curiosi. Scrivici.

 

 

Albergo  Diffuso Locanda  SenioVia Borgo dell’Ore, 1 – Palazzuolo Sul Senio (FI) – Tel. +39 055 8046019


                                              Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople
Reportage fotografico di Luca Managlia (foto 2 – 3 – 4 – 5 – 6)per TuscanyPeople.com © Copyright

Commenti

Commenti