Le terme in provincia di Pisa, i principali centri termali toscani vicino alla Torre Pendente.

Terme in provincia di Pisa: sorgenti benefiche dal Settecento ai giorni nostri

La Toscana, terra termale per eccellenza, è la regione d’Italia con più centri per il benessere e il relax. E nemmeno l’area di Pisa fa eccezione, se è vero che soltanto qui si concentrano 3 stabilimenti di altissimo livello, come Casciana Terme, San Giuliano Terme e il Parco Termale di Uliveto.

Bene, seguiteci allora nel nostro excursus su ciò che le terme in provincia di Pisa ci offrono.

Cascata di acqua termale in provincia di PIsa

Casciana Terme e l’Acqua Mathelda

Adagiata in mezzo alle colline pisane, chiamata anche “Perla termale d’Italia”, Casciana Terme è famosa per le sue acque terapeutiche, riconosciute fin dal 1100.

L’acqua ringiovanente della Contessa di Canossa

La fama di questo paese d’origine etrusca si accrebbe grazie all’Acqua Mathelda (dal nome della Contessa Matilde di Canossa) che, si raccontava, potesse far ringiovanire.

La leggenda narra che la Contessa possedesse un vecchio merlo dolorante il quale, tuffandosi ripetutamente in quest’acqua, tornò quasi pulcino.
Se magari il ringiovanimento alla Dorian Gray rimane un’utopia, è però scientificamente confermato che la miscela di bicarbonato, solfato e calcio dell’acqua ha proprietà terapeutiche in grado di rigenerare, riattivare e riabilitare l’organismo.

La sorgente termale di Casciana Terme

L’acqua sgorga dalla sorgente a una temperatura di 35,7 °C. È indicata per i problemi circolatori, quelli ossei, l’uricemia, il colesterolo, le affezioni delle vie respiratorie, e tutti i disturbi ginecologici. Attraverso i fanghi termali e la balneoterapia, l’Acqua Mathelda viene impiegata per la cura di patologie dermatologiche, ma anche per terapie di riabilitazione ortopedica.

Le piscine termali di queste terme in provincia di Pisa

La grande piscina termale esterna, ricca delle più moderne tecnologie, è l’ideale per rilassarsi e godere delle cure balneoterapiche, alternando bagni a momenti di relax sul prato circostante. La piscina termale interna, grazie alla professionalità dei terapisti che vi operano, è destinata alla riabilitazione motoria, nonché utilizzata per attività di prevenzione come l’acquagym.

Villa Borri, centro benessere a Casciana Terme

L’offerta termale è completata da Villa Borri, affascinante residenza settecentesca, con due piscine termali, bagno turco e trattamenti benessere di tradizione orientale, il cui percorso acquatico è particolarmente emozionante. Suggestivo il fiume termale che corre all’aperto per raggiungere la vecchia fattoria.

👉  Leggi anche: Chianciano Terme: una delle stazioni termali più famose d’Europa

Piscina termale all'aperto nello stabilimento di Casciana Terme in Toscana

San Giuliano Terme e Bagni di Pisa

Un altro punto di attrazione per quanto riguarda le terme in provincia di Pisa sono sicuramente le rinomate Terme di San Giuliano. Meglio conosciute col nome dello stabilimento termale, Bagni di Pisa, fanno parte del lussuoso resort del gruppo Italian Hospitality Collection, di cui fanno parte anche la Grotta Giusti di Monsummano e Fonteverde in Maremma.

San Giuliano è un piccolo comune situato proprio alla base del massiccio montuoso che divide Pisa da Lucca. Ecco perché, pur trovandosi sul versante pisano, i Bagni di Pisa sorgono più o meno a metà strada fra le due città d’arte.

La storia di Bagni di Pisa

La storia di queste terme risale all’epoca romana quando, nel 92 d.C, vennero fatte costruire da Lucio Venuleio. Plinio il Vecchio le cita come Aquae Pisanae”, delle quali, già all’epoca, si apprezzavano le proprietà benefiche. Nel corso della storia queste terme in provincia di Pisa, ebbero un lungo periodo di decadimento che iniziò nel 1406, con la conquista della Repubblica pisana da parte di Firenze, e si concluse un secolo più tardi grazie agli interventi di miglioria da parte della Signoria dei Medici.

Un’importante meta di villeggiatura nel Settecento

Il loro massimo splendore lo raggiunsero però nel 1743, durante gli anni del Granducato lorenese, a opera di Francesco Stefano di Lorena, che finanziò importanti lavori di valorizzazione dei Bagni di Pisa. È così che nel tempo Bagni di Pisa divennero meta di villeggiatura di molti nobili, intellettuali e artisti italiani ed europei.

Il rilancio settecentesco del termalismo fu accompagnato anche da una serie di studi tecnico-scientifici riguardo alle acque minerali. Uno dei più significativi era proprio legato alle acque di San Giuliano. Nel 1750, infatti, il medico Antonio Cocchi pubblicò a Firenze un trattato (Dei Bagni di Pisa) in cui si analizzava l’acqua dal punto di vista chimico e in relazione agli scopi terapeutici.

È però solo successivamente, col Granduca Pietro Leopoldo, che San Giuliano venne trasformata in una lussuosa città termale. Venne arricchita con un parco termale, “il Parterre”, provvisto di un loggiato panoramico sulla città di Pisa.

Bagni di Pisa, imperdibile luxury resort in Toscana

Oggi Bagni di Pisa è un lussuoso resort a cinque stelle che comprende tutti i servizi possibili legati al termalismo,  conservando il fascino settecentesco. Al suo interno si trovano soffitti affrescati, arredamenti sontuosi, giardini fioriti e alberi di limone. Le sale delle piscine e dei trattamenti di queste terme in provincia di Pisa, sono connotate da marmi e da architetture elegantissime.

I percorsi termali del resort termale di San Giuliano Terme

Lo stabilimento “Bagni di Pisa” comprende i “Bagni di Levante”, i “Bagni di Ponente”, la “Piscina Termale Esterna”, la “Salus per Aquam”, la “Grotta” e i “Fanghi”.

Nei “Bagni di Levante” la vasca centrale è alimentata direttamente dalla sorgente alla temperatura di 38°C. Si può anche beneficiare dei bagni in soluzioni saline al 18%, dell’idromassaggio con acqua dolce al 35%, e del Salidarium, un esclusivo letto di cristalli di sale del mediterraneo.

Nei “Bagni di Ponente” si sperimentano le più antiche tecniche orientali e di medicina cinese, come massaggi, shirodhara e agopuntura, oltre alla piscina termale interna, con acqua a 38°C, e al Bagno Turco.

Nel “Salus Per Aquam” si unisce il potere idroterapico delle acque termali a situazioni di convivialità e socializzazione. Si ripercorre così il concetto di salute attraverso l’acqua con cui gli antichi Romani interpretavano l’uso delle terme.

La “Grotta dei Granduchi” è una piccola cavità naturale a cui si accede attraverso un breve tunnel scavato nel Settecento e riscoperto di recente. Dentro vi si trova una vasca in pietra alimentata da una piccola cascata che crea un ambiente caldo-umido, ottimo per regolare la pressione arteriosa e favorire la sudorazione e l’eliminazione delle tossine. Il bagno di vapore che si crea all’interno della grotta svolge un’azione antinfiammatoria, decontratturante e analgesica a livello osteo-articolare, ed è indicato per la cura delle patologie respiratorie e da raffreddamento.

Terme in provincia di Pisa convenzionate con il SSN

Ai Bagni di Pisa la fangoterapia è convenzionata col SSN. Il fango termale è ottenuto dalla maturazione dell’argilla attraverso l’acqua termale per almeno 6 mesi. Questo gli permette di acquisire proprietà fisiche e chimiche particolarmente indicate per il trattamento dei dolori localizzati (artriti e artrosi), delle contratture muscolari, e degli esiti post-traumatici in fase di recupero. Il fango viene applicato sulla pelle alla temperatura di 47°C. Oltre alle terapie termali, è possibile trovare trattamenti estetici, massaggi e programmi di dimagrimento.

Bagni di Pisa è il centro termale di San Giuliano Terme in provincia di Pisa

Parco Termale di Uliveto, famose terme in provincia di Pisa

Immerso nel suggestivo scenario naturalistico del Monte Pisano, il Parco Termale di Uliveto, nel comune di Vicopisano, conosce l’importanza benefica delle sue acque bicarbonato-alcalino-ferrose, già dal lontano passato. Nel 1910, si costruì il primo impianto di imbottigliamento industriale.

L’acqua dello sport

La fama di Uliveto Terme è legata soprattutto alla presenza di fonti di acqua bicarbonato-alcalino-calcica che vengono imbottigliate industrialmente e commercializzate in tutta Italia. La sua composizione è ideale per chi fa attività fisica, tanto da meritarsi l’appellativo di “acqua per lo sport”. Aiuta infatti a mantenere più a lungo l’equilibrio idrico-minerale alterato da sforzo e sudorazione. Inoltre la presenza di calcio aiuta il recupero di muscoli e ossa affaticati dall’allenamento.

Lo stabilimento termale di Uliveto Terme

Oltre allo stabilimento di imbottigliamento, troviamo lo stabilimento termale, immerso in uno scenario naturalistico quasi fiabesco, composto dalle infinite grotte e caverne che caratterizzano il Monte Pisano.
Queste terme in provincia di Pisa sono oggi una modernissima struttura adibita alla cura e al trattamento di svariate patologie. Lo stabilimento è rivolto essenzialmente alle cure idropiniche per la cura del tratto digerente e del sistema urinario.

👉  Leggi anche: Vicopisano e Uliveto Terme: storia e benessere

Coppia in una vasca di un centro termale in Toscana

Cari amanti delle terme in provincia di Pisa, della Toscana e di TuscanyPeople, oltre a immergervi nelle calde e benefiche acque ristoratrici, mettete anche un like a questo articolo, condividetelo, non tenetevi le terme tutte per voi. Ci contiamo

📍 PER APPROFONDIRE:

👉  Le terme toscane: il più ampio sistema di centri benessere d’Italia

👉  Terme libere in Toscana: quando il benessere è gratis

👉  Terme in provincia di Grosseto: meraviglie sulfuree sgorganti dalla natura selvaggia

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti