A Nord della Toscana c’è un lembo di terra di confine bagnato dal mar Tirreno e protetto dalle Alpi Apuane con usi, costumi e tradizioni uniche che si mescolano con una magica alchimia a quelle dei confinanti liguri ed emiliani. Marina di Carrara si trova qui, è una località balneare intervallata da pinete e parchi della costa apuana, nota come per la villeggiatura e per la fiera annuale Marmotec.

Marina di Carrara, l’estremo confine settentrionale della Toscana

Dal Sirena all’Alcione, dall’Universo al Saint Vincent gli stabilimenti balneari di Marina di Carrara offrono servizi completi per trascorrere le vacanze al mare. I bagni, come vengono chiamati, hanno una storia centenaria. Sorsero infatti nel primo dopoguerra, in un’Italia ricolma di desideri e di rilancio, come testimonia il nome ‘Nuova Italia’.

Marina di Carrara, luogo di villeggiatura e di tradizione culinarie si trova sul confine settentrionale della Toscana.

Gli stabilimenti balneari di Marina di Carrara

Il primo fu il ‘Venezia’, nato nel 1919 per volere del suo fondatore Silvio Zanella che veniva appunto da Venezia, anzi, da Burano. All’epoca chiamato da un cugino, diede vita al primo bagno all’incirca dove oggi sorge il Club Nautico di Marina di Carrara. Due anni dopo fu trasferito nella zona attuale, quando il profilo della costa era ben diverso da quello odierno poiché il porto non esisteva e il marmo lasciava la terra di Carrara attraverso i pontili caricatori.

Convinto di aver scelto la strada giusta Zanella cominciò a rendere più ospitale lo stabilimento aprendovi una sala da ballo e una pista all’esterno, così il Bagno Venezia fu il primo ad essere gestito con moderni criteri d’impresa per offrire una serie di servizi per l’epoca eccezionali.

La maggior parte degli stabilimenti  di Marina di Carrara offrono anche bar e ristoranti, dove poter mangiare uno spuntino veloce e degustare le specialità locali. Un panino con la “mundiola” (mortadella) oppure una focaccina ripiena, meglio se con qualche fetta del famoso lardo, prodotto IGP toscano realizzato nella vicino borgo di Colonnata. Bianco e delizioso, unico nel suo sapore, si scioglie in bocca.

Marina di Carrara, luogo di villeggiatura e di tradizione culinarie si trova sul confine settentrionale della Toscana.

Tradizioni in tavola

Sulla costa è molto apprezzato il pesce, mentre nei dintorni di Marina di Carrara osterie e trattorie coltivano la preparazione di piatti tradizionali che derivano da secolari abitudini popolari, legate ai prodotti della terra. Tra i primi troviamo il piatto per eccellenza: i taglierini di fagioli (tajarin in fasoi), tanto buoni quanto saporiti, richiedono rigorosamente pasta fatta a mano.

Piatto comune era la polenta, condita semplicemente con olio EVO Toscano oppure accompagnata con lumache o sughi a base di funghi, carne o pesce, come il baccalà marinato. Il dolce per eccellenza è la torta di riso, che una volta era usanza prepararla per il patrono San Giuseppe. Occorrono per farla, latte fresco e tante uova (10 o 12), zucchero, riso, buccia di limone e, a piacere, si può aromatizzare con un liquore di anice o alchermes.

Questi gustosi piatti possono essere accompagnati da un Vermentino, vino bianco autoctono prodotto con il vitigno omonimo, fine ed equilibrato, intenso nel suo aroma fruttato e floreale accompagnato da note aromatiche. Grazie alla sua struttura, freschezza e la giusta sapidità può accompagnare piatti di pesce anche piuttosto elaborati.

Marina di Carrara, luogo di villeggiatura e di tradizione culinarie si trova sul confine settentrionale della Toscana.

Il Premio Lumezia

Marina di Carrara è raggiungibile anche via mare, vi attraccano infatti traghetti che fanno la linea Forte dei Marmi – 5 Terre oppure da un’escursione in crociera. Merita una visita la piazza intitolata a Gino Menconi con la chiesa della Sacra Famiglia, creata parrocchia nel 1886 che fa da cornice ogni anno al festival musicale Premio Lunezia. Si tratta di un riconoscimento che viene assegnato ogni estate al valore letterario e musicale delle canzoni. Ideato dallo spezzino Stefano De Martino, nacque ad Aulla nel 1996, con il battesimo artistico di Fernanda Pivano.

Il premio ha ospitato e fatto esibire più di 150 interpreti della musica italiana, tra cui Vasco Rossi, Nek, Ligabue, Claudio Baglioni, Laura Pausini, Elisa, Andrea Bocelli, Fabrizio Moro e molti altri. La manifestazione programma inoltre appuntamenti collaterali alle edizioni denominati ‘Premio Lunezia Story’, evento che ripercorrono la storia e i vincitori dalla prima edizione ai giorni nostri.

Insomma, le attrazioni non mancano A Marina di Carrara, la bella cittadina toscana, un po’ ligure e un po’ emiliana.

Marina di Carrara, luogo di villeggiatura e di tradizione culinarie si trova sul confine settentrionale della Toscana.

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Scopri come diventare “Ambasciatore di TuscanyPeople” ed essere premiato. Vedi link

Scopri come diventare “Ambasciatore di TuscanyPeople” ed essere premiato.

Commenti

Commenti