Viareggio? Rio de Janeiro? Venezia? Ivrea? no, Firenze! Ebbene sì, pare proprio che quest’anno il Carnevale di Firenze sarà nuovamente festeggiato dopo oltre 100 anni di assenza…e no, non è uno scherzo!

Carnevale di Firenze: dopo 100 anni torna la festa più amata dai Medici

Sapevate che il Carnevale di Firenze è una festa che nasce molti secoli fa e che sono circa 100 anni che non viene festeggiato, seppure fosse una delle feste più amate dalla città? Seguici alla scoperta della storia di una delle più antiche tradizioni fiorentine e scoprirai anche: chi ha scritto “quant’è bella giovinezza” e cosa c’entra con il Carnevale fiorentino.

Carnevale in Toscana: ragazzi in maschera

Chi ha scritto: “Quant’è bella giovinezza, che si fugge tuttavia”?

La storia riporta che il Carnevale di Firenze nacque come festa popolare. Fu tra il XV ed il XVI secolo che la famiglia Medici, ne apprezzò così tanto il potenziale da organizzare sfarzose celebrazioni mascherate, con carri decorati che prendevano il nome di “trionfi“. I festeggiamenti erano accompagnati dai canti carnascialeschi. Questi canti, hanno costituito un vero e proprio genere musicale del tempo, la cui paternità si attribuisce al potente Lorenzo Il Magnifico.

A questo proposito se non lo conoscete già, cogliete l’occasione per leggere uno dei canti carnascialeschi più celebri. Si tratta del componimento poetico Il trionfo di Bacco ed Arianna (o Canzona di Bacco), scritto di pugno proprio da Lorenzo di Piero de’ Medici, detto appunto, Il Magnifico.

Quant’è bella giovinezza,
che si fugge tuttavia!
chi vuol esser lieto, sia:
di doman non c’è certezza.
(Trionfo di Bacco e Arianna – canti carnascialeschi – Lorenzo di Piero de’ Medici)

La statua di Lorenzo dei Medici in un parco a Roma

Save The Date! 21 e 22 Febbraio 2020: torna il Carnevale di Firenze

Ma torniamo all’anno 2020. Siete pronti a festeggiare il Carnevale di Firenze? L’evento si terrà nei giorni 21 e 22 Febbraio prossimi, venerdì e sabato, in collaborazione con Carnevalia ed i rinomati Carnevali di Viareggio e Venezia. I carri allegorici torneranno ad occupare le strade del capoluogo toscano, in un clima di festa.

L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Toscana, da Confcommercio, dalla presidenza del Consiglio Regionale e da Città Metropolitana. Ma è soprattutto fortemente voluta dal Comune di Firenze, e realizzata con il contributo della Camera di Commercio di Firenze. Organizzano l’evento il Gruppo Editoriale Once, insieme alla Onlus Aiwa e Once extraordinary events.

Ragazza in maschera rinascimentale per il Carnevale di Firenze

Il Comune di Firenze attraverso i due appuntamenti, intende inviare un messaggio di vicinanza alla città di Venezia, che è stata gravemente colpita dall’eccezionale evento dall’acqua alta, verificatosi il 12 novembre scorso. Il periodo di carnevale come tutti sappiamo, avvolge l’incantevole città veneta di una luce particolare. Venezia è rinomata infatti in tutto il mondo per il suo straordinario carnevale, che attira ogni anno numerose presenze per la manifestazione.

Il Gran Gala nel Salone dei Cinquecento 

Il giorno 21 febbraio, si apriranno i festeggiamenti con una cena di gran gala in Palazzo Vecchio, al costo di € 250 per cui si richiede la prenotazione obbligatoria. Per l’occasione saranno allestite due sale: il lussuoso Salone dei Cinquecento per la cena, e la bellissima Sala d’Arme per il party a seguire. Madrina della serata (che prende il nome di Gran ballo di Carnevale – Tribute to Venice), sarà Mafalda di Savoia Aosta.

Nel corso della soirée, si svolgerà anche un’asta di beneficienza, bandita da due personaggi di rilievo nell’ambito artistico. Si tratta del mercante d’arte internazionale Fabrizio Moretti, ed il direttore artistico della selezionata maison fiorentina Stefano Ricci, l’esclusivo marchio di abbigliamento maschile con sede a Fiesole, che esporta il sofisticato lusso delle stile toscano all’estero. Il ricavato sarà devoluto in favore della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia.

👉 Leggi anche: Palazzo Vecchio: da Palagio Novo a Comune di Firenze

Il Carnevale di Firenze si tiene nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio

La sfilata dei carri per le vie del centro

Il giorno 22 febbraio, sarà giornata di grandi festeggiamenti pubblici per il Carnevale di Firenze. La parata di Carnevale, avrà inizio alle ore 15:30 in Piazza Santa Maria Novella. Sfileranno con musiche e coreografie dedicate, delegazioni provenienti dai più prestigiosi carnevali italiani. Saranno presenti difatti le rappresentanze di Viareggio, Venezia, San Giovanni in Persiceto e Gambettola. Quest’ultima per l’occasione, omaggerà con un tributo il compianto Maestro Federico Fellini.

Si succederanno artisti tra cui anche il trampoliere più alto d’Europa, maschere varie, giocolieri, mangiafuoco, ballerini e bande musicali. All’interno della piazza in attesa della partenza del corteo, si troveranno anche banchi di zucchero filato, postazioni truccabimbi ed intrattenimento musicale.

Bambina al Carnevale di Firenze

A capitanare la parata ci sarà Stenterello, la maschera carnevalesca nata a fine del 1700 che identifica Firenze, accompagnato da Burlamacco e Ondina, le maschere ufficiali del Carnevale di Viareggio.
Il corteo si sposterà lungo il centro storico fino a raggiungere Piazza della Signoria (mappa). Ad attenderli ci sarà una giuria che decreterà le maschere vincitrici, le quali  avranno diritto alla VIP entrance del Carnevale di Viareggio.

Carnevale di Firenze: maschere, coriandoli e solidarietà

Siete tutti invitati a festeggiare e partecipare al contest del Carnevale di Firenze in piazza, sfoggiando le vostre maschere più belle, dando libero sfogo alla vostra creatività. Sarà un evento che non solo festeggia un momento di gioia e di festa, ma rafforza lo spirito di gemellaggio e solidarietà nel nostro Paese. Un bel messaggio di amore in un clima di sicura convivialità, che ci auguriamo raggiunga quante più persone possibili.

👉 Leggi anche: Quei 3.000 euro di solidarietà per sostenere la magia di Zia Caterina

Bambina al Carnevale di Firenze

Abbiamo impiegato 100 anni per far rivivere il Carnevale di Firenze, ma le premesse sono talmente allettanti, che sarà valsa la pena attendere per un evento così memorabile.

📍PER APPROFONDIRE:

👉 Carnevale di Viareggio: la tradizione toscana che irride i potenti

👉 Il Carnevale della Mea

👉 Il Carnevale di San Gimignano

 

La tua passione è la Toscana? Anche la nostra!

Teniamoci in contatto

 


Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Daniela Bardi
Blogger, Photographer & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti