Dove passare il Natale in montagna in Toscana: le mete più incantevoli e affascinanti dove vivere le vacanze più magiche dell’anno

Passare il Natale in montagna: i luoghi più belli della Toscana

Il Natale si passa in famiglia, tra abeti agghindati a festa, palle multicolori, luci e lucine, cene e cenoni, e tanti regali. Ma se, in aggiunta, fuori dalle mura casalinghe il Natale fosse, come dire? innevato, soffice, tenero, ridente. Insomma, se fuori il Natale fosse davvero natalizio, non sarebbe molto meglio? E qual è il miglior posto per passare il Natale in Toscana se non sulla montagna?

In genere quando si dice “montagna” subito il pensiero corre alla nostre bellissime Alpi, alle straordinarie Dolomiti, senza considerare che la neve rallegra anche la Toscana. Sì perché anche qui abbiamo i nostri bei monti che quanto a look e attività natalizie possono offrire molto.

E allora seguiteci in questo nostro excursus su dove passare il bianco Natale in montagna, ovviamente in Toscana.

La Fortezza delle Verrucole, in Garfagnana, sotto la neve

Natale sulla Montagna Pistoiese

Senza dubbi un Natale in montagna con tutti i crismi è possibile passarlo sulla Montagna Pistoiese dove la neve a fine dicembre abbonda. L’Abetone, coi suoi 50 km di piste, i 22 impianti di risalita e i 15 chilometri di anelli per lo sci di fondo, non solo rappresenta una cornice ideale per un Natale “coi fiocchi”, ma costituisce anche una località di villeggiatura d’eccezione per sciatori e sportivi d’ogni genere. Le strutture ricettive non mancano – dalle case vacanza ai B&B gestiti da privati, agli hotel fino ai resorts -, e neppure i deliziosi mercatini natalizi che saranno aperti dall’8 dicembre, durante il ponte dell’Immacolata, in poi.

Affascinante anche un Natale a Cutigliano, borgo medioevale che si erge tra fitti boschi su uno sperone a ridosso del Monte Cuccola, con la bella stazione sciistica della Doganaccia che si erge sul crinale appenninico.

Per non parlare della Val di Luce – sotto l’Alpe delle Tre Potenze -, delle sue piste, dei suoi sentieri, in cui magari passare il Natale nel Val di Luce SPA Resort ****, un luxury hotel caratterizzato da un’accogliente atmosfera di charme.

Piste della Val di Luce, in Toscana, località Abetone

Natale in Toscana sulle montagne del Mugello

Il Mugello è un altro territorio toscano dove il Natale è altamente raccomandabile.

A Barberino nei giorni del 5, 8, 12 e 19 dicembre saranno organizzati spettacoli, mercatini, oltre a una maxi tombolata.

L’atmosfera natalizia si appresta a calare anche su Marradi con una serie di appuntamenti “sotto l’Albero”, e la classica scenografia dei mercatini natalizi. E così avverrà anche il 12 e il 19 dicembre a Palazzuolo sul Senio, insieme a Scarperia annoverato tra i Borghi più belli d’Italia.

Si comincia la mattina con l’apertura dello splendido mercatino e dello stand gastronomico. Il cuore della manifestazione sarà piazza IV Novembre, dove si troveranno tante idee regalo, eccellenze artigianali e meravigliosi addobbi natalizi. Tra torte, ciambelle, e altre specialità, non mancheranno vin brulé e caldarroste. Inoltre è in programma un percorso turistico-culturale a tema “presepi”. “1000 presepi per Palazzuolo” arricchisce il paese di rappresentazioni della Natività sparse in ogni vicolo, giardino e piazza, dall’8 dicembre fino al 6 gennaio 2021.

Palazzuolo sul Senio, borgo toscano nell'Alto Mugello inserito nella lista dei Borghi più belli d'Italia e definito "Villaggio ideale"

Passare il Natale in montagna in Toscana sul Monte Amiata

Quando comincia la stagione bianca, il Monte Amiata si trasforma in una meta esclusiva per chi è alla ricerca di luoghi autentici. La magia del bosco, dei suoi scricchiolii invernali, il manto di neve immobile, è questo il senso dell’inverno amiatino che riporta nel cuore della Toscana atmosfere nordiche.

Gli sportivi possono fare escursioni guidate, diurne e notturne, con le ciaspole, praticare sci di fondo (10 km di piste), o alpino (altri 10 km di piste) che, grazie ai 1738 metri di altitudine dell’Amiata e ai suoi impianti di risalita (8), diventa un vero piacere. Le piste presentano diversi gradi di difficoltà e sono adatte a ogni tipo di esigenza e capacità.

Le numerose e accoglienti strutture ricettive offrono calore e ristoro. Si può soggiornare nella parte alta della montagna, direttamente sulle piste da sci, o scendere ai paesi. Abbadia San Salvatore, Castel del Piano, Arcidosso, Piancastagnaio, Seggiano e Santa Fiora sono i borghi dell’Amiata disposti a corona sulle sue pendici, e distano dalle piste da sci solo pochi chilometri di strade molto suggestive.

Vista panoramica su Arcidosso e la sua rocca aldobrandesca al centro del borgo

Dove passare il Natale in Lunigiana

Un’altra bella idea per passare il Natale in montagna in Toscana è la Lunigiana. Già dai primi di dicembre le vie dei borghi si illuminano con luci festose, mentre il profumo delle caldarroste e del vin brulè allieta gli eventi che ogni fine settimana animano i paesi e le cittadine delle valli.
Durante tutto il mese di dicembre non mancheranno eventi che vedranno protagonista Babbo Natale, ma anche i prodotti tipici lunigianesi, che potranno diventare una golosa idea regalo per amici e parenti. Spettacoli teatrali, mercatini, giochi per i più piccoli, saranno le proposte per il Natale 2021.

E non dimentichiamoci del comprensorio sciistico di Zum Zeri, al passo di Due Santi nel comune di Zeri, al confine tra Toscana, Liguria ed Emilia Romagna.
Un paradiso per chi ama sciare, con 3 impianti di risalita, 6 piste per 12 km di lunghezza e 1600 metri di massima altezza: dalle divertenti e tranquille piste per principianti all’adrenalinica pista nera il “Cinghiale”.
Zum Zeri offre anche uno snow park di 600 metri, fra i più lunghi d’Italia per gli appassionati di snowboard, e un campo scuola.

Zum Zeri, piccola località sciistica in Toscana nel territorio della Lunigiana

Natale in montagna in Garfagnana

Il Natale in Garfagnana assume delle caratteristiche peculiari, tipiche garfagnine. Ad esempio, ogni anno, nella notte del 24 dicembre, a Gorfigliano, borgo nel comune di Minucciano, avviene il rito dei Natalecci. Altissimi falò di forma cilindrica, costruiti intrecciando rami di ginepro a un palo di castagno, vengono posizionati sulle colline più visibili del paese e incendiati al suono della campana che dà il via alla preghiera.
Il ginepro è infatti la pianta che viene utilizzata in Garfagnana come albero di Natale. Secondo la leggenda infatti, il ginepro fu l’unica pianta che offrì riparo a San Giuseppe e a Maria quando scapparono in Egitto durante la caccia ai bambini voluta da Erode.

Castelnuovo di Garfagnana è invece famoso per ospitare un presepe vivente all’interno della Fortezza di Mont’Alfonso. Mentre tra le vie del borgo si potrà scorgere una casetta di legno. Dentro c’è nientedimeno che Babbo Natale in persona a dare il benvenuto ai visitatori. All’interno si trovano anche la stanza delle letterine e dei regali, la sua cucina, la stanza da letto, e molte altre sorprese, come l’ufficio postale dove sarà possibile prendere il proprio passaporto di Natale.

Da tenere presente che anche in Garfagnana si scia meravigliosamente bene in un  comprensorio sciistico che  include 3 aree: Careggine, Casone di Profecchia e Passo delle Radici (in quest’ultimo si può però solo praticare sci di fondo, perché dal 2010 gli impianti di risalita sono chiusi).

Sentieri per il trekking in Garfagnana ricoperti di neve vicino ad Arni

Vivere il Natale in Toscana sulle Apuane

La leggenda dice che c’è una notte, fra Natale e la Befana, dove i Re Magi passano sopra la Pania, una delle cime delle Alpi Apuane, coi loro cammelli alati. La direzione è Betlemme e la loro guida, la Stella Maestra. Dato che la strada è lunga da percorrere e il sentiero non è dei più semplici a causa dei venti delle Alpi, i cammelli per aiutarsi spesso atterrano sulla vetta della Pania della Croce per potersi dare il giusto slancio per ripartire. La leggenda vuole che quando i cammelli atterrano, nel punto esatto dove toccano la cima, lasciano un’orma di zoccolo.

Infine segnaliamo che anche nel bellissimo Parco delle Foreste Casentinesi durante il periodo natalizio si può vivere l’atmosfera magica delle feste. Le vie dei paesi si animano di eventi, mercatini, esposizioni di presepi e tanto altro.

Pruno, uno dei tantissimi borghi sulle Alpi Apuane, in Versilia

E voi, care lettrici e cari lettori, di che Natale siete? Pistoiese, garfagnino, mugellano, lunigiano, amiatino o casentino? Scriveteci qui sotto, su Facebook, su Instagram, e… Buon Natale!

📍 PER APPROFONDIRE:

La Toscana è la tua passione? Anche la nostra!


Foto di copertina: ©StevanZZ

Riproduzione Riservata ©Copyright TuscanyPeople

Informazioni sull'autore

Blogger & Ambassador of Tuscany

Commenti

Commenti