Greve in Chianti e Montefioralle sono sospese nel tempo, le antiche atmosfere medievali fanno compiere un viaggio nel passato tra sapori e sensazioni lontane. Un’immersione nella tradizione e nei sapori della Toscana che rimangono nel cuore di chiunque visiti questi luoghi.

Greve in Chianti: borgo toscano da visitare

Greve in Chianti è una pittoresca e rustica cittadina Toscana situata sulla Chiantigiana a metà tra Firenze e Siena. I suoi paesaggi brulli e genuini riportano ad antiche atmosfere medioevali e, entrando in paese, la sensazione si amplifica: un luogo incantato accoglie il visitatore in un abbraccio intimo e senza tempo.

La tranquillità e i lunghi sorrisi degli abitanti mettono a proprio agio e passeggiare per la cittadina diventa un piacevole rito per ritrovare la tranquillità.

Greve in Chianti - Firenze 04

Cosa vedere a Greve in Chianti

Da sempre la fama di Greve in Chianti è legata alla sua maestosa piazza, un tempo punto di incontro di mercanti e oggi accoglie sotto i piccoli portici botteghe e negozietti di prodotti tipici, attività di famiglia trovano ancora la loro antica gloria rinnovata con sapienza e passione da abili mani. Tra le tante botteghe non ci si può non fermare nell’antica macelleria Falorni, padrona indiscussa dei prodotti made in Tuscany, quest’attività offre dal 1729 i migliori prodotti di norcineria nel Chianti ( forse addirittura anche in tutta la regione).

I profumi e i sapori che si avvertono sono caratteristici e accompagnano con calore per tutta la passeggiata. Un’altra attività storica è la Bottega dell’Artigiano, la peculiarità di questa attività è l’intreccio del legno d’ulivo creando oggetti d’uso o d’arredo come mestoli, taglieri, ciotole e cesti in vimini.

Camminano nella grande piazza ed intorno alle mura si toccano con mano le origini medievali di Greve in Chianti: la sua posizione strategica, tra il Valdarno, la Val di Greve e la via Chiantigiana, da sempre l’ha eletta città mercato d’eccellenza. Qui artigiani e mercanti si incontravano e davano vita ad arti e mestieri.

👉 Leggi anche: Valdarno Superiore e Leonardo: un grande amore che si è fatto arte

7 borghi del Chianti da visitare durante una vacanza in Toscana: scorci, piazze, castelli e viuzze per conoscere il vero Chianti Classico

Montefioralle, il piccolo borgo fortificato vicino a Greve in Chianti

Uscendo da Grave e percorrendo circa due km tra le colline, si arriva nell’antico borgo di Montefioralle, anticamente chiamato Monteficalle; se a Greve si respirava un’atmosfera medievale, qui la si può toccare con mano. Il piccolo borgo si è sviluppato attorno all’antico insediamento feudale. Visto dall’alto il borgo di Montefioralle ha una forma ellittica, questo perché segue la forma dell’antico castello.

Montefioralle è famosa per aver ospitato Amerigo Vespucci, il famosissimo navigatore fiorentino, in uno dei suoi antichi palazzi. Le mura che circondano il borgo risalgono al XIII secolo e conferiscono alla cittadina un’aria austera ma rassicurante al contempo. Se ci si trova a Montefioralle non si può non visitare l’antica Chiesa di Santo Stefano, patrono del borgo, all’interno ci accoglie la Madonna con Bambino di scuola fiorentina (XIII secolo).

Montefioralle Greve in Chianti - Firenze 04

Eventi e shopping a Greve in Chianti

 

Dopo tutta questa storia ci si potrebbe chiedere: “Sì, è tutto bellissimo ed interessante ma… shopping, vino e cibo?“. Domanda legittima, che ci permette di passare alla parte ludica della visita.

Gli eventi a Greve e dintorni del Mese di Marzo

Se vi trovate a passare di qui a marzo il vostro palato non potrà che ringraziarvi. In questo periodo infatti, si tiene la Festa della Frittella, che ogni anno attira migliaia di golosoni in occasione della festa di San Giuseppe che accorrono a Montefioralle per gustare le deliziose frittelle. Si mormora, non senza ragione, che la ricetta di queste frittelle sia ancora quella originale delle antiche massaie: riso cotto nel latte e unito alle uova fritte nel tipico olio EVO made in Tuscany (Olio extra vergine di Oliva Toscano). Nei due giorni di festa le frittelle vengono fritte in piazza e offerte ai visitatori con un buon bicchiere di Chianti Classico o, ancor meglio, con uno sublime bicchierino di Vin Santo del Chianti Classico DOC.

La Festa del Vino, una delle più importanti del Chianti

Parlando di vino non potete non presenziare alla Festa del Vino, una vera e propria festa dedicata al Dio Bacco. Acquistando un particolare bicchiere, il ballon, all’entrata della festa si potranno degustare i migliori vini della zona del Chianti Classico Gallo nero, il tutto accompagnato da buona musica ed intrattenimento. Questa festa si tiene ogni anno a settembre e dura quattro giorni. Un’occasione unica per tutte le cantine ed i viticoltori per esporre le loro etichette dei migliori vini e i loro prodotti, ma sopratutto è un’occasione imperdibile per gli amanti del buon cibo e del buon vino.

Questa festa si tiene dagli anni ’70 e nel corso del tempo ha assunto sempre più importanza: da piccola festa di paese è diventata una vera e propria esposizione di vini e un vero e proprio evento socio culturale. In questa festa si ha l’occasione di parlare con gli abitanti del luogo che volentieri, davanti ad un bicchiere di Chianti Classico raccontano antiche storie e divertenti aneddoti.

Lo spirito di festa unisce tutti come una grande famiglia, non esiste distinzione ed in quel preciso istante si percepisce un senso di appartenenza davvero unico. Guardandoti attorno sai con certezza che ti trovi nel luogo giusto al momento giusto, smetti di pensare ed inizi a vivere.

La Toscana ha questa particolarità: che tu sia piemontese, abruzzese, o siciliano ti fa sentire a casa, ti accoglie tra le sue braccia come una mamma… E ti rimane per sempre nel cuore.

👉 Leggi anche: Borghi del vino in Toscana: 8 paesi da scoprire

Degustazione di vino nel Chianti Classico con piatto di prosciutto toscano e mozzarella

Il Mercatino dell’Antiquariato di Greve in Chianti

Per gli amanti dello shopping, il Mercatino dell’Antiquariato, ospitato nella piazza di Greve in Chianti in diversi periodi dell’anno, è il posto giusto per acquistare pezzi unici per arredare la vostra casa. L’arte e la maestria degli esperti falegnami conquisteranno il vostro cuore; ogni oggetto in questa atmosfera potrebbe essere perfetto per la vostra casa, quindi cari signori, mettetevi l’anima in pace e preparatevi ad essere generosi.

 

📍PER APPROFONDIRE:

👉 Leonardo Manetti, il poeta viticoltore di Greve che mette in versi la sua terra

👉 Vacanze nel Chianti: 10 cose da fare senza pensarci un attimo su

👉 7 borghi del Chianti da non perdere assolutamente

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti