Perché la Toscana si chiama Toscana? Forse è una domanda che non ti sei mai posto, tanto ci abituiamo a chiamare le cose e le persone con il nome che possiedono. Ma non devi dimenticare che dietro un nome di solito si cela una storia, e la storia della Toscana è molto antica e davvero affascinante.

Le origini del nome Toscana, ovvero perché la Toscana si chiama Toscana

Conoscere la storia della Toscana permette di apprezzarne ancora di più le molte bellezze, in quanto tutto ciò che caratterizza oggi questa regione deriva da una stratificazione culturale che ha avuto luogo nel corso dei secoli, ma che ha anche avuto un punto di inizio ben preciso e molto importante per l’identità regionale.

Perché la Toscana si chiama Toscana? Ovvero quali sono le origini del nome Toscana, una delle terre più conosciute al mondo

La civiltà villanoviana

Pensate che la storia della Toscana inizia prima ancora della Storia, letteralmente. Infatti ci sono testimonianze di presenza umana sul territorio fin dall’epoca cosiddetta preistorica, tanto nel paleolitico che nel neolitico. La civiltà più importante del neolitico era chiamata villanoviana, dal nome di un piccolo paesino che si trova oggi vicino Bologna, Villanova. Qui è stata ritrovata un’antica necropoli che testimonia come la civiltà villanoviana fosse molto evoluta, poiché ci ha lasciato reperti di squisita fattura.

Questo è il motivo che spinge uno dei più eminenti studiosi della storia antica della Toscana, Massimo Pallottino, a ritenere che la successiva civiltà etrusca sia fiorita sui resti di quella villanoviana. Qui introduciamo un nuovo protagonista dell’affascinante storia di questa regione: il popolo degli Etruschi. Chi erano costoro? In realtà, tutto il cuore pulsante dell’identità regionale si trova proprio in questa popolazione misteriosa, complessa, incredibilmente avanzata per i tempi in cui è esistita. Stiamo per scoprire perché la toscana si chiama toscana.

Perché la Toscana si chiama Toscana? Ovvero quali sono le origini del nome Toscana, una delle terre più conosciute al mondo

Gli abitanti della Tuscia e perché la toscana si chiama toscana

Ti fa pensare a niente il termine “Etruria“? Non assomiglia in modo incredibile all’odierno nome della Toscana? Gli antichi abitanti dell’Etruria si chiamavano “etruscus“, che poi i Romani contrassero in “tuscus“. Quindi, i “tusci” erano coloro che abitavano nel centro Italia, lungo il versante tirrenico, poiché è qui che si sviluppò la civiltà etrusca.

Bene, se volevate scoprire le origini del nome Toscana, ovvero perché la Toscana si chiama Toscana è presto detto: da tuscus a Tuscia (territorio che nell’Alto Medioevo comprendeva l’Etruria storica, ovvero la Toscana, l’Umbria occidentale e il Lazio settentrionale) fino alla parola Toscana, con lo scorrere dei secoli il passo è stato breve.

Era l’VIII secolo a.C. quando gli Etruschi cominciarono ad affermarsi in modo più deciso come popolazione con le proprie peculiari caratteristiche. La loro società era strutturata non in uno stato unitario, ma in una serie di città stato governate ognuna da un re, in seguito da oligarchie. Queste città ricoprivano la zona che si estendeva intorno all’Arno fino al mar Tirreno e, con il tempo si estese sempre più fino a raggiungere la Pianura Padana a nord e la Campania a sud. Fu nel VI secolo a.C. che gli Etruschi conobbero la loro massima espansione, fino a quando non caddero sotto il dominio romano.

Perché la Toscana si chiama Toscana? Ovvero quali sono le origini del nome Toscana, una delle terre più conosciute al mondo

La fine della civiltà etrusca viene fatta coincidere con la presa di Veio da parte di Roma, avvenuta nel 396 a.C.. Ma la cosa davvero straordinaria è che non si può dire davvero che gli Etruschi scomparvero: essi mutarono, e si infiltrarono talmente a fondo nella civiltà romana da finire per tracciarne i tratti salienti. Basti pensare che è opinione comune che alcuni dei primi Re di Roma, i famosi Sette Re, ebbero origini etrusche.

Etruschi, una civiltà all’avanguardia

Ma sono le origini degli Etruschi che affondano nei misteriosi meandri del tempo. Anche se sono state avanzate numerose ipotesi, c’è da dire che ad oggi nessuno sa spiegare fino in fondo come si sia formata questa curiosa civiltà. Una civiltà decisamente all’avanguardia, tanto è vero che le donne godevano pari diritti rispetto all’uomo: una conquista che ancora oggi, che viviamo nel XXI secolo, sembra ancora lontana dall’essere data per assodata. Eppure sono tante le testimonianze che abbiamo di questo fatto: basti pensare al bellissimo sarcofago degli sposi, trovato a Cerveteri e oggi conservato a Roma, nel museo etrusco di Villa Giulia.

Perché la Toscana si chiama Toscana? Ovvero quali sono le origini del nome Toscana, una delle terre più conosciute al mondo

Questo sarcofago raffigura una scena che sa di quotidianità, ma che può stupire per la sua straordinaria modernità: moglie e marito sono sdraiati insieme su un triclinio, durante un banchetto, e si stanno scambiando delle arance. Questa scena sarebbe stata impensabile durante un banchetto romano, poiché in epoca romana le donne non avevano alcun diritto di partecipare alla vita pubblica. Ma, da quello che sappiamo, presso gli Etruschi le cose stavano diversamente.

Ma come facciamo a conoscere queste cose di un popolo che è vissuto così tanti anni fa? Le principali informazioni che abbiamo sugli Etruschi derivano dalle necropoli che sono state ritrovate dagli archeologi, al cui interno erano conservate suppellettili con iscrizioni per lo più a tema religioso e funerario. Gli Etruschi davano una grande importanza al culto dei morti, ma grazie a quello che è rimasto nelle necropoli noi conosciamo anche del modo in cui vivevano.

Ci avviciniamo sempre più al perché la toscana si chiama toscana.

Perché la Toscana si chiama Toscana? Ovvero quali sono le origini del nome Toscana, una delle terre più conosciute al mondo

Costumi etruschi nella civiltà romana

Inoltre, abbiamo anche potuto scoprire quanto di loro sia poi passato nella civiltà romana: ad esempio, l’arte di leggere gli auspici per il futuro nelle viscere degli animali, gran parte del pantheon di divinità, molti toponimi dei luoghi e delle città che poi i Romani resero più grandi e più belle, come la stessa Firenze e, come abbiamo visto nella nostra indagine sul perché la Toscana si chiama Toscana, anche il nome della regione stessa

Se oggi la Toscana è quello che è, con i suoi magnifici borghi storici, con il suo spirito caldo e accogliente, con la sua identità così spiccata che fa stupire e innamorare i viaggiatori di ogni parte del mondo, è di certo merito di tante vicissitudini storiche e sociali. Ma l’impronta più profonda, originale e maestosa, fu quella che impressero gli antichi Etruschi, che ancora oggi restano vivi persino nel nome di questa poliedrica regione.

Ecco spiegato quindi il perché la Toscana si chiama Toscana.

Perché la Toscana si chiama Toscana? Ovvero quali sono le origini del nome Toscana, una delle terre più conosciute al mondo

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Commenti

Commenti