Tour di Firenze fra le piazze del celebre quartiere di San Frediano, situato nell’Oltrarno fiorentino, alla scoperta di nuovi  scorci di città al di fuori delle classiche gite turistiche.

La magia delle piazze dell’Oltrarno

Ci sono città che i turisti di tutto il mondo accorrono a visitare e che, almeno una volta nella vita, vogliono vedere: Firenze, il capoluogo toscano che è stato culla del Rinascimento e di alcune delle espressioni artistiche più importanti della nostra cultura, è sicuramente tra di loro.

Un originale tour di Firenze al di fuori dei classici itinerari turistici della città del Rinascimento

Oltre ai luoghi topici della città, quelli che tutti conoscono, come il Bargello, palazzo Pitti, Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio, ci sono scorci meno frequentati, ma altrettanto suggestivi.

Il quartiere di San Frediano

Ad esempio, quartiere che vale davvero la pena di visitare è quello di San Frediano, oltre l’Arno, dove Vasco Pratolini, il grande scrittore, amava passeggiare e di cui ha scritto nei suoi romanzi (Le ragazze di San Frediano).
Un tour di Firenze fuori dai classici itinerari turistici che permette di scoprire belle piazze ricche di storia e storie da raccontare, luoghi di raccoglimento dove fermarsi a respirare a fondo l’aria dell’antica, ma sempre fervida Firenze.

Piazza del Carmine

Piazza del Carmine ha un’origine religiosa. Come accadeva per molte altre delle attuali piazze, essa fu ritagliata all’interno del tessuto urbano per far largo alla folla che si metteva davanti alla Chiesa di Santa Maria del Carmine per ascoltare le prediche dei frati carmelitani. Da qui, anche il suo nome.

Un originale tour di Firenze da percorrere a piedi per le piazze dell'Oltrarno fiorentino, tra Santo Spirito e San Frediano

Vicino alla chiesa si trova anche la struttura del convento, che oggi è stato trasformato in un importante museo dal quale si ha accesso alla Cappella Brancacci, una delle strutture affrescate più imponenti del Rinascimento italiano

Questa stupenda opera d’arte si trova all’interno della Chiesa del Carmine e fu decorata nella seconda metà del quattrocento da Masaccio, Masolino da Panicale e Filippo Lippi. Poco più in là, si trovano i pregievoli palazzi Del Pugliese e Rospigliosi Pallavicini, che per un lungo periodo fu anche posseduto dalla famiglia Ginori.

Piazza del Carmine non è solo arte e cultura, ma è anche mondanità. Ai lati della piazza si trovano locali e ristoranti alla moda e tipiche trattorie toscane (come la rinomata Trattoria del Carmine).

Piazza Cestello

Proseguendo nella passeggiata tra le vie d’Oltrarno si arriva in Piazza Cestello, dominata dalla facciata di San Frediano in Cestello, da cui la piazza prende il nome, adiacente a Lungarno Soderini, a via del Cestello e a via del Piaggione, il cui nome ricorda il passato, quando questi luoghi digradavano verso il fiume fino a formare una sorta di spiaggia naturale.

Proprio qui Vasco Pratolini ambientò uno dei suoi romanzi più noti, Le ragazze di San Frediano (1949), ed è innegabile che la piazza offra una suggestione tutta sua, con la presenza del Granaio dell’Abbondanza, un edificio fatto erigere sul finire dell’Ottocento per far fronte alle carestie, trasformato oggi in caserma.

In piazza trova posto un’altra piccola costruzione: il teatro del Cestello è il segno evidente della vivace attività culturale degli abitanti del rione, che amano vivere la propria città sfruttandone a pieno il fermento artistico mai sopito.

Piazza Santo Spirito

L’ultima tappa di questo particolare tour di Firenze è Piazza Santo Spirito, il cuore dell’intera zona di Oltrarno. Qui si trovano botteghe artigiane, negozi, locali, e una tantum si svolge il mercatino del piccolo artigianato e dei prodotti tipici della Toscana.

La Basilica è un vero gioiello, l’ultima opera di Filippo Brunelleschi, un vero unicum architettonico.
Per il resto, il luogo è arricchito dalla presenza di Palazzo Guadagni, che ospita la prima biblioteca di Firenze, dalla fontana in pietra serena al centro della piazza, fatta costruire agli inizi dell’Ottocento e dal monumento all’agronomo Cosimo Ridolfi, fondatore dell’Accademia dei Georgofili.

Piazza Santo Spirito è la più importante dell’Oltrarno fiorentino, dove da sempre si svolgono feste e manifestazioni e mercati.

Commenti

Commenti